Corso a luci rosse – Promo ”Angeli caduti” di Beppe Iannozzi edito da Cicorivolta edizioni

Corso a luci rosse

Giuseppe Iannozzi

Pennywise

Pennywise


Angeli Caduti - Giuseppe IannozziAngeli caduti
Beppe Iannozzi
Cicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-56-7
pagine: 230
© 2012
prezzo: € 13,00

Cicorivolta librerie di fiducia


ordina i libri Cicorivolta nelle librerie Feltrinelli

Angeli cadtui di Beppe Iannozzi nelle Librerie Feltrinelli di Torino

Per i residenti in Torino e provincia: da venerdì 17 agosto potrete trovare Angeli Caduti di Beppe Iannozzi presso le librerie Feltrinelli (senza bisogno di ordinarlo):

la Feltrinelli Libri e Musica
piazza C.L.N., 251 – 10123 Torino TO

la pagina web de la Feltrinelli Libri e Musica

Librerie Feltrinelli Srl
Piazza Castello, 19, 10123 Torino

la pagina web de la Feltrinelli librerie Srl


IBS INTERNET BOOKSHOP LIBRERIAUNIVERSITARIA

amazon.it

Deastore.com WEBSTER.IT



guarda il booktrailer


Hanno consigliato
una scuola di scrittura creativa
perché mettessi finalmente
le virgole al loro posto
nella mia testa
Hanno detto,
hanno fatto così tanto
che alla fine mi sono deciso,
ho smontato baracca e burattini
e mi sono imboscato
per vedere meglio

Quella che parlava
aveva una gran bocca davvero
Se volevo stare al suo gioco
avrei dovuto fare “miao”,
il gattone e lo scimmione a letto
Quella che mi guardava
aveva qualcosa fra le gambe,
qualcosa che anch’io ho

Hanno preso uno
e davanti a tutti
gli hanno tolto tutto
perché tutti potessero vedere
che era un vitello
buono solo per il macello
– un pagliaccio,
un Pennywise con il cervello cariato
e una malattia venerea in corso

“Segui il consiglio,
aggiungici più sangue,
la gente così capisce meglio”

Mani e piedi legati,
faceva ridere i presenti
e i passati a peggior vita anche
Gli hanno messo paura sul serio,
gli hanno rimesso il sesso a posto
insieme alle virgole in testa

“Metti sotto Mozart,
diventa qualcuno!
Dimentica Bach
e il volo del gabbiano
Diventa qualcuno!”

Quella che parlava
aveva una gran dentiera
che batteva parole
su parole, parole su parole
“La scrittura ci rende liberi…
ci mette tutti in riga uguali”

Miao, ideale, geniale
Geniale, scriverò di questo,
di questo incontro a luci rosse

Miao, idea geniale
Idea genitale, scriverò
pari pari di questo, di questo…
di questo corso a luci rosse,
di questa corsa a rotta di collo
per uscire tutto d’un pezzo
fuori di qui

 

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in attualità, Beppe Iannozzi, casi letterari, consigli letterari, cultura, editoria, fiction, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, libri, narrativa, NOTIZIE, poesia, promo culturale, romanzi, satira, segnalazioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Corso a luci rosse – Promo ”Angeli caduti” di Beppe Iannozzi edito da Cicorivolta edizioni

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    non so mica se l’ho capita…è ormai tutto prostituzione e presa per i fondelli?
    buongiorno
    cinzia

    "Mi piace"

  2. vanessa ha detto:

    Buongiorno!!!!!!!!!!
    Tutta una contestazione…dunque?

    ♥ vany

    "Mi piace"

  3. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    MYA REGINA VANY,

    tutto è contestazione perché tutto tutto è corruzione.

    SVEGLIAAA E LASCIA PERDERE TUTTO IL RESTO…

    Il tuo King ha bisogno di una lekkatina vanytosa ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E’ una poesia che utilizza la tecnica del cut-up, tipica di William Burroughs (vedi mio post ^__*) mutuata, per altro, anche da Michael Stipe che scrive i suoi testi con questa tecnica: hai presente gli R.E.M.? Anche di Stipe ho messo su un po’ di testi da me tradotti.

    In sintesi è la mia ennesima presa per i fondelli alle tante scuole di scrittura e agli editor che vorrebbero fare degli scrittori dei numeri tutti uguali, che scrivono tutti alla stessa maniera, ovvero senza stile né contenuti un minimo originali. Cito ad esempio Carver, che morì per via di un tumore e i cui libri furono distrutti dall’editor Gordon Lish. Per fortuna la moglie è riuscita a far ristampare le opere del marito Raymond Carver nella loro versione originale, prima dell’intervento mostruoso di Lish con il suo cazzo di minimalismo. Che dire? Carver era un ottimo scrittore, ma Lish gli ha rovinato tutte le sue opere. A me del Carver pubblicato in vita, stravolto e dimezzato e ridotto ai minimi termini dall’editor Lish, me ne frega meno d’una sega. Per me il vero Carver è quello non toccato dalla diabolica mano di Gordon Lish.

    Gli editor, le scuole di scrittura, stanno rovinando gli scrittori, anche quelli potenzialmente buoni: ci troviamo di fronte a dei librettini tutti uguali, perfettamente allineati, usa e getta.

    Ci sono altri riferimenti, tanti altri in questa poesia… ma scoprili da te. 😉

    bacione

    beppe

    "Mi piace"

  5. mondidascoprire ha detto:

    Tutto è dentro il potere della moda, del business, del pensiero comune , che riduce il cuore , la libertà , la vera identità . Ma per fortuna il nostro cuore è irriducibile e ci pensa la realtà a far venir fuori quel desiderio di felicitá che è l’unica cosa che ci fa ripartire e liberare da tutto..

    "Mi piace"

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    In linea teorica è così come tu dici.
    Nella pratica di tutti i giorni a far la parte dei leoni sono quelli che promettono mari e monti: un cancro quello delle scuole di scrittura.

    "Mi piace"

  7. orofiorentino ha detto:

    Ho dovuto rileggerla più volte. Il senso l’avevo capito bene ma l’esposizione mi sfuggiva, data la mia ignoranza. Per fortuna in un tuo commento hai spiegato e allora tutto si è chiarito ed ho imparato altre cose importanti.
    Sempre geniale.
    Ciao Beppe, bacio
    Giovanna

    "Mi piace"

  8. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E’ una poesia un po’ particolare, che utilizza la tecnica del cut-up, per cui l’interpetazione non è sempre immediata, soprattutto se non si conoscono cose e fatti a cui l’autore fa riferimento. La tecnica del cut-up deve prima suscitare una grande emozione nel lettore, poi il lettore si preoccuperò di capire anche il significato o i significati contenuti nello scritto.

    Un bacio serale

    beppe

    "Mi piace"

  9. orofiorentino ha detto:

    Come si realizza questa la tecnica del cut-up ? Scusa ma sono sempre curiosa di conoscere.
    Ciaoooo
    Un bacione

    Giovanna

    "Mi piace"

  10. wb ha detto:

    hai un’idea geniale?
    scrivila su http://www.ideageniale.net

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.