E’ o non è un critico lei? Servo di nessuno

E’ o non è un critico lei?
Servo di nessuno

Giuseppe Iannozzi

Il cellulare squilla, così forte che par sia stato sodomizzato dal diavolo in persona.
Ha la batteria spompa e dovrei metterlo sotto carica, ma in questo momento non m’è possibile…
Alla fine decido di rispondere, pur sapendo che questa chiamata mi ciuccerà la poca residua carica del telefonino.
– Salve.
– Chi parla?
– Sono XXX.
– Chi le ha dato il mio numero di cellulare? Non io.
– Un amico.
– Un amico che d’ora in poi sarà un mio nemico. Non ho autorizzato nessuno a distribuire il mio numero di telefono in giro per il mondo.
– Senta, io ho chiesto e mi è stato dato, tanto più che lei deve recensire il mio libro.
– Devo? In che senso?
– E’ uscito il mio nuovo romanzo, lo trova in libreria.
– Per cortesia, abbassi il tono di voce con me. Io non devo: proprio niente. Spero d’esser stato chiaro.
– Ma che critico letterario del cazzo è lei!
– La saluto.
– Senta, lei non sa chi sono io.
– So benissimo chi è lei. Si chiama XXX, ha scritto un libro e pretende che io lo comperi e lo recensisca. E il suo numero di cellulare, sempreché sia il suo, è nell’elenco del registro chiamate ricevute.
– Lei non ha capito. Lei deve recensire il mio libro. E’ o non è un critico?
– Non sono il suo servo. La saluto.
Blocco le chiamate in entrata di questo XXX. Non ho alcuna intenzione di farmi rompere i coglioni un’altra volta da questo invasato.
La batteria del telefonino è quasi del tutto andata in vacca. Posso solo sperare che non mi chiami proprio ora il presidente degli Stati Uniti!


angeli_caduti_giuseppe-iannozziAngeli caduti
Beppe Iannozzi
Cicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-56-7
pagine: 230
© 2012
prezzo: € 13,00

Cicorivolta librerie di fiducia


ordina i libri Cicorivolta nelle librerie Feltrinelli

Angeli cadtui di Beppe Iannozzi nelle Librerie Feltrinelli di Torino

Per i residenti in Torino e provincia: da venerdì 17 agosto potrete trovare Angeli Caduti di Beppe Iannozzi presso le librerie Feltrinelli (senza bisogno di ordinarlo):

la Feltrinelli Libri e Musica
piazza C.L.N., 251 – 10123 Torino TO

la pagina web de la Feltrinelli Libri e Musica

Librerie Feltrinelli Srl
Piazza Castello, 19 10123 Torino

la pagina web de la Feltrinelli librerie Srl


IBS INTERNET BOOKSHOP LIBRERIAUNIVERSITARIA

amazon.it

Deastore.com WEBSTER.IT



guarda il booktrailer

con preghiera di diffusione


Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, attualità, Beppe Iannozzi, casi letterari, consigli letterari, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, racconti, racconti brevi, racconti semi-autobiografici, romanzi, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a E’ o non è un critico lei? Servo di nessuno

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    Ma davvero ti è successo questo? a quanto pare il famoso “lei non sa chi sono io” non passerà mai di moda per gli imbecilli…
    Buongiorno Beppe.
    cinzia

    Mi piace

  2. vanessa ha detto:

    Certo che avevi ragione, c’è modo e modo di aprire un dialogo e di porsi con le persone.
    A volte certe persone peccano di presunzione o quel che si dice di megalomania si credono dei in terra invece il loro è uno stato psicopatologico caratterizzato da fantasie di ricchezza, di fama e di onniscenza.
    Speriamo che, il povero abbia da te imparato la lezione pensando bene prima di comportarsi ancora incivilmente .
    BUONGIORNOOOOOOOOOOOOOO!! SVEGLIAAAAAAAAAAAAAA!
    Bacetto ♥ vany

    Mi piace

  3. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Orpo che sì.
    Mi arriva la telefonata di uno che non conosco e che non intendo conoscere, vista la sfacciata arroganza con cui si è presentato.
    Questo XXX pretendeva che io andassi in libreria, che comprassi il suo libro e che, dulcis in fundo, scrivessi una recensione, manco fossi io suo fratello. Ma quand’anche fossi stato suo fratello, in ogni caso lo avrei mandato a farsi benedire, come ho poi fatto.

    In ogni caso XXX non l’ho mai sentito nominare.
    Ho poi verificato che è un librettino appena pubblicato: la sua opera prima per un editore che manco sapevo esistesse.
    Una arroganza ma una arroganza: si credeva d’esser chissà chi. Un po’ mi fa pena. Anzi, no: non mi fa pena.

    Buongiorno a te, Stregaccia 😉

    beppaccio

    Mi piace

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Questo XXX si è presentato in una maniera non discutibile, ma a dir poco maleducata.
    Un arrogante e un presuntuoso, e un maleducato come pochi. In pratica sì, un megalomane, ma di quelli che se uno ha un po’ di sale in zucca lo manda a stendere, come poi ho fatto.

    Avrebbe potuto scrivermi in pvt, come tutt* fanno, invece di rompermi le balle sul cellulare.
    Il mio numero di telefono non è un numero pubblico. Ce l’hanno solo alcune persone e per motivi di lavoro.
    Poteva scrivermi in pvt, presentarsi e chiedere il mio numero di telefono eventualmente. Se poi avessi ritenuto interessante il suo libro, non gli avrei detto di ‘no’.
    Si è comportato da vero incivile, per cui il suo libro resta dov’è. Non sarò di certo io a parlarne, nemmeno per sbaglio!

    Buongiorno a te, MYa RegYna VaNY ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    Mi piace

  5. orofiorentino ha detto:

    Roba da matti, eppure è così. Hai fatto benissimo a mandarlo in…
    Lei deve…cosa? Nessuno deve nulla a nessuno. Solo la parola DEVI mi fa venire l’orticaria.
    Un abbraccio
    giovanna

    Mi piace

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Da matti. Ma il mondo è di/dei matti.
    Ci sono anche certi tipi così in giro, purtroppo; e ce ne sono molti.

    Un caro abbraccio a te

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.