Freddie Mercuy era bisex e non gay. Nella sua vita un grande amore, Mary Austin

Freddie Mercuy era bisex e non gay

Nella sua vita un grande amore, Mary Austin

di Iannozzi Giuseppe

Freddie Mercury non era gay. A dirlo è Brian May, chitarrista dei Queen, che insieme a Freddie ha registrato tutti i maggiori successi del gruppo. Brian May sostiene che Freddie era bisessuale. Ma questa non è una notizia vera e propria, non di quelle che mettono sotto choc la stampa. Da tempo si sapeva che Freddie amava sia le donne che gli uomini.

Ebbe a dire Freddie: “Voglio salvaguardare la mia vita privata, e sento di aver fatto parecchio perché venga rispettata. Proprio come Greta Garbo, non è vero? Vergine, stesso mio segno zodiacale.” E ancora: “L’eccesso fa parte della mia natura. La noia è una malattia. Ho proprio bisogno di pericolo ed emozione. Sono stato spesso ammonito di starmene lontano dai locali, perché sono troppo pericolosi. Ma io ci godo – non ho mai avuto paura di espormi.” E: “Godo a essere una troia. Godo a essere circondato da troie. La noia è la più grave malattia del mondo, tesoro… A volte penso che la vita debba essere qualcosa di più che non correre per il mondo come pazzi, ma non sopporto di annoiarmi.” E: “Sono uno straordinario oggetto sessuale virile, e sono proprio arrogante. Così in molti mi hanno mollato a causa di questo… Non hanno capito come sono davvero.” In una intervista rilasciata nel 1985, in Brasile: “Amo chiunque… Amo tutti quei meravigliosi corpi dalla pelle scura, a chiunque appartengano… Credo di essere una specie di figura materna per un sacco di gente. Amo condividere i problemi con il prossimo.” Ma arriviamo al nocciolo della questione; a parlare è sempre Freddie: “Ho ideato il nome Queen, e ne sono orgoglioso… E’ soltanto un nome, ma ovviamente è molto regale, e ha un suono splendido. E’ un nome potente, universale e immediato… Ha una grande portata evocativa, ed è aperto a ogni sorta di interpretazione… Ero ben cosciente delle connotazioni gay, ma quello era soltanto un aspetto del tutto.” Mary Austin, il grande amore di Freddie Mercury. Ecco come Freddie ricorda il rapporto con l’unica donna che abbia realmente amato: “La mia storia d’amore con Mary Austin è finita in lacrime, ma ne è nato uno stretto legame, e si tratta di qualcosa che nessuno può portarci via. E’ fuori portata… Tutti i miei amanti mi chiedono perché mai non possano sostituire Mary Austin, ma è semplicemente impossibile. La sola amica che ho è Mary, e non ne voglio altre. Potrei avere tutti i problemi del mondo, ma avrei Mary, e questo me li farebbe superare. Per quanto mi riguarda è come se fosse mia moglie secondo la legge – davvero, è proprio come un matrimonio. Crediamo l’uno nell’altra, e questo ci basta. Non potrei innamorarmi di un uomo allo stesso modo in cui mi sono innamorato di Mary.” L’unica donna di Freddie Mercury, l’unica che abbia contato sul serio, è stata Mary Austin: è lo stesso Freddie a dichiarare senza mezzi termini che il loro rapporto “è proprio come un matrimonio”. Freddie, nonostante la sua notoria riservatezza, in vita ha anche dichiarato senza mezzi termini: “Ho avuto più amanti di Liz Taylor – maschi e femmine – ma le mie storie non sembrano mai durare. Sembra che io divori la gente e la distrugga.” La notte tra il 24 e il 25 novembre 1991 Freddie Mercury perde la sua battaglia contro l’Aids. Mary Austin gli è rimasta accanto fino all’ultimo minuto: “Si era reso conto che la morte stava arrivando e l’aveva affrontata con incredibile coraggio. Non ha sofferto sul piano emotivo quanto ha patito sul piano fisico. Gli ultimi giorni non poteva mangiare ed era sotto l’effetto di potenti sedativi. Ma era un gran combattente, e questo lo faceva andare avanti. (…) E’ stato tutto così triste. La sofferenza che ho visto patire a Freddie è qualcosa che non voglio mai più rivedere… E’ stato tremendo… Ricorderò per sempre Freddie con tanto amore e rispetto. Il suo coraggio ha resistito fino alla fine.”

