In cerca di luce & La più bella – due poesie, una di Iannozzi Giuseppe, l’altra di Vany

In cerca di luce

di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

a Vany, la mia sola Luce

Fra le tue gambe poeta

di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

In un giorno di freddo qualunque,
in mezzo alla nebbia della mezza,
sognante e piangente,
mi chiedesti d’esser il tuo poeta
Ti dissi che di spine si nutre la bellezza
e che mai han saputo le mie mani
raccogliere delle rose la finezza spinata
senza violarle

Per questo, per questo hai benedetto l’uomo
e mandato al diavolo la scimmia della mia cultura

Non sei cambiata da allora,
sogni ancora a occhi aperti
come un’ape d’oro in cerca
della primavera

In un giorno qualunque
che il crepuscolo ci baciava,
rimproverasti alla mia anima
di non conoscere
le profonde conseguenze
delle verità taciute

Per questo, per questo ho amato
la saggezza nella scollatura del tuo petto,
continuando ad adorare maniaco
le tue labbra rosse rosse

Mai ho avuto il coraggio di confessarti
che amavo ieri credermi il più maledetto

In un giorno qualunque, né caldo né freddo,
all’ombra della chiesa dei sacri tuoi avi,
rossa di rabbia, sicura di te come una dea,
sulla mia fronte della volgarità scorgesti il segno
Da quel momento non ci fu più spazio
fra le tue gambe per la tristezza d’un poeta

Per questo, per tutto questo ancor vago
di landa in landa in cerca d’uno spiraglio di luce
in tutta fretta fuggito da una porta aperta

La più bella
(Un bel giorno)

di RomanticaVany

Chi oggi per strada
dal lattaio e in chiesa m’ha veduta
ben sa che di fronte a simili cose
sicura mi porto avanti
e nulla vedo.

Sì, sono una bella mora, e allora?
Cappricciosetta certo, al pari d’una stella
ma proprio per questo
del Firmamento mi sento la più Bella.

Ai giovinastri come te
che montano su un gran baccano,
se ancor non lo sai,
io me ne faccio un baffo.

E se un bel giorno
un’ombra di nostalgia di me ti colpirà
increspa pure le labbra e sorridi duro,
perché di me sempre
e per sempre la voglia ti resterà.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in amore, eros, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, poesia, Viola Corallo e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a In cerca di luce & La più bella – due poesie, una di Iannozzi Giuseppe, l’altra di Vany

  1. Felice Muolo ha detto:

    Belle le poesie, bellissima la mora.

    "Mi piace"

  2. romanticavany ha detto:

    Adoro stupirmi per l’eleganza dei modi di fare di un uomo, mi affascina affrontarlo e farlo arrabbiare 😛
    Così è king,uno di quegli uomini,che sembrano inaccessibili,decisi e sicuri che sanno tutto e di più, ma che poi si sciolgono di fronte ad un panorama o un panino caldo o ad una leKKatina. .

    ♥vany

    "Mi piace"

  3. romanticavany ha detto:

    Quanto è bello il mondo fatto di parentesi
    le graffe {*:*}
    sono l’abbraccio che io ti dono…
    E semmai fossi triste 😮 (
    tu prendi quella tonda e me la rigiri ;o)
    E se c’è un disappunto? :[
    o hai voglia di scherzare? :]
    come tante puntine ti vorrei agganciare per non farti allontanare..
    e se un dolce sorriso ti vorrei lasciare
    uso le angolate con la punta all’insù ^_^

    ♥ vany

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Hai ragioni, Vany è proprio belliSSima: il sorriso di Dio. E lo dico sul serio, mai stato più serio in vita mia. Se Dio c’è deve avere il suo sorriso, non può essere altrimenti.

    "Mi piace"

  5. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Tu non ti preoccupare
    se questa notte solletico
    sentirai sul pancino;
    non un fantasma
    o altro dèmone birbante,
    son invece io
    che poverello pian pianino
    vengo nel tuo lettino
    il tuo sonno delicato
    a svegliare

    Tu abbracciami
    e prendimi pure a schiaffi,
    tanto io non mi leverò
    né mò né mai
    dall’amor mio
    sì tanto faticato
    a conquistare

    ♥ ♥ ♥ LeKKatine e dispettini sul pancino ♥ ♥ ♥

    orsetto king

    "Mi piace"

  6. cinzia stregaccia ha detto:

    :)))))))))))) belle e anche molto simpatica quella di Vany
    buongiorno ragazzi
    cinzia

    "Mi piace"

  7. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Bene, molto bene. Sono piaciute entrambe.

    Buongiorno, Stregaccia 😉

    beppaccio

    P.S.: Visto che bellina che è Vany? Che bel sorriso che ha? Potrebbe fare l’attrice. ^__^

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.