Re Lear lo scimmione – Un racconto autobiografico bonus di Giuseppe Iannozzi per invitarvi a leggere ”Angeli caduti” di Beppe Iannozzi edito da Cicorivolta edizioni

Re Lear lo scimmione

Giuseppe Iannozzi

Re Lear lo scimmione

Re Lear lo scimmione


angeli_caduti_giuseppe-iannozziAngeli caduti
Beppe Iannozzi
Cicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-56-7
pagine: 230
© 2012
prezzo: € 13,00

Cicorivolta librerie di fiducia


ordina i libri Cicorivolta nelle librerie Feltrinelli

Angeli cadtui di Beppe Iannozzi nelle Librerie Feltrinelli di Torino

Per i residenti in Torino e provincia: da venerdì 17 agosto potrete trovare Angeli Caduti di Beppe Iannozzi presso le librerie Feltrinelli (senza bisogno di ordinarlo):

la Feltrinelli Libri e Musica
piazza C.L.N., 251 – 10123 Torino TO

la pagina web de la Feltrinelli Libri e Musica

Librerie Feltrinelli Srl
Piazza Castello, 19 10123 Torino

la pagina web de la Feltrinelli librerie Srl


IBS INTERNET BOOKSHOP LIBRERIAUNIVERSITARIA

amazon.it

Deastore.com WEBSTER.IT



guarda il booktrailer


C’è uno scimmione, che tutti chiamano Re Lear, ma in realtà è una truffa perché non ha corona né un popolo che lo ami, eccetto qualche migliaio di femmine. Ma uomini al suo servizio neanche uno, non un paggetto, non un lacchè. E’ completamente matto ed è tutta la ricchezza che c’è nei forzieri reali.

Le donzelle credono che un Re debba per necessità di cose avere un gran bel tesoro, una corona tutta d’oro e altri magnifici gioielli: neanche immaginano che il tesoro della Corona è soltanto una testa piena di pazzia e null’altro. Non sapendo la verità, tutte – o quasi – gli fanno la corte, e quelle con la testa più calda arrivano al punto di chiedergli persino consiglio. Re Lear se la ride sotto i baffi, anche se a dire il vero ride sempre perché completamente tocco. Le donzelle si disperano, gli fanno regali, qualcuna arriva al punto di dirlo addirittura Poeta, ma nella sua pazzia congenita Re Lear ben sa di non esserlo. Qualche volta ha pure tentato di chiarire il malinteso, ma con nessun apprezzabile risultato, così alla fine ha gettato la spugna: in fondo le lodi delle donne non gli dispiacciono, anzi si può dire che vive di immeritate lodi.
Re Lear è uno scimmione, questo il suo aspetto: le donne se ne avvedono, però tacciono pensando che a un re tutto vada perdonato, anche d’esser brutto e di cattive maniere. Mangia banane, da mane a sera. Ha un carattere pessimo e a letto tira certe scoregge che fanno invidia a Dio e a Belzebù, son tanto forti che potrebbero tirar giù il mondo in un sol botto se solo il Re lo volesse. Ma il Re è matto, è solo matto e di buttare il mondo nell’oblio non ci pensa affatto. Così i giorni passano tutti uguali, il Re diventa sempre più matto e brutto, e le donne continuano a fargli la corte e lui se la gode. Ad esser sinceri, Re Lear è proprio un egoista: vive di lodi e non ama nessuna. E’ che vorrebbe un popolo, o almeno un paggetto da fustigare di tanto in tanto. Ed invece niente. Non c’è un solo uomo che lo ami, o che lo rispetti perlomeno. A questo punto dovrebbe essere a tutti chiaro che Re Lear è matto, da evitare. Però accade che le donne gli stanno dietro e si consumano pure di gelosia. Povero Re Lear! Sconsolato abbraccia un banano, lo scuote ben bene finché i frutti cadono tutti e si ficca una bella grossa banana in bocca, sognando un bel paggetto da fustigare, di tanto in tanto.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, autori e libri cult, Beppe Iannozzi, casi letterari, consigli letterari, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, LA LEBBRA, letteratura, libri, libri di racconti, narrativa, NOTIZIE, promo culturale, racconti, racconti semi-autobiografici, romanzi, satira, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Re Lear lo scimmione – Un racconto autobiografico bonus di Giuseppe Iannozzi per invitarvi a leggere ”Angeli caduti” di Beppe Iannozzi edito da Cicorivolta edizioni

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    proprio dura la vita da Re lear……..lo scimmione. 😉
    cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Dura sì. Non ci crederai, o forse sì, ma l’idea che si possa pensare a me come un poeta è una palla al piede. Di tutte le poesie che ho scritto e che continuo a postare ne salvo giusto una manciata, ma la maggior parte è schifezza allo stato puro. Conosco i miei limiti. Le poesie, chiamiamole così, le posto come un riempitivo e forse anche perché fanno piacere, e non dico che sono belle. Siamo in un paese dove tutti si credono poeti. Io non mi penso poeta, non lo sono punto e basta. Sono uno dei tantissimi che scrive poesie, ma che per la Poesia, per la vera Poesia, non hanno valore alcuno ed è giusto così.

    bacione

    beppe

    Mi piace

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    ogni parola che entra nel cuore anche di una sola persona è poesia…ci son poesie di grandi che mi lasciano totalmente indifferente per me quella non è poesia è poetizzare bene ahahah esiste? ma nulla di più. quindi amico mio mi spiace per me sei poeta. e se ti arrabbi fai due fatiche ahahahah
    bacione
    cinzia

    Mi piace

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Poeteggiare è quando uno scrive della poesia ma in maniera un po’ così e così.
    Non sono un poeta, ti prego Cinzietta, la Poesia è troppo ALTA per me. Non sono un Poeta. Sono lunsigato e felice che le mie parole suscitino delle belle emozioni, ma lo so di non essere un poeta. Non è per falsa modestia che dico ciò, è che conosco quali sono i miei limiti e li accetto.

    Bacione immenso, Mamma Orsa

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.