Obama preoccupato per l’Italia. I sindacati contro la manovra Monti. E Romano Prodi torna in campo

Obama preoccupato per l’Italia
I sindacati contro la manovra Monti
E Romano Prodi torna in campo

di Iannozzi Giuseppe

Barack Obama ha dichiarato di sentirsi “molto preoccupato per quello che sta accadendo in Europa. E’ una crisi che va risolta perché può avere un enorme impatto, anche negli Stati Uniti”. Ha poi invitato i leader europei a mostrare una “giusta volontà”: “I leader europei devono risolvere i propri problemi. L’Ue deve trovare le giuste soluzioni per Paesi come l’Italia che devono rifinanziare il loro debito”.
Il segretario al Tesoro Usa Timothy Geithner: “Oltre a questi programmi in Europa e nel mondo, i leader europei si stanno muovendo per rafforzare l’unione monetaria e l’integrazione fiscale, che sono requisiti importanti. I leader europei stanno lavorando per rafforzare i ‘firewall’ finanziari necessari. Sono cose vitali e impegnative, ma siamo confortati dai