In ricordo di Giancarlo Bigazzi a un anno dalla scomparsa

In ricordo di Giancarlo Bigazzi
a un anno dalla scomparsa

Giancarlo Bigazzi

Dopo l’addio, ci siamo lasciati per strade diverse.
Negli occhi le lacrime e il rimpianto di un tempo vissuto.
Nel cuore un lembo di cielo, e così un sorriso prende il volo
dove sei tu…

E’ trascorso un anno dalla scomparsa di Giancarlo Bigazzi, grande artigiano della musica e genio incontrastato del pop italiano degli ultimi cinquant’anni. La sua capacità di creare su misura per i suoi artisti, quasi in maniera sartoriale, testi, musiche e produzioni che sono diventate le canzoni che hanno fatto da colonna sonora alla storia del nostro Paese, rimane sino ad oggi insuperata. Quasi mezzo secolo di una geniale e fortunata carriera, una vita di successo accompagnata dalla sua compagna, un grande amore, quello di una vita per la donna che da sempre è stata al suo fianco, Gianna Albini Bigazzi e che oggi nel primo anniversario della morte lo ricorda con queste parole:

“Nel silenzio di un anno senza Giancarlo, siamo noi ora, a cercare le parole….
ci viene il desiderio di ricordarlo, di far sapere, come una solenne dichiarazione di nostalgia, che Giancarlo non c’è più e non c’è già più da un anno!
Vorrei vederlo nella sua poltrona immerso in una nuvola di fumo e pensieri….
Vorrei sentirlo ancora, strimpellare al pianoforte a notte fonda, preso da raptus di trovare nuove note perfette per la sua melodia.
Vorrei vederlo assorto a dispensar consigli a chi con tanta speranza si affaccia al palcoscenico della musica.
Forse vorrei solo, che fosse ancora qua!
Allora nel silenzioso vuoto che ha lasciato, mi rendo conto che non siamo poi cosi soli. La sua Musica, i suoi scritti, e i suoi spartiti sono tanti e poi tanti, che non si esauriscono nel lasso di tempo di un addio.
La Musica di Giancarlo è più viva che mai adesso che porta il peso della sua assenza…
Il piccolo esercito di grandi cantanti che si sono formati alla fucina di Giancarlo è ancora armato dalla sua musica e poesia, così continua a strapazzare i nostri cuori, vinti da emozioni senza tempo e profumo di “Rose Rosse”.

Ci manchi Giancarlo e con Un’apertura d’ali, ti arrivi il nostro amore e ricordo di te!

RIPOSA.”

Gianna Bigazzi

Un anniversario che viene ricordato anche attraverso la messa on line, il 19 gennaio 2013, di un nuovo sito www.bigazzimusic.com vetrina della GB music, la storica etichetta discografica fondata da Gianna e Giancarlo dove si potranno ripercorrere tutti i successi musicali in particolare nella sezione Giancarlo Bigazzi, mentre in Discografia, rivivere, attraverso i filmati, le canzoni più belle del nostro recente passato. Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro del figlio Giovanni che, al passo coi tempi, continua il lavoro discografico e che per il nuovo sito si è avvalso dell’esperienza di Federica Lorenzi de Lafenicestudio (www.lafenicestudio.com) che ne ha curato la parte creativa e tecnica. Perché “prendi il posto mio per tirare il carretto, conto su di te, non scansare la lotta, conto su te, perché affronti la roccia che una vita è, e lo faccia meglio di me” sono le profetiche parole di Giancarlo Bigazzi dedicate al figlio nel 1982.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, comunicati stampa, cultura, internet, musica, società e costume, web e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a In ricordo di Giancarlo Bigazzi a un anno dalla scomparsa

  1. tuA ha detto:

    Amen

    "Mi piace"

  2. Pingback: In ricordo di Giancarlo Bigazzi a un anno dalla scomparsa | IsabellaDifronzo's Blog

  3. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Direi che Bigazzi meriti molto di più d’un semplice amen, non trovi?

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.