Tre giorni per tradire e tre per risorgere – di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

Tre giorni per tradire
e tre per risorgere

di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

Iannozzi Giuseppe è il Maestro

Iannozzi Giuseppe è il Maestro

– Tre giorni e anche tu, Primula Rossa, mi tradirai.
– Maestro, io no.
– Tu mi hai baciato e sei stato il Primo.

– Ti ho baciato perché tu me lo hai chiesto.
– Mi hai ficcato mezzo metro di lingua in bocca, come un serpente.
– Maestro, era per farti meglio conoscere il mio sapore. Di me ti puoi fidare.
– Il tuo sapore è… pungente.
– Maestro, così mi offendete.
– Insinui forse che non sto dicendo il vero?
– Maestro, Voi siete l’incarnazione della Verità.
– E’ per questo che mentre mi baciavi mi tastavi il sedere!
– La passione, solo la passione, Maestro.
– La passione d’un serpente, Primula Rossa.
– Maestro!!!
– La passione d’un serpente, ma non importa. Tre giorni, non uno di più.
– Che intendete dire, Maestro?
– Quello che ho detto, tre giorni e mi consegnerai al Piccolo Popolo.
– Non farei mai una cosa del genere, io, al pari di Voi, disprezzo il Piccolo Popolo.
– Non abbastanza da ricusare le Zeppe che loro ti offriranno.
– Maestro…
– Non piangere, non qui, proprio sopra i miei piedi: non calzi ancora le Zeppe, e in ogni caso non potrai mai essere alla mia altezza, così è scritto.
– Maestro, io Vi giuro…
– Non giurare il falso.
– Non per le Zeppe…
– Per le Zeppe tu mi consegnerai al Piccolo Popolo, così è scritto.
– Dov’è scritto, Maestro?
– Qui, nel Libro che la mia sacra mano ha vergato.
– Dev’esserci un errore.
– Nessun errore, io sono l’incarnazione della Verità Assoluta.
– Maestro, concedetemi il beneficio del dubbio…
– No. E’ scritto. Ora levati dai miei occhi…
– Addio, addio mio buon Maestro.
– Arrivederci, Primula. Tre giorni e mi tradirai, così è scritto.
– Così sia.
– Così sia. Ma ricorda questo, Primula Rossa: tre giorni per tradire e tre per risorgere. Per risorgere alle tue spalle, e Zeppe o non Zeppe ai tuoi piedi, mi prenderò Io il Mio Piacere.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura, narrativa, racconti, racconti brevi e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Tre giorni per tradire e tre per risorgere – di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

  1. romanticavany ha detto:

    Primula rossa ed il maestro erano gay?
    Un racconto così così, nè bello nè brutto..non so se ho compreso, sono ubriaca di stanchezza, oggi dopo una grande litigata mia mamma mi ha fatto raccogliere tutte le cacche che alcool ha ha fatto nel nostro giardino ed in due mesi erano proprio tante,un pò le ho pestate con la nebbia ed un pò si erano plastificate tanto erano dure.. Scusa se ero fuori tema dopo mi bacchetterai vero?:(Tornando al tuo racconto son tutti sempre pronti a tradire anche se tu fai del bene.
    ‘Notte ♥ vany

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    No, non erano gay.
    Mi fai sempre ridere con la tua santa ingenuità, bimba Vany. ♥ ♥ ♥
    Primula Rossa riveste semplicemente il ruolo di Giuda, di quel Giuda che tradì Gesù.
    In chiave moderna racconto il tradimento, il suo estremo significato e la pericolosità a cui questo conduce: perché chi di tradimento ferisce di tradimento perisce. Primula Rossa dunque tradisce, ma il suo tradimento non sarà perdonato da il Maestro che è tutt’altro che uno che si fa mettere in croce.

    Bacchettare te, PiKKola Vany? Ma non ci penso nemmeno alla lontana. Tu puoi sempre ottare. Ma sei l’unica e la sola che puoi ottare, perché sei la mia Regina, la Regina VaNY e un Re senza Regina non avrebbe ragione di esistere.

    SVEGLIAAA, MIA REGINA… SVEGLIAAA… ♥ ♥ ♥

    orsetto king

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.