Angeli Caduti | Beppe Iannozzi (Cicorivolta edizioni) – Zingarella – racconto bonus

Angeli caduti
Beppe Iannozzi

novita in libreria in libreria ANGELI CADUTI - BEPPE IANNOZZI - CICORIVOLTA EDIZIONI

Il parere dell’Editore Cicorivolta: La varietà e la profondità dei temi, degli spunti, gli argomenti, le chiavi interpretative, i soggetti, i protagonisti, i conflitti e le aggregazioni transculturali dall’individuo a “Dio”, dalla strada alla privatezza interiore dell’animo umano e disumano, la geometrica destabilizzazione e ricomposizione del clash of civilizations, fanno di questo libro e di queste storie una testimonianza fra le più dinamiche e intense della nostra narrativa contemporanea.

Angeli Caduti - Beppe Iannozzi - Cicorivolta edizioniAngeli caduti
Beppe Iannozzi
Cicorivolta edizioni
ISBN 978-88- 97424-56-7
pagine: 230
© 2012
prezzo: € 13,00

Cicorivolta librerie di fiducia


ordina i libri Cicorivolta nelle librerie Feltrinelli


IBS INTERNET BOOKSHOP LIBRERIAUNIVERSITARIA

amazon.it

Deastore.com WEBSTER.IT


booktrailer

con preghiera di diffusione


Zingarella

Giuseppe Iannozzi

Avrei dovuto dirle di ‘no’ e tirare dritto. Non ne sono stato capace. Mi aveva fregato nel momento in cui m’aveva fissato dritto negl’occhi coi suoi.

Ero stato a vedere la prima de La Tosca, un riadattamento moderno che non m’era piaciuto granché.
Ero nervoso e insoddisfatto, e il freddo non aiutava di certo a spegnere i miei bollenti spiriti: se avessi avuto fra le mani attori, costumisti, scenografi, gliene avrei cantate quattro. Il riadattamento aveva letteralmente sbudellato lo spirito originale del dramma.

Fossi stato furbo non l’avrei degnata d’uno sguardo né mi sarei lasciato intrappolare dalla bellezza dei suoi occhi, profondi e d’un nero vellutato. C’era innocenza e un pizzico di malizia in fondo agl’occhi stregoneschi della zingarella. Non pareva patita o maltrattata, era solo un po’ sporca. Capelli lunghissimi e ricci, d’un nero avorio, le scivolano lungo la schiena ben oltre il sederino. Una vera tenerezza. Un angioletto pronto a fregare il prossimo.
Non le era occorso sforzo alcuno per mettermi alle strette.
Il clima rigido di gennaio ci faceva disegnare fumetti nell’aria.
Lei non aveva quasi niente addosso, solo degli stracci zingareschi che dovevano riscaldarla ben poco; e ai piedi due piccole ciabatte con lo zoccolo in legno. Il vento sferzava la faccia di entrambi, ma la zingarella non si lamentava, io invece rabbrividivo avvolto nel mio cappotto pesante.
Ci mise un niente per venirmi proprio sotto il naso. Prima m’aveva stregato con lo sguardo, e solo dopo si era a me avvicinata. Subito pigolò: “Un soldino”. Non lo stava elemosinando. Lo pretendeva punto e basta. “Un soldino, un soldino, un soldino”, continuava a ripetere tenendo ben tesa la manina impillaccherata sotto il mio naso gocciolante per il freddo. Non mi avrebbe mollato sin tanto che non le avessi dato il soldino, poco ma sicuro. Mi cacciai dunque la mano in tasca in cerca di moneta. Tirai fuori un paio di monete da un euro e qualche centesimo. Non era molto, non era poco. Depositai i soldini sul palmo della mano della piccola zingara. Lei guardò le monete giusto un secondo, per poi sgambettare subito via senza nulla dire.
La vidi allontanarsi di corsa protetta soltanto dall’ombra dei portici.

Informazioni su Giuseppe Iannozzi

Iannozzi Giuseppe, detto Beppe Iannozzi o anche King Lear. Chi è Giuseppe Iannozzi? Un giornalista, uno scrittore e un critico letterario Ma nessuno sconto a nessuno: la critica ha bisogno di severità e non di mafiosa elasticità.
Questa voce è stata pubblicata in ANGELI CADUTI, arte e cultura, assaggi letterari, Beppe Iannozzi, booktrailer, bukowskiano, casi letterari, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, fantapolitica, fantascienza, fiction, gialli noir thriller, gothic, hard-boiled, horror, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, pulp, racconti, racconti brevi, romanzi, segnalazioni, sesso, sessualità, società, surreale, video e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Angeli Caduti | Beppe Iannozzi (Cicorivolta edizioni) – Zingarella – racconto bonus

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    strana etnia…
    Buongiorno Beppaccio il tuo libro è è nn te lo dico ahahahah mi manca poco..
    baciooone
    cinzia

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Non volevo in realtà parlare di etnie, ma più semplicemente d’una bambina, d’una zingarella.
      Mi è capitato l’altro giorno: secondo te ho avuto cuore di dirle di no? Hai indovinato. Davanti a una bambina che mi fa il faccino triste figurati se sono capace di dirle no, sciò. Io non ci riesco. Sono un debole per questo?

      Buondì, Stregaccia.
      Devo dunque cominciare a temere il tuo giudizio? :-D
      Ti manca poco… d’accordo, poi se vorrai, dirai con tue parole. ;-)

      Bacioneee…

      beppaccio

  2. cinzia stregaccia ha detto:

    lo so ….ma la mia è una considerazione spontanea dovuta al fatto che un pò..li conosco.
    trema trema trema ahahahaha ;)))) ma neanche un pò è un libro bellisssimo..
    dirò dirò..
    ora vado a leggermi poesia
    cinzia

  3. RosaOscura ha detto:

    Un racconto realistico e toccante…
    Perfetta la descrizione della fanciulla. Pare di vederla davanti ai propri occhi.

    Serena giornata
    Giò

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Grazie infinite, cara Giò.
      La cosa mi è realmente accaduta, ma non in inverno, bensì questa estate, pochi giorni or sono. Che ci posso fare? ;-) Davanti al faccino d’una bambina non sono capace di dire di no. Lo so di non averla aiutata, ma la vita degli zingari è così, l’hanno scelta loro, una scelta di libertà. E forse sono più felici di noi. Io credo proprio di sì.

      bacione

      beppe

I commenti sono chiusi.