Sette giorni. Poesie erotiche di Giuseppe Iannozzi per invitarvi a leggere ”Angeli caduti” di Beppe Iannozzi edito da Cicorivolta edizioni

Sette giorni

Giuseppe Iannozzi


Angeli Caduti - Beppe Iannozzi - Cicorivolta edizioniAngeli caduti
Beppe Iannozzi
Cicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-56-7
pagine: 230
© 2012
prezzo: € 13,00

Cicorivolta librerie di fiducia


ordina i libri Cicorivolta nelle librerie Feltrinelli

Angeli cadtui di Beppe Iannozzi nelle Librerie Feltrinelli di Torino

Per i residenti in Torino e provincia: da venerdì 17 agosto potrete trovare Angeli Caduti di Beppe Iannozzi presso le librerie Feltrinelli (senza bisogno di ordinarlo):

la Feltrinelli Libri e Musica
piazza C.L.N., 251 – 10123 Torino TO

la pagina web de la Feltrinelli Libri e Musica

Librerie Feltrinelli Srl
Piazza Castello, 19 10123 Torino

la pagina web de la Feltrinelli librerie Srl


IBS INTERNET BOOKSHOP LIBRERIAUNIVERSITARIA

amazon.it

Deastore.com WEBSTER.IT



guarda il booktrailer


Sette giorni

Non è più il tempo dei giochi,
degli amori impossibili
Tutto è finito, tutto, amica mia

Le strade vuote di vita
E tu dici che dopo la mattanza
ci corrono ombre di angeli e demoni
Io so soltanto
che la canna della 45 fuma
Te ne sarai resa conto,
ho la bocca impastata di morte
Non è bastata la tua saliva a sciogliermi
quel nodo in gola che preme

Non è più il tempo di ridere
Non è più il tempo di piangere
Abbiamo visto molti corpi al tramonto
E siamo rimasti indifferenti,
legandoci le mani
quasi sperassimo ancora di salvarci

Le strade spazzate dal vento e basta
Abbiamo sparato a ogni bersaglio,
a ogni uomo o donna, e a ogni bambino anche
Nessuno è rimasto in piedi, nessuno
I corpi ammucchiati l’uno sull’altro,
oscenamente nudi fanno quasi tenerezza
Abbiamo visto il tramonto,
lo abbiamo visto tingersi di insanguinate oscenità
E dopo tante pallottole non è nato un amore

Le strade vuote di vita
Dici di vedere ombre di angeli e demoni

Amica mia, non è più il tempo di…
Hai delle gran belle gambe, sì
Non lo nego,
abbiamo fatto del nostro meglio,
ma non potevamo cambiare
il delirio scritto da Dio, da Io

Amica mia, è il tempo di darmi la tempia
Amica mia, è il tempo di scrivere la Fine
Sarò di nuovo completamente solo
come all’inizio di tutto, come all’inizio di tutto

Sarò di nuovo completamente solo
come all’inizio di tutto, come all’inizio di tutto
Sei giorni per creare ogni cosa e uno per morire

E uno per morire di cecità

Chitarra blu

Prendi la mia chitarra
Prende fuoco
E’ una donna di curve,
di violenze e dolcezze

Prendi questo blues
Hai tanto da imparare
E la barchetta di carta va,
scivola lungo il fiume giù
Tu aspetti il tuo uomo
Ha fatto una promessa
e non può aver tradito
I ranocchi si fanno avanti
alla sera, e tu sogni

Prendi questa chitarra
e spezza l’incantesimo
che ti fa bella addormentata
Prendi questo blues
Prendi questa donna con te,
questa chitarra di fiamme blu

E non ci pensare più
(Tutti scrivono poesie e promesse)
E non ci pensare più
(Tutti sognano bugie e ritorni)
E non ci pensare più
(Tutti hanno un cassetto di lettere)

Prendi questa chitarra blu
e violentala anche tu
Non chiedo altro
Non ti chiedo altro
Ascolta questo blues for you

Gatta in calore

Perché sei tornata?
Avevi detto
che non m’avresti
perdonato
né per la pipa
né per l’archetto di violino
spezzati

Avevi promesso
di tornare da tua madre
– una gatta bianca e nera
con la coda fra le gambe

E ti trovo di nuovo
in mezzo ai piedi
a scopare via la cenere
Non sei cambiata:
cestini ancora i biglietti
e i profumi delle mie amanti