Brian May, intervistato dal britannico Daily Express, ha dichiarato di essere stato un buon amico di Mercury, oltre che compagno di band: “Durante le nottate trascorse insieme nei primi tour – Freddie aveva solo fidanzate, mai visto un uomo.” Ha anche sottolineato che anche quando Freddie ha manifestato il suo interesse per gli uomini avrebbe sempre cercato di non parlare in maniera diretta dell’argomento. L’intervista a Brian May si conclude con lui che afferma che probabilmente è stata data troppa importanza alla sua vita personale a scapito del “suo amore per la musica e del suo spirito di sacrificio, quindi etichettare Freddy come un gay sarebbe estremamente riduttivo, oltre che inesatto.” Brian May dice il vero: etichettare, fare di Freddie Mercury una icona gay sarebbe riduttivo, inesatto e sbagliato, perché Freddie, come le dichiarazioni dello stesso Mercury confermano, fu bisex e mai in maniera esclusiva gay.

Ed ora speriamo che i pettegolezzi intorno alla vita di Freddie Mercury possano cessare a favore della sua musica, della sua voce, della musica dei Queen con Freddie voce regina.

Informazioni su Giuseppe Iannozzi

Iannozzi Giuseppe, detto Beppe Iannozzi o anche King Lear. Chi è Giuseppe Iannozzi? Un giornalista, uno scrittore e un critico letterario Ma nessuno sconto a nessuno: la critica ha bisogno di severità e non di mafiosa elasticità.
Questa voce è stata pubblicata in cantanti - singers, cantautori - songwriters, dichiarazioni, Freddie Mercury, gossip, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, musica, NOTIZIE, spettacoli e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Freddie Mercuy era bisex e non gay. Nella sua vita un grande amore, Mary Austin

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    dimmi beppaccio che cambia?
    cinzia

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      Proprio niente.
      A me premeva solo di evidenziare la grande passionalità di Freddie e solo questa. La stessa passionalità immensa che c’è nella sua voce, nelle canzoni che ha per noi cantato rendendolo immortale.

      beppe

  2. cinzia stregaccia ha detto:

    vero
    cinzia

  3. Beppe ha detto:

    Capito per caso qui, cercando commenti di Romano Prodi riguardanti Mari e Monti. Strana la sorte . Alle 4:26 del mattino mi vien da commentare questa notizia riguardante Freddie . Scusami omonimo letterato, lo scrivente ignorante non ha mai fatto distinzione tra gay o bisex o ultrasex? … Honi soit qui mal y pense … lo so è anche il motto dell’Ordine della Giarrettiera, ciò che conta è il significato. Freddie era un bravissimo cantante con grandi capacità di comunicare. Che cambia se i cosiddetti gay lo abbiano considerato una icona ?
    Dimmi hai forse compreso perché ho commentate questa notizia? Ne sono certo.

  4. laprofumeria ha detto:

    Ciao, ma come la mettiamo con questo http://www.hottest.it/2006/10/06/i-miei-anni-con-freddie-mercury/

    May ne ha dette di stupidaggini ultimamente, questa non è l’unica.

    • Iannozzi Giuseppe ha detto:

      La mettiamo che di Freddie e su Freddie si sono dette tante e tante cose. E in tanti hanno detto la loro, Brian May incluso.

      A me interessa la musica, la voce di Freddie. Della sua vita privata ne parlo sì, ma come ne hanno già fatto tanti altri prima di me e in maniera più convincente. E, sinceramente, non m’interessa di sapere se Freddie fosse solo gay o anche bisex. Però Mary Austin è stato un suo grande amore, una delle poche persone che gli sono rimaste accanto sino all’ultimo minuto. C’è un bel libro, con sole citazioni di Freddie, edito parecchio tempo fa da Arcana, dove Freddie parlava anche di Mary Austin e di che cosa lei ha rappresentato per lui. No, non direi che May dice delle sciocchezze, non in questo caso perlomeno.

      Il progetto Queen + Paul Rodgers non sono i Queen, questo sì: Paul Rodgers, grandissimo bluesmen, ma con il rock dei Queen non ha proprio niente a che vedere.

I commenti sono chiusi.