Lacrime di bambina | di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

lacrime di bambina

di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

per Vany,
romantica bimba
che non rinuncia
a sognare mai

Poeta minore

Mi hai buttato giù
la macchina per scrivere,
e più di là che di qua
mi hai gridato
“la macchia da scrivere
chiappatela tu”

Da quando mi hai
scacciato via
vivo sulla tua via
da tutti schiacciato
come un pidocchio
E scrivo poesie

Uccellino del Paradiso

Se dico la mia lei mi picchia
La Bimba mia me le suona
e sempre di santa ragione
Mi mette in ginocchio
e gliene frega niente
se piango forte e le dico
che è lei la mia stella
Vola subito un altro ceffone,
lei vuol sempre aver ragione

Lei è Uccellino del Paradiso,
non ha colpa se non capisco…
se non capisco le donne,
il lor bisogno di sognare
a occhi aperti

Come gatto matto

La festa della mamma,
mia Bella, è passata
però da me non sei passata
per stamparmi sulla bocca
con le tue labbra di rosa
un caldo bacio

Così io or mi chiedo
perché dal fornaio sì
a prendere il pane caldo
e dal lattaio pure
a ritirare il latte fresco

Ho corso in lungo e in largo
come un pazzo
lasciandomi alle spalle
monumenti e piazze,
gettando l’occhio
a destra e a manca
pregando d’incontrar
la tua gonna rossa
Un gatto nero
m’ha persino tagliato
la strada

Ho preso sotto anche un matto
che m’ha mezzo fracassato di botte,
per questo ora sotto al tuo portone
resto acciaccato con un occhio nero
E se presto verrà la notte
canterò a squarciagola il mio amore,
come gatto con la coda pestata
Non avrò di te alcuna pietà,
puoi scommetterci che ti avrò,
che ti prenderò, che ti stancherò
a non finire

Eri tu

di RomanticaVany e Iannozzi Giuseppe aka King Lear

Hai puntato questa mattina
l’arma alla tenera mia gola
adoprando tono secco
di colpo di pistola
che m’ha fatto presto sbiancare.
I miei pochi spicci volevi
dal borsellino mio portar via,
proprio come volgare ladro.

Traendo fuori dai più profondi
precordi del core il coraggio,
con rabbia ti ho sputato in faccia
una lacrima di bambina.
Ma subito tu m’hai colpito
nell’ingenuità inventandoti
di sana pianta che con cinque euro
avresti potuto tirar a campare
per una settimana intera.
Ed è stato in quel momento
che ho pensato che la gente muore
senza quasi mai sapere il perché:
forse perché la vita gli dice contro
quando al mattino il volto s’insapona
serrando forte, troppo forte gl’occhi.

Rimestando questo e altri pensieri
l’occhio ho gettato sulle tue Nike,
così ti ho riconosciuto, eri proprio tu!
Proprio tu, l’orso a me tanto caro
che a capofitto sul palco si getta
senza pensare, sempre pensando però
di calarsi nella parte del cattivo ragazzo,
del pazzo a tutti i costi! E allora infine
la maschera l’hai fatta volar via
rivelandoti per quel che sei,
timido e impacciato, vergognoso
e persino in volto tanto tanto rosso.

Ti conosco e ben so che di te,
buffo orso, mi posso fidare
perché ho scoperto
che se solo sul serio lo volessi
da te, a mani piene,
tanto assai ti potrei io rubare.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in amore, arte e cultura, biogiannozzi & RomanticaVany, cultura, eros, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, poesia, Viola Corallo e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Lacrime di bambina | di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

  1. romanticavany ha detto:

    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSoPaSSo
    PaSSoPaSSoPASSISSIMOOOOOOOOOOOOOOO.

    Buonananna ♥ vany

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Ti adoro quando mi dici che sono PaSSopaSSoPASSISSIMOOO…

    Però ti ho fatta soridere, vero? 😉

    Ora fa’ la nanna, mi sa che sei tanto tanto stanca, Uccelino del Paradiso.

    ❤ ❤ ❤ orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  3. romanticavany ha detto:


    Buon pomeriggio brrrrrr.brrrrrrr. che freddo.
    LeKKatina ♥ vany

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Povera la mia Gattina Indifesa. Sei infreddolita.

    Vieni dall’Orsetto tuo che ti scalda tuttatutta. Però in cambio voglio una leKKatina.

    ❤ ❤ ❤ orsetto di VaNY

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.