Battlestar Galactica. I romanzi ufficiali. Il segreto dei Cyloni e Sagittarius – Multiplayer edizioni – recensione di Iannozzi Giuseppe

Battlestar Galactica. I romanzi ufficiali

Il segreto dei Cyloni e Sagittarius

di Iannozzi Giuseppe

Battlestar Galactica - Sagittarius is bleeding di Peter DavidIl segreto dei Cyloni - Battlestar Galactica

Battlestar Galactica, la serie tv di Ronald D. Moore, che conta 4 stagioni più diversi film e spin-off, è stato l’evento televisivo e non degli ultimi anni, non solo per la sci-fi. Battlestar Galactica ha rivoluzionato il modo di fare fantascienza, di portarla al grande pubblico riuscendo ad appassionare anche chi non ama in particolar modo questo genere.
I personaggi sono umani, non sono degli eroi tout court: hanno passioni, invidie, gelosie, paure, hanno un passato che, giorno dopo giorno, gli si presenta davanti per ricordargli la fragilità di cui sono fatti; e non da ultimo hanno una religione, che mescola elementi cristiani con altri di chiaro stampo ellenistico.
I personaggi non sono degli immortali e non sono dotati di poteri sovrannaturali, soffrono dunque le malattie, si innamorano e odiano anche. Sono tutt’altro che perfetti e non aspirano alla perfezione. Ognuno di noi può ritrovare nei personaggi di Battlestar Galactica il suo alter ego e calarsi quindi nei suoi panni. E’ questo uno dei punti di forza maggiore della serie di Ronald D. Moore, che ha ottenuto l’ambito Peabody Award nel 2005, un Program of the Year Award da parte della Television Critics Association, oltre a diverse nomination agli Emmy e per la sceneggiatura e per la regia.
Chi siamo noi?
Da dove veniamo?
Siamo davvero il frutto dell’evoluzione così come ce l’ha spiegata Charles Darwin? O sono le nostre radici da ricercare altrove, al di là dell’universo conosciuto?
Battlestar Galactica parte dal presupposto che l’umanità condivida un’origine extraterrestre. E’ una ipotesi, una delle tante che sono state avanzate nel corso dei secoli e che non è stata esclusa, non a priori perlomeno: Peter Kolosimo, tra i più noti divulgatori di quella scienza che va sotto il nome di archeologia spaziale, nei suoi tanti saggi, in particolare in Non è terrestre (1968) e Astronavi sulla preistoria (1972), non ha escluso la possibilità che l’umanità non sia nata sulla Terra. E’ un’idea. Sono tanti i misteri, talvolta inquietanti, che la scienza non è riuscita ancora a spiegare: i petroglifi, la costruzione delle Piramidi, il significato arcano di tante raffigurazioni (che sembrano esser tratte da romanzi di fantascienza dove si vedono uomini a cavallo di missili o astronavi), i cerchi nel grano, le teste dell’Isola di Pasqua, le teste olmeche, i presunti abitanti di Atlantide (il continente sommerso/scomparso), etc. etc.

I romanzi della serie televisiva sono tutti basati sulla sceneggiatura originale di Ronald D. Moore e Christopher Eric James, dal soggetto originale di Glen A. Larson.
Jeffrey A. Carver, Craig Shaw Gardner, Peter David e Steve Harper (meglio conosciuto come Steven Piziks) sono gli autori dei romanzi ufficiali tratti dalla serie televisiva Battlestar Galactica, romanzi scritti da valenti e rinomati autori di fantascienza, che restituiscono intatto al lettore lo spirito originale della serie di sci-fi più acclamata degli ultimi venti anni, rivelando anche particolari ed episodi inediti che in tv non è stato possibile portare.

