Milena Gabanelli al Quirinale. Una grande epocale scelta del popolo italiano – Iannozzi Giuseppe

Milena Gabanelli al Quirinale

Una grande epocale scelta del popolo italiano

Iannozzi Giuseppe

Milena Gabanelli

Milena Gabanelli

Milena Gabanelli il candidato del Movimento 5 Stelle al termine dei due turni di ‘quirinarie’ online. “E’ lei a essere arrivata prima”. L’annuncio su La Cosa.

In ordine di preferenze, gli altri sono: Gino Strada, Stefano Rodotà, Gustavo Zagrebelsky, Ferdinando Imposimato, Emma Bonino, Gian Carlo Caselli, Dario Fo, Romano Prodi. Nessun dato sul voto però è stato diffuso dal partito dopo la scelta della Gabanelli.

Milena Gabanelli, commentando la scelta di M5S: “Quando pensano che tu sia all’altezza di un compito così grande si può solo essere onorati, perché è altamente gratificante”. Ed ha aggiunto di essere “assolutamente commossa e anche sopravvalutata”.

Il deputato grillino, Manlio Di Stefano, su Facebook scrive: “Attendiamo sua disponibilità”.

“Ringrazio chi ha votato che, ricordo, doveva essere iscritto al Movimento 5 Stelle al 31 dicembre 2012 con un documento di identità digitalizzato”, ha scritto Beppe Grillo.
Grillo aveva già deciso di chiamarsi fuori dalla rosa dei 10 candidati più votati al primo turno dagli iscritti al M5S.

Paolo Becchi, docente di Filosofia del Diritto a Genova (considerato l’ideologo del Movimento 5 Stelle), con un tweet commenta: “Ho pregato più di Santa Teresa d’Avila. Ha vinto il cuore e non la testa ma è un cuore grande quello del M5S”.

Il Pdl tuona il suo no, ma il no dei berlusconiani conta quel che conta: “Con la candidatura grillina di Milena Gabanelli al Quirinale, la Repubblica Italiana avrebbe bisogno di un nuovo simbolo: le manette. Non abbiamo bisogno di un’Italia fondata sul giustizialismo”. Così Daniele Capezzone, coordinatore dei dipartimenti Pdl.

A Capezzone gli si potrebbe rispondere che l’Italia e il popolo italiano non hanno proprio alcun bisogno di un’Italia fondata sul berlusconismo, perché il berlusconismo è Berlusconi, perché il berlusconismo non è una ideologia e non è nemmeno la vaga sembianza di una politica di destra.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in editoriale, Iannozzi Giuseppe, politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Milena Gabanelli al Quirinale. Una grande epocale scelta del popolo italiano – Iannozzi Giuseppe

  1. Felice Muolo ha detto:

    Magari la Gabanelli diventasse presisente e il simbolo dell’Italia fossero le manette. Solo così si può sperare di cambiare il corso delle cose in questo Paese.

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E’ quel che penso anch’io. Anche se il Pdl, al suo solito, è uscito fuori con una dichiarazione che non fa alcun onore a sé stesso né all’Italia.

    L’Italia ha bisogno di un cambiamento radicale, di persone con la testa sulle spalle, di persone pulite: e chi meglio della Gabanelli? Sarei davvero felicissimo se diventasse il nostro presidente al Quirinale. Finalmente potrei camminare a testa alta e dirmi italiano senza dovermi vergognare.

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.