Felice Muolo: I desideri si pagano. Recensione di Irene Spagnuolo

Felice Muolo: I desideri si pagano

recensione di Irene Spagnuolo

La vetrina di Felice Muolo su Lulu.com

http://www.lulu.com/spotlight/felicemuolo

I desideri si pagano - Felice Muolo

I desideri si pagano – Felice Muolo

Un noir ambientato sulle calde rive del Mediterraneo pugliese in uno stile garbato e essenziale che tesse una trama fitta e inquietante. Tra il bene e il male, sul filo dei sentimenti e dei desideri pericolosi come delle combinazioni del destino e della volontà, lo sfondo rovente dei luoghi, la Sacra Corona unita, lo scherzo crudele della vendetta riempiono pagine di orrori e verità agghiaccianti.
Le prime parti sono la riscrittura di Complanare Putta e Cristo non si corica, che avevo letto anni addietro, che si sviluppano e si intrecciano in “I desideri si pagano” come tasselli di una storia o di tante storie in un groviglio di passioni, moventi, suspence.
Quella di Felice Muolo è una prosa quieta, ad intaglio perfetto, senza rincorse al clamore e al dettaglio raccapricciante. Ed è forse questo a dare grande forza a questo noir. La narrazione misurata lo rende così “realistico” da colpire come una sferzata di vento. Dalle losche figure agli omicidi ogni tratto è così lieve, fluido e inesorabile da sbatterci in faccia l’atrocità di certa umanità tanto spietata o amorale quanto imbevuta di infelicità. E’ tutto possibile. Non è una costruzione ad effetti speciali, non è fantasia. Pare quasi di toccarlo, quel mondo. Di stare a un passo dal cieco furore, dal tradimento, dalla smania di potere. Di essere vittime e carnefici, oltre che lettori.

L’ambientazione e la caratterizzazione dei protagonisti è netta, limpida, veloce e assolutamente credibile. Questa è la staffilata di Felice Muolo. Quasi una freccia che centra il bersaglio. Brutture e tenerezze mescolate con semplice maestria, quasi a raccontare le vicende del giorno, le concretezze della vita, i risvolti dell’anima che cerchiamo di celare ma balzano fuori.
Si legge d’un fiato. Eppure lascia amarezza a profusione. Per quel tarlo del desiderio che corrompe e consuma. Per quella ferocia che sembra non risparmiare alcuno.
Le pagine scorrono come il sangue. E alla fine sai che è una storia infinita, aperta a mille altri capitoli, a mille altri colpi di scena.
I desideri si pagano di Felice Muolo, introduzione di Giuseppe Iannozzi, illustrazione di copertina di Valeria Chatterly Rosenkreutz, ed. Lulu.com

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, autori e libri cult, casi letterari, consigli letterari, critica, critica letteraria, cultura, editoria, gialli noir thriller, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe consiglia, Iannozzi Giuseppe detto Beppe, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, rassegna stampa, recensioni, romanzi, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Felice Muolo: I desideri si pagano. Recensione di Irene Spagnuolo

  1. Felice Muolo ha detto:

    BACIONE.

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Mi dai un bacione, Tesoro. 😉 Che bello, adesso anche il mio Tesoro mi dà i bacioni. 😉

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.