Mi chiedo
perché ti sopporto:
forse perché mi gratti bene
la schiena, e dopo lo fai
senza pudore
bagnata di sudore

Altrove

Tu cerchi altrove
l’amore
ma non sai
che ti è accanto
Esso riposa
nell’impronta calda
che tu hai lasciato
sul bianco del letto
– fra lenzuola e cuscini
profumati
dei tuoi mai confessati
desideri

Polvere di stelle

Nell’orgoglio viviamo
e in esso moriamo
Nude foglie
al vento strappate
da carezze di violenze
Louis incontra Duke
per il Grande Summit
Chissà se hai
coscienza
– conoscenza
Si vive anche senza
una vita
e una lingua di piercing
Ma il primo uomo sulla Luna
allunò e fu lui, Armstrong,
a lasciare l’impronta
che oggi ti fa paura

…credo
che questo paese
debba impegnarsi
a realizzare l’obiettivo,
prima
che finisca questo decennio,
di far atterrare
un uomo sulla Luna
e farlo tornare sano e salvo
sulla Terra…

Kennedy
era bello
– di larghe vedute
E tu,
quanta polvere di stelle
hai nelle scarpe?

Un giorno

Chi è quel bimbo
addormentato?
E’ la speranza che domani
un mondo nuovo sorgerà
dalle bianche mute pagine
ancora tutte da scrivere

Lucio, Lucignolo

Lucio, Lucignolo,
devi cadere
nel burrone profondo
Devi cadere
e toccare
con mano l’Inferno,
le sue fiamme
e i culi di quelle donne
un po’ così e così
che qui sulla Terra
fecero la vita
sempre a spasso
in cerca di clienti
e d’un anestetico alcolico
prima del sesso

Lucio, Lucignolo,
devi cadere
dentro a un profilattico
bucato – fallato
Sarà un po’
come tornare
nel grembo materno
Devi lasciarti cadere
nell’abbraccio
che il Vuoto ti offre
Una distrazione
e giù cadrai
fino a toccare il fondo
Credimi, è il solo modo
per arrivare
nel profondo
della Verità
se una che valga due lire
qua o là c’è

Forza, lasciati
andare
Tira giù la zip
Sgancia
i moschettoni,
imita le aquile
che osano,
e non ci pensare più
Lasciati cadere
Vieni a toccare
l’Inferno
con la tua nuda mano
che grande gioia
ti diede tanti or sono
nelle ore di noia,
di seghe infinite

Forza, Lucignolo
Basta poco,
lasciarsi cadere
nel burrone
E’ poi solo
vile questione
di buona volontà
Vieni, vieni giù

Vieni, vieni giù
anche tu, anche tu
Sì, sì, anche tu…

Pesce muto

Allora…
Ho due mani
Due piedi
Due occhi
Un naso
Una bocca
persino,
e so parlare
all’occorrenza
Per non tirarla
troppo
per le lunghe,
direi che,
pressappoco,
sono uno,
cioè
un bipede
o essere umano
che dir
si voglia
proprio
come te
So bene
che la notizia
ti sconvolgerà,
quindi
per il tuo bene
ti prego
di metterti
comoda:
non vorrei mai
che cadessi
per terra
a causa
di quanto
ti ho or ora
rivelato
Ma forse
è già
troppo tardi,
e tu
– poveretta! –
sarai
per terra
lunga distesa
senza sensi
Lo spettacolo
m’è triste assai,
tu non sai quanto
sono dispiaciuto,
mai avrei voluto
che ti crollasse
il mondo addosso
E’ che
a dare
le cattive notizie
non sono mai
stato granché
bravo
Ti vedo
lunga distesa
uguale
a una sogliola
fuori
dall’acqua:
giusto
un fil di vita
strisciante
ti anima ancora
il corpicino
sottile sottile
tra un singulto
e uno spasmo
Dio,
che sofferenza:
neanche
il verme
soffre così tanto
quando la falce
lo taglia
a metà
nel campo di grano
biondo e maturo
Nemmeno
il pidocchio
presso sotto scacco
dal martello
ha un’agonia
così lunga:
un colpo e via,
per la Madonna!
Ma non la sogliola
Dio non voglia
che ora
mi tocchi
pure d’andare
a pregare
per la pace
dell’anima tua
Non riuscirei
a spiccicar
parola,
te lo giuro:
starei davanti
al Cristo muto
muto pure io,
zitto e muto
suppergiù uguale
a quel Gesù
in croce,
cioè proprio
muto di brutto
senza il dono
della parola:
un pesce
praticamente
Non sai
che imbarazzo
Non sai
niente
Ma a quest’ora
l’Iddio
nella sua immensa
misericordia
ti avrà già
accolta
nell’abbraccio
dispensato
a chi di qua
passa
a più fine vita,
nell’Aldilà

