Gerardina Trovato lesbica per sfondare nella musica

Gerardina Trovato lesbica per sfondare nella musica

Gerardina Trovato

Gerardina Trovato

Gerardina Trovato si confessa a Chi: «Ero magra, bella. Mi spediscono a Sanremo, categoria “Nuove proposte”. All’Ariston il mio look fa tendenza. C’è un però: tutti pensano che io sia lesbica. Sto al gioco. Mi dicono: “Funziona, vendiamo più dischi. Non smentire”. Fu la mia rovina. Non so che cosa mi passò per la testa. Avevo accettato di snaturarmi, per il dio denaro».

«C’è stato un momento in cui la mia felicità dipendeva dalla morte di qualcuno. L’amore malato di una donna, la mia assistente, mi ha rovinato la vita. Mi sentivo in trappola e non riuscivo a liberarmi. Mi auguravo che quella donna morisse per poter tornare a vivere. Artisticamente nasco nel 1993, quando mi presento da Caterina Caselli con capelli rasati a zero e coppola in testa. A tracolla, la mia chitarra. Grazie alla finzione messa in scena gli affari andavano bene. Mi trovo anche un’assistente personale. Lavoro sia in Italia sia all’estero. La mia assistente diventa anche interprete, quando sono in giro per l’Europa. Ma succede l’imprevedibile. S’innamora di me. Lei, lesbica dichiarata, si mette in testa di voler cambiare la mia sessualità. Ero in trappola. Cambiavo un uomo al mese, ma per il pubblico tacevo e glissavo sulla mia presunta bisessualità. Ma mi rendo conto che sono vittima di una stalker».

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in gossip e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.