Un Alieno a Milano | di Iannozzi Giuseppe

Un Alieno a Milano

di Iannozzi Giuseppe

Ispirato a un fatto di cronaca surreale!

“Sono venuto sulla Terra per salvare l’umanità”, così avrebbe detto al contadino che se l’è trovato davanti.
Un alieno sarebbe atterrato in una zona agricola lombarda e si sarebbe subito mischiato alla popolazione locale.
Alle forze dell’ordine il contadino ha riferito che era un alieno perché gliel’ha detto lui papale papale, sorridendogli con una benevolenza uguale a quella di Gesù Cristo e che solo si può veder ritratta in certi quadri di poco o nullo valore.
Quando la polizia gli ha chiesto che aspetto avesse, l’agricoltore ha detto che era “uguale uguale a lui”, impossibile dunque rintracciarlo!

Da quanto si apprende i poliziotti hanno preso un po’ per i fondelli il villano credendolo ubriaco. Si sono però dovuti presto ricredere. Quella che di primo acchito gli era sembrata una collina, in realtà era una sorta di gigantesco uovo, grande quanto il Pirellone di Milano e per buona metà cacciato in mezzo ai campi di riso.
Sul posto sono accorsi giornalisti, tv locali e curiosi a frotte, oltre ai militari che invano hanno tentato di forzare l’uovo alieno.

La zona intorno all’oggetto non identificato è stata presto transennata. Tuttavia le transenne sono state violate e spazzate via da una folla perlopiù femminile.

I cervelloni pensano che l’alieno abbia caratteristiche umanoidi, si dicono però scettici e parlano in maniera sfuggente e un po’ tanto sgrammaticata: “Anche se sarebbe un umanoide, noi saremmo certi che potrebbe averci le orecchie a punta, o gli occhi verdi arancioni e rossi, le mani con sei o sette dita, i piedi come zoccoli… Il contadino non ci abbia fatto caso, ma noi ne siamo sicuri che non sarà proprio uguale a noi. Stiamo lavorando intorno all’UFO. Per ora possiamo solo dire che è di un materiale che sulla Terra non resisterebbe”.

La Protezione Civile ha invitato “la popolazione femminile a non uscire di casa”, ci sarebbe infatti il rischio che “l’alieno cerchi compagnia per approfondire le sue conoscenze sull’umanità”. L’appello della Protezione Civile non è servito a granché, in strada si sono infatti riversate moltissime donne, tutte sopra la sessantina, ma anche ragazze e donne ancora appetibili e fertili. I maschi invece pare si siano chiusi in casa, cercando sicurezza o in cantina o nel ripostiglio.


A breve ANGELI CADUTI di Beppe Iannozzi per Cicorivolta edizioni. Preparatevi dunque a veder realizzati i vostri migliori e peggiori incubi. Non abbiate paura di entrare in contatto con gli ANGELI CADUTI: hanno storie da raccontarvi, per poter essere forse un giorno liberi dalle loro ossessioni. Ascoltate le voci degli angeli e cercate di comprendere le loro ragioni, anche se non poche volte vi sembreranno assurde, illogiche, fuori dal mondo.


Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Un Alieno a Milano | di Iannozzi Giuseppe

  1. vanessa ha detto:

    Un racconto scritto x metà forse per incuriosire .
    Notte king.
    Le parole non servono per regalarti un abbraccio… ma per augurarti una bellissima notte.
    SPERIAMO KE VINCIAMO!!! ;);) :P:P

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Un racconto scritto come se fosse un pezzo di cronaca. Scritto per incuriosire più che altro, vero vero. 😉

    Ma io voglio un abbraccio vero, un bacio vero e una leKKatina vera per poter riposare bene la notte. E son tutte cose che soltanto tu, Uccelletto del Paradiso, mi puoi dare. ♥ ♥ ♥

    Vedi dunque la partita, e brava! 😉 Io no. Non mi interessa. Però visto che tu fai il tifo per l’Italia lo faccio anch’io, però voglio il bacino della buonanotte.

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    Ste donne sempre in cerca di guai forse pensano che siano più molleggiati……dei loro uomini chiusi in casa.
    giorno Beppe fa talmente caldo stamattina che il mac mi sembra una stufa..
    cinzia

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Uhm, credo tu abbia frainteso il racconto. E’ una provocazione. Le donne sono più furbe rispetto agli uomini, per questo vanno incontro all’Alieno, mentre i maschi si trincerano nella paura. L’Alieno non ha intenzioni cattive. Tutt’altro. Gli scenziati, invece, dimostrano d’essere dei perfetti ignoranti, in ogni senso. Sono delle teste d’uovo. E’ un invito alla fr@atellanza, che solo le donne comprendono, mentre i maschi no: la temono la fratellanza e hanno paura di chi potrebbe essere simile a loro.

    Non hai proprio capito. 😉 Sarà per via del caldo. Per questa volta sei scusata.

    bacione

    beppe

    "Mi piace"

  5. cinzia stregaccia ha detto:

    caspiterina ho proprio toppato 🙂
    bacione
    cinzia

    "Mi piace"

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E’ un raccontino, lo sottolineo, niente di che. E’ scritto come se fosse una notizia di cronaca, senza fronzoli né pretese letterarie.
    Hai toppato perché il caldo ti ha disturbata. Tutto qui.

    bacione

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.