John Keats. Frammenti apocrifi a cura di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

John KeatsJohn Keats
frammenti apocrifi

a cura di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

1. “Hai baciato molti morti?”
Risposi: “Molti. Uguale è il ventre
che ci dà alla luce e alle tenebre.”

2. Lei era bella, la più bella
che i miei occhi abbiano mai cercato:
per questo grave motivo, Dio!,
ho smesso di chiedere e credere.

3. Quando domandai loro perché fossero venuti da me, prontamente stesero le mani mostrando i palmi nudi. Offrii loro baccelli e frustate in abbondanza. Fu un giorno felice come pochi.

4. Mi disse solamente che avrebbe avuto piacere di. Ma la mia bocca tacque un .

5. Per un breve periodo non scrissi una sola poesia. A quel tempo ero un angelo, senza peccato né pensiero, scagliato per puro sbaglio sulla Terra.

6. Sull’azzurro del lago il cigno, bianco, sotto lo sguardo della pallida Luna. Tutta eleganza.

7. Ascoltando le tue storie non ho potuto far a meno d’invidiare il lato in luce della Luna.

8. Come tutte le donne (amate), in me hai scorto la possibilità d’un poeta: per questo ho pianto oramai cieco della serenità.

9. Fanny mia dolce, se sol tu potessi scassinare il turpe meccanismo della malattia che a ogni ora m’inghiotte nelle brume di Londra… sarei scandalo sulle tue labbra incontaminate.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte, arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, poesia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a John Keats. Frammenti apocrifi a cura di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    il primo e l’ottavo per me i migliori
    buongiorno
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non so. In certi casi è difficile pronunciarsi, trattandosi di apocrifi. Qualcuno direbbe che sono un tesoro in ogni caso, qualcun altro invece sarebbe di parere contrario. C’è poi da dire che la traduzione è mia, per cui possibile è che non sia stato all’altezza di Keats.

    beppe

    "Mi piace"

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    ma no perchè dici questo? no io credo solo che QUALUNQUE cosa si legga ci sia sempre una “parte” che inevitabilmente si sente più nostra..
    cinzia.

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E allora spiegati. 😉 E’ facile, no? Adesso mi hai dato giustificazione del tuo ‘preferire’ e posso capire. In effetti sono molto belli questi due frammenti.

    bacione

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.