I Cycloni, macchine create dagli uomini che si erano ribellate ai loro creatori quaranta anni or sono, furono sconfitti in una guerra e allontanati. Adesso sono tornati, ma non sono gli stessi che l’uomo aveva creato. Adesso i Cyloni sono molto simili ai loro creatori, così tanto che è impossibile distinguerli. Lo scienziato Gaius Baltar, in combutta con i Cycloni, gli libera l’accesso alla rete informatica: ogni difesa è abbattuta, in meno d’un niente il pianeta salta in aria. Si salva la Battlestar Galactica capitanata da William Adamo. I sopravvissuti sono tutti o quasi sulla Battlestar e non hanno più un pianeta. Per loro c’è un’unica speranza, la Terra di cui si parla in un vecchio libro molto simile alla Bibbia.
Gaius Balter finisce sulla Battlestar. Nessuno sa che è lui il traditore che ha condotto i Cycloni alla vittoria. Adamo, insieme al figlio Lee Adamo e a diversi piloti provetti di Viper decidono di affrontare il viaggio verso la Terra, anche se non hanno idea di dove essa possa esser ubicata nell’infinito Universo. Ma è la loro sola possibilità di salvezza. Accanto ad Adamo il colonnello Saul Tigh, un uomo duro ma vulnerabile: la moglie lo tradisce, e lui annega il dolore nell’alcol. Il Tenente Sharon “Boomer” Valerii attenta alla vita di William Adamo riuscendo quasi a ucciderlo: lo fa perché scopre di essere un Cyclone, la sua mente si risveglia ed esegue l’ordine per cui è stata creata. Lee Adamo insieme a Saul Tigh prendono il comando della Battlestar, mentre il capitano William lotta tra la vita e la morte.
Il Tenente Kara “Scorpion” Thrace è un tipo che non ama le regole, ma è la migliore quando si tratta di pilotare un Viper. La Battlestar è infatti inseguita dai Cycloni, che intendono cancellare dalla faccia dell’Universo la razza umana. Il loro odio è enorme e il loro cinismo lo è ancor di più. Per la Battlestar non c’è un attimo di pace: gli attacchi che subisce sono innumerevoli e solo i valenti piloti di Viper, spesse volte sacrificando la loro vita, riescono a proteggere le ultime migliaia di persone raccolte sulla grande nave.
La comunità ha bisogno di un Presidente nel quale riconoscersi: il compito tocca a Laura Roslin. Il Presidente cerca di tenere unite le persone scampate all’immane disastro, ma non è per niente facile. La piccola comunità va incontro a esagitazioni e guerre intestine, talvolta provocate ad arte da alcuni Cycloni che sono sulla nave.
Ad un certo punto del viaggio la Base Stellare Pegasus lancia un segnale: la Battlestar non è l’unica nave ad essere scampata all’attacco cylone. Tuttavia l’incontro fra la Battlestar e la Pegasus non sarà dei più felici. Sulla Pegasus si respira un’aria a dir poco marziale. Lo scontro fra i reparti delle due navi sarà inevitabile. Nell’intanto il Presidente Laura scopre di non stare bene: la situazione si fa drammatica. Laura Roslin decide di non dire del suo tumore. Il solo a saperlo è William Adamo, che per il rotto della cuffia è riuscito a risorgere da quella che sembrava essere una ferita mortale. E’ di nuovo in piedi e accanto a lui ci sono Lee Adamo e l’amico Saul Tigh.
Gaius Baltar viene incaricato di trovare un sistema per riuscire a riconoscere gli umani dai Cyloni, o ‘lavori in pelle’ come Saul Tigh li ha ribattezzati. Nessuno ancora sospetta di lui. Gaius suda freddo. Sente che presto verrà scoperto ed allora per lui sarà la fine, in ogni senso.
L’esagitazione è forte, i superstiti chiedono che si promuovano le elezioni per eleggere un nuovo Presidente. Gaius Baltar vince. Vince in maniera sporca però, con l’occulto aiuto dei Cyloni.
Un pianeta. Il nuovo Presidente decide che è la terra promessa e conduce sul suo suolo gli uomini. Nell’intanto i Cyloni tramano nell’ombra. Ci vuole poco perché il pianeta diventi presto un lager dove Gaius è meno d’un burattino nelle mani dei Cyloni, oramai decisi a distruggere l’umanità residua, ma non prima d’averla fatta lungamente soffrire.
William Adamo e suo figlio Apollo, sulla Battlestar in orbita intorno al pianeta, non sanno come comportasi: però non c’è tempo da perdere.
Non senza enormi perdite, William Adamo riesce a salvare il suo equipaggio dalle mani dei Cyloni e di Gaius che viene messo subito sotto custodia perché si decida della sua sorte.
Laura e Adamo si scoprono innamorati, ma non c’è tempo per l’amore: Laura è malata e la Terra non è ancora stata trovata. I Cyloni sono sempre più determinati e la fiducia che i sopravvissuti nutrono nei confronti di Laura va scemando: la maggior parte è dell’opinione che la Terra sia solo una leggenda.

Tutto questo e molto, molto di più è nei primi tre libri, editi in Italia da Multiplayer edizioni: Battlestar Galactica (Vol. 1) di Jeffrey A. Carver, Il segreto dei Cyloni (Vol. 2) di Craig Shaw Gardner e Sagittarius (Vol. 3) di Peter David.
E’ questa una occasione irripetibile per conoscere a fondo, scoprire e riscoprire le avventure dei tanti personaggi della serie tv Battlestar Galactica.

clicca sui titoli per leggere le prime pagine dei romanzi

Battlestar Galactica (Vol. 1) di Jeffrey A. Carver

Il segreto dei Cyloni (Vol. 2) di Craig Shaw Gardner

Sagittarius (Vol. 3) di Peter David

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, autori e libri cult, consigli letterari, critica, critica letteraria, cultura, editoria, fantascienza, fiction, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe consiglia, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, recensioni, romanzi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Battlestar Galactica. I romanzi ufficiali. Il segreto dei Cyloni e Sagittarius – Multiplayer edizioni – recensione di Iannozzi Giuseppe

  1. Pingback: Lavoro in pelle | Iannozzi Giuseppe aka King Lear

I commenti sono chiusi.