Il circo di Premiopoli. Anila Hanxhari contro Tiziano Scarpa

Il circo di Premiopoli

A lui, ma non a Tiziano Scarpa, vincitore di quell’edizione dello Strega. Il suo Stabat Mater (Einaudi, 2008) è stato accusato per ben due volte di plagio e il web ha riportato la notizia con un piacere sadico.

Anila Hanxhari

Anila Hanxhari

Dopo la strana somiglianza col racconto Lavinia fuggitiva di Anna Banti, è stata la volta dell’«elaborazione creativa non consentita» ai danni della poetessa albanese Anila Hanxhari – autrice dell’inedito Maria delle caramelle – che, nel 2008, ha fatto richiesta di risarcimento danni a Einaudi. A quanto pare, «L’editore Mondadori chiese in visione ad Anila Hanxhari il testo integrale di Maria delle caramelle, mentre l’editore Einaudi rispose all’autrice via telefonica fornendole un indirizzo e-mail dove poter inviare il manoscritto». Così apprendo dal blog di Giuseppe Iannozzi, dove, tanto per toglierci una piccola curiosità, scoviamo anche il pdf che mette a confronto i due testi. L’inedito di Anila Hanxhari non fu pubblicato, mentre quello di Scarpa vinse lo Strega.

Leggi tutto sul blog di Gaia Conventi

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, controinformazione, critica, critica letteraria, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, NOTIZIE, querelle, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il circo di Premiopoli. Anila Hanxhari contro Tiziano Scarpa

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    non ho la preparazione e neanche “l’autorità” che potrebbe dar credito a questo mio ma la mia opinione di semplice lettrice (dopo aver letto anche tutto pdf) è che tutto ciò è veramente una vergogna che disorienta i semplici lettori come me. Oltretutto mi permetto di dire che è una scopiazzata anche fatta male…..lo stile particolare di Anila rende in ogni caso unico il suo scritto. Ma si sa ormai come funziona in tutto…
    cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Mi basta la tua opinione di semplice lettrice.
    Neanche io traggo delle conclusioni, metto però a disposizione un pdf dove evidenzio tutte le somiglianze fra il lavoro di Anila Hanxhari e quello di Scarpa.
    Anila aveva mandato il suo lavoro all’editore, che poi l’ha rifiutato. Poi è uscito Scarpa con un lavoro che contiene davvero troppe somiglianze con il lavoro di Scarpa. Il pdf lo puo’ leggere chiunque e trarre le sue conclusioni.

    Spero che in sede idonea si faccia chiarezza.
    Stabat Mater è finito in tribunale per ben due volte. Dovrà pur significare qualcosa, o no?

    Da Gaia Conventi ho scritto:

    Le somiglianze fra il lavoro di Anila Hanxhari e quello che dovrebbe esser il lavoro di Scarpa sono, a mio avviso, impressionanti. D’altro canto il pdf che ho messo online sottolineando le similiarità parla da solo.

    E’ sempre un grosso pericolo mandare lavori agli editori che poi magari rispondono no, ma… Ricordo Aldo Busi che ne parlava in “Nudo di madre (manuale del perfetto scrittore)”, se non vado errato: in pratica diceva che alcuni editori dicono no, tranne poi ripescare dagli autori a cui hanno detto di no; ecco perché lui pretende d’esser pagato subito e sull’unghia quando dà qualcosa a un editore.

    Direi che c’è ben più di qualcosa su cui riflettere.

    Lo Strega è inflazionato oggi più di ieri: Vassalli non partecipa più ad alcun premio. Chissà perché.

    E sottolineo che è impressionante il silenzio assordante che si fa queste vicende che invece dovrebbero interessare tutti ma proprio tutti, autori ed editori.

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.