Radical Chic e Seminatori di Odio – di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

Radical Chic
e Seminatori di Odio

di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

– Perché sei venuto?
– Un ordine è un ordine.
– Non saresti dovuto venire, ordine o non ordine.
– E’ partito dall’alto.
– Dai Radical Chic? Non fa differenza. Non è questo il tuo posto. Non lo è mai stato.
– Sono qui perché ho un compito da portare avanti, non posso disobbedire, c’è in ballo il mio onore.
– Non è un buon motivo. Devi andartene, subito.
– Non posso.
– Così mi costringi a usare la forza.
– Meglio subire la tua ira che quella dei Radical Chic.

– Perché ti hanno mandato? Per ingravidare il mio spirito con l’odioso seme di Gemini?
– E’ quello che loro vogliono.
– Lo so bene. Tanto tanto tempo fa hanno cercato di farmi entrare nel gruppo. Ho rifiutato. Ho sputato loro in faccia.
– E ti hanno dato all’esilio.
– Ti sbagli: io ho scelto di portarmi lontano dalle grinfie dei Radical Chic.
– Non ti sei però portato abbastanza lontano… prima o poi avranno il tuo scalpo.
– Non sarai tu a strapparmelo.
– Per loro sei un troll, un seminatore d’odio, null’altro che questo.
– E tu, che pensi?
– Io non penso, eseguo soltanto.
– Sai perché non sono entrato nei Radical Chic? Te lo dico in quattro e quattr’otto: perché sono fascisti e comunisti allo stesso tempo.
– Loro vogliono vendetta e l’avranno.
– Meglio se te ne vai.
– Non posso. Preferisco che sia tu a farmi fuori… Non posso tornare da loro a mani vuote, direbbero che sono un traditore.
– Sei venuto dunque a cercare la morte per mia mano. E’ divertente ma non troppo.
– Sono venuto perché mi è stato ordinato. Tenterò di prendere il tuo scalpo, anche se non ho nessuna possibilità.
– Sei un Morto-Che-Cammina, inutile girarci attorno.
– Non è detto.
– Adesso lo sei.
– Non ti ricordavo così duro.
– Il tempo cambia le persone.
– Quand’è così fammi fuori subito.
– Non soffrirai. Un colpo e tutto sarà finito.
– Spara.
– E così sia. Bang!

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, narrativa, querelle, racconti, racconti brevi, satira e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Radical Chic e Seminatori di Odio – di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    non ho capito..ti riferisci a te ?
    buongiorno

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E a chi altri sennò? 😉

    Bacione

    "Mi piace"

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    evvai ci ho preso! 🙂
    cinzia

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Obbe’, era evidente o no? ^__^ Era facile prenderci.
    Comunque sì, ci hai preso: te la do vinta. 😉

    smaaackkk

    beppaccio

    P.S.: C’è la nuova puntanta de La Lebbra. Mantengo le promesse o no? 😉

    "Mi piace"

  5. cinzia stregaccia ha detto:

    direi proprio di si anzi io pensavo la mettessi domani …fra poco pranzo e mentre sorseggio vinello me la leggo.
    bacione!
    cinzia

    "Mi piace"

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Ogni 3 giorni. Non dico di spaccar il minuto, ma ci provo a mantener fede ai 3 giorni canonici. 😉

    bacione

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.