Malalingua & Co. (poesie dark, illustrazione di Valeria Chatterly Rosenkreuz) – Iannozzi Giuseppe

Malalingua & Co.

(poesie dark)

Iannozzi Giuseppe

Dall’archivio privatissimo perché non ce l’ha solo lui…
e chi ha orecchi per intendere intenda. – g.i.

Malalingua & Co.

Malalingua & Co.

Malalingua & Co. è Opera originale di Valeria Chatterly Rosenkreuz

Frank

La carne ch’egli oggi veste,
quel cervello senza futuro
dentro alla scatola cranica,
di lui tutto m’appartiene
seppur di natura mortale
senza ‘l carattere
dell’eterno immenso

In sorte egli sol lascia
traccia labile
sfibrata,
invalida più d’un niente

Sì tremenda la verità
che ‘l corpo sostiene,
ignorando del dì ferale
la precisione!

Malelingue

Son come i topi certe persone
che squittiscono all’alba felici
pria di dar l’alma
a quel Padreterno nudo e crudo
che illeso nei tersi cieli dimora,
scostante, nulla affatto interessato
a prestar orecchio alle lingue
che finiscono giù nel profondo
– nel cavo della bocca
dove l’ugola è già appendice,
fragilità
che putrefazione avrà per sé

Così le malelingue,
che quando il dì si fa sereno
fiato dabbasso tosto sciupano
credendo d’aver scampata
un’altra volte l’orrida morte,
ignorando
che proprio nelle ore di luce
il negro sudario ama soffocar
in silenzio chi troppo ha osato!

Prima dell’Alba

Ho sete
Ho una sete…
Non puoi immaginare
O forse sì, mai in fondo però

Ho sete
Una sete del diavolo
Ho bisogno di soddisfarmi ora
Non posso attendere oltre

Alba, sia tu maledetta!

Ho bisogno di te
D’una colomba sangue di rubino
La livida notte ha segnato
col suo marchio chi vivrà e chi no

Ho sete
I negri bastardi ululano
contro Diana in cielo alta
a baciare del camposanto
gl’epitaffi giovani e maturi,
ma tutti senza speranza

Ho sete infernale
La mia bocca di denti
sul tuo vergine collo
sì giovane, e nient’altro
Ho una sete di te
che posso placare
solo sacrificandoti a me

Pioggia di sole

Bimba,
sarà una pioggia di sole
Sarà tutto il mio amore
che ti verrà addosso
Non ci sarà scampo

Bimba,
non ti resta
che soccombere
e lasciare che ti ami
prima che il mondo
esplodi nell’infinito
di stelle indiavolate

Non ci sarà scampo
Mettiti il cuore in pace
e amami eternamente

In ginocchio per te

Hai ragione
M’hai fatto perdere il senno
Adesso voglio solo il tuo seno
Sto in piedi per miracolo,
ho perso le ali e il volo
Così candida, come la neve
Vergine forse!
E in grembo rechi
un buon sapore di fragole
e sulle labbra il color del sole
che all’alba si sveglia
su verde valli, specchi di laghi
e più procellosi mari

Però non lo sai
che giovinezza è vanità
Dimentica, dimentica la verità!
Così giovane non puoi capire
cosa sia uno spirito
che più non crede in niente
tranne al tuo cuore arrossito
messo di fronte alla mia impertinenza
di chiederti sì presto in moglie

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe, giornalista, scrittore, critico letterario
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, Beppe Iannozzi, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, King Lear, poesia, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Malalingua & Co. (poesie dark, illustrazione di Valeria Chatterly Rosenkreuz) – Iannozzi Giuseppe

  1. Furbylla ha detto:

    come degli urli silenziosi a me paiono
    giorno
    cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Hai detto proprio bene, cara Cinzietta.
    Le avevo pubblicate sul vecchio blog, ma del post originale ho tenuto le migliori lasciando fuori quelle che oggi rileggendole ho trovato che fossero bruttine.

    Bacione e buondì

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.