Le descrizioni di Monica Dall’Olio – Gruppo Perdisa Editore

Le descrizioni
Monica Dall’Olio

Perdisa Editore

Silenzio assoluto. Dal piano terra saliva il suono della televisione, ma nessuna voce, e nemmeno i passi della signora, o il rumore delle stoviglie dalla cucina. E non c’era odore di niente. Scesi le scale ed entrai nel salone. «Erano le sedici e trentasette», disse il giornalista in tivù, «quando nella sede della Banca Nazionale dell’Agricoltura di piazza Fontana è scoppiato l’inferno».

“Uno scontro fra linguaggi: quello di una bambina che si affaccia alla vita sociale e quello cupo, austero, politicizzato dei media nei primi anni Settanta
Un romanzo che è una meditazione sulla forza della scrittura come strumento per interpretare (e affrontare) il mondo.”

Matteo B. Bianchi

Scarica l’estratto in formato ebook, è gratis!

Questa storia inizia nel 1969. In televisione scorrono le immagini di Carosello, ma anche della politica, della cronaca, della tragedia di piazza Fontana. Sono i giorni in cui la piccola Mika impara il gesto della penna puntata sulla carta: nel tentativo di comprendere quanto ha intorno dando alle cose il nome più esatto, la bambina sente crescere l’urgenza di imparare a scrivere. Quando saprà farlo, gli amori di sua sorella, le frasi dei genitori, le storie dei vicini di casa e degli amici diventeranno pagine, scene di vita che andranno a comporre un quadro nostalgico e drammatico dell’Italia agli inizi degli anni Settanta.
Partendo dall’infanzia come fase della meraviglia e della curiosità insaziabile, Monica Dall’Olio ci regala una profonda riflessione sulla scrittura, sul linguaggio, sulla necessità di descrivere il mondo. Il suo stile, delicato e sottile, nasconde dietro la voce di una bambina la forza dello sguardo disincantato dello scrittore che osserva la realtà per conoscerla, investigarla e comprenderla attraverso l’atto primordiale della parola. Ma scrivere non è sempre un esercizio portatore di serenità e certezza, almeno non quando il mondo prende il sopravvento sulla parola. Scrivere, ci dice questo romanzo, può essere un atto tragico nel momento in cui chi lo compie, di necessità, abdica davanti alla violenza della cose, quando la barbarie degli uomini travalica il segno e ammutolisce perfino coloro che, come Mika, nella potenza del linguaggio credono ancora.

Monica Dall’Olio è nata a Parma nel 1967 e vive a Bologna. Suoi racconti sono apparsi su diversi periodici e siti internet. Nel 2008 è uscito il suo primo romanzo, Guida gastronomica al precipizio (Barbera).

Vai al blog di Monica Dall’Olio

Le descrizioni – Monica Dall’Olio – Gruppo Perdisa Editore – collana Corsari – Isbn 978-88-8372-559-3 – Prezzo euro 14,00 Pagine 139

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, comunicati stampa, consigli letterari, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe consiglia, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, romanzi, segnalazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.