Perdonami,
ma ora
sento
sul serio
una fame bestia:
è giunta
così presto oggi
l’ora della cena,
così credo
che mangerò
un altro bambino
Sono
solo un po’
– come dire! –
indeciso,
se sia meglio
un tenero bollito
o un più saporito
stufato
Ci penserò
in fretta
Tu però
non t’angustiare:
questi
sono problemi sì,
ma solo
per i Comunisti!

Null’altro la commuoveva

Questa bimba
io l’ho persa
Aveva occhi belli lucenti
e bolle di sapone in testa,
sempre a sognare
questo e quest’altro
quasi che l’azzurro del cielo
fosse la sua esclusiva
dimensione

Lunghi i capelli li portava
perché scendessero
a cascata
lungo l’agile schiena
fino a toccarle il sedere a cuore
La ricordo
che recitava tenerezze
con la puzza sotto il naso,
sempre sul chi va là
Era chiaro
che aveva ricevuto offesa
E non ne parlava
con chicchessia
Solo una lacrima
a metà piangeva
quando la si accompagnava
a vedere
un film di Kubrick
Null’altro la commuoveva

Null’altro
le dava la spinta
per una pacata carezza
al vento, o a nessuno
in particolare

Null’altro la commuoveva
Null’altro

Questa bimba
io l’ho persa
cercando indarno
di trovare il centro
del suo universo

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, autori e libri cult, Beppe Iannozzi, casi letterari, consigli letterari, cultura, editoria, eros, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, libri, libri di racconti, narrativa, NOTIZIE, poesia, promo culturale, romanzi, segnalazioni, sexy, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Sette giorni. Poesie erotiche di Giuseppe Iannozzi per invitarvi a leggere ”Angeli caduti” di Beppe Iannozzi edito da Cicorivolta edizioni

  1. romanticavany ha detto:

    Esagerato….sempre esagerato.
    Esagerato nei contenuti e nella quantità si distinguono:
    Polvere di stelle,Un giorno,Lucio, Lucignolo.

    Bacetti e morsetti ♥vany

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sei una criticona stasera. 😉 Mi piace, mi piace che critichi.

    Non ho speranze, l’ho capito. Non è bastato neanche mettermi in ginocchio. Sei più dura della Madonna (la cantante): inutile pregarla, non ci sta verso.

    LeKKatine, morSetti, piSSicotti e careSSIne, Pesty VanY ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  3. RosaOscura ha detto:

    Liriche intense e coinvolgenti…

    Buona domenica Beppe!

    Giò

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Grazie, cara Giò.

    Buona domenica a te. E un forte abbraccio

    beppe

    "Mi piace"

  5. cinzia stregaccia ha detto:

    Ha ragione RosaOscura…mi piace molto Sette giorni.
    bacione
    cinzia

    "Mi piace"

  6. romanticavany ha detto:

    king-soccolo.jpg

    "Mi piace"

  7. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    OKAY, OKAY, LO AMMETTO, MI HAI FATTO MORIRE DAL RIDERE E STO ANCORA RIDENDO COME SOLO UN ORSETTO BASTARDISSIMO POTREBBE RIDERE. ♥ ♥ ♥

    tilovvo_cucciolotta_vany.gif

    Dunque è questo quello che pensi del mio libro e delle mie poesie. 😀 FANTASTICA GATTYNA VANY ♥ ♥ ♥

    Adesso la pubblico.
    Non c’è davvero bisogno di altro. Dici proprio tutto, MYA GATTYNA VANY. ♥ ♥ ♥

    Ma lascia che ti prenda e vedrai quanti bacetti e carezzine e lekkatine e solletico ti faccio. Ti soffocherò d’amor e tenerezza, ti farò miagolare all’infinito. ^__^”’

    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO TI LOVVO
    … AD INFINUTUM ♥ ♥ ♥

    orsetto bastardiSSimo di VaNY

    "Mi piace"

  8. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Dunque “Sette giorni” par esser la più quotata, almeno per il momento. 😉

    Bacione

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.