La Casta dei parlamentari, un male tutto italiano – a cura di Iannozzi Giuseppe

La Casta dei parlamentari, un male tutto italiano

a cura di Iannozzi Giuseppe aka King Lear

Beppe Grillo: “Se Equitalia è diventata un bersaglio bisognerebbe capirne le ragioni oltre che condannare le violenze. Un avviso di pagamento è il terrore di ogni italiano. Se non paga l’ingiunzione ‘entro e non oltre’ non sa più cosa può succedergli… Monti ne riveda il funzionamento”.

La Casta dei parlamentari, così come viene definita, in questo governo tecnico di Mario Monti fortemente voluto da Giorgio Napolitano, continua a percepire stipendi e benefit da capogiro, i più alti mai registrati in Europa e non solo. E la Casta non intederebbe rinunciare ad alcun privilegio.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in dichiarazioni, economia, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, NOTIZIE, politica, politici e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La Casta dei parlamentari, un male tutto italiano – a cura di Iannozzi Giuseppe

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    ma quale governo tecnico!!! questo è il governo delle banche e della merkel!!!! che cacchio c’avrà sempre da ridere poi quel monti ..oh beh certo con quel bel assegnetto da 25000 euro A VITA non per il mandato che gli è stato dato per distruggerci dal degno compare napolitano.Caro beppe guarda bene non solo non si son toccati niente loro ma manco han toccato realmente i ricchi…chissà come mai…
    buongiorno
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Napolitano, in gioventu’ ha militato con i balilla. Giusto per mettere i puntini sulle “i”.
    Si parla di governo tecnico, anche se di fatto non lo e’.
    Questo governo sta segando le gambe ai poveri e basta.
    I ricchi, come hai ben evidenziato, non sono stati toccati minimamente, ne consegue che il governo fa gli interessi dei ricchi e quindi anche della Banche.
    I parlamentari si dichiarano poveri.
    Nessuno vuole uscire dalla Casta.
    Sono piu’ pagati del Re di Spagna. UNA VERGOGNA SENZA FINE.

    Io non mi sento italiano, come cantava Giorgio Gaber.
    Ma che ci posso fare?

    A breve, comunque, se il governo continua di questo passo affondera’ e con essa l’Italia e l’Europa. Poco ma sicuro.

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.