Quattro stracci, una rupia e una bambola di cartapesta di Felice Muolo – recensione di Lucio Angelini

Quattro stracci, una rupia
e una bambola di cartapesta

di Lucio Angelini *

Fonte: http://lucioangelini.iobloggo.com

quattro stracci una rupia e una bambola di cartapesta - Felice Muolo

quattro stracci una rupia e una bambola di cartapesta – Felice Muolo

[…] segnalando un volumetto buonista, ma non troppo sciropposo, di Felice Muolo, che vive a Monopoli in provincia di Bari: “Quattro stracci, una rupia e una bambola di cartapesta”.

Il titolo allude al corredo con cui la bambina Pragasi, seienne, arriva dall’India  all’aeroporto di Milano con un cartello appeso al collo, “come un pacco postale. Su c’erano scritti il mio nome e quello del destinatario. Cognome non ne avevo. Ad attendermi c’erano i miei genitori adottivi che vedevo in carne e ossa per la prima volta.”

E quando, a pagina 57, la bambina si lascerà sfuggire uno sconsolato:

“A volte penso che [la mia mamma adottiva] non mi voglia un gran bene”, sarà la Madonna stessa, in sogno, a rincuorarla:

“I genitori adottivi sono eccezionali: sono capaci di amare i figli non generati da loro come fossero propri. Gesù ha avuto un papà adottivo, so quello che dico.”

Parola di Madonna!

“La mattina successiva alla notte in cui avevo conversato con la Madonna, mi sentii finalmente liberata dal complesso dell’orfana che mi aveva condizionato fino ad allora, impedendomi di considerarmi una bambina uguale in tutto e per tutto alle mie compagne di scuola.”

La storia di Pragasi, narrata dal punto di vista della bambina stessa 3 anni dopo il suo arrivo in Italia, si conclude così:

“I vestiti che ho portato dall’India, la rupia e la bambola di cartapesta li conservo gelosamente. Rappresentano le mie radici. Nessuno può disconoscere le proprie radici.”

Tra i meriti del libro, l’aver attirato gli elogi di Giuseppe Iannozzi, cattivissimo orfanello della rete.

Nessun rimpianto, nessuna accusa: ho tirato i remi in barca. Aver pubblicato un tot di libri è più che sufficiente. Ci sono precedenti illustri a confermarlo.

(*) Ex insegnante, ex scrittore per ragazzi, ex traduttore, ex editore, ex editor… pronto a rifarsi una verginità.

acquista

http://www.lulu.com/spotlight/felicemuolo

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, autori e libri cult, casi letterari, critica, critica letteraria, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe consiglia, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, rassegna stampa, recensioni, romanzi, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Quattro stracci, una rupia e una bambola di cartapesta di Felice Muolo – recensione di Lucio Angelini

  1. Felice Muolo ha detto:

    Grazie. Ma specifica che quello che ha tirato i remi in barca sono io. Lucio non va in barca, scala le montagne, e che montagne!, sicuramente per stare più vicino a suo padre che da tanto tempo dimora in cielo.
    Felice.

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Certo che quello che ha tirato i remi in barca sei tu, Felice. Non è forse chiaro? D’altro canto la recensione è di Lucio, io non posso mica modificarla.

    Un abbraccio

    beppe

    "Mi piace"

  3. romanticavany ha detto:


    Direi che Lucio Angelini è molto gentile, d’altra parte è bello sentirsi apprezzati
    Buon Pomeriggio ♥ vany

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Lucio sa il fatto suo. Se non avesse giudicato buono il libro di Felice, sta’ pur certa che non avrebbe esitato un solo momento a stroncarlo. Per certi versi, Lucio è meglio e peggio di me quando si tratta di portare un giudizio su un libro. Sono certo che ti piacerà molto il libro di Felice, “Quattro stracci, una rupia e una bambola di cartapesta”. Casomai mi farai sapere.

    ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  5. Felice Muolo ha detto:

    Se non dovesse piacerti, ti chiedo per favore di mentire. Almeno a Beppe e a Lucio. Mi dispiace deludere gli amici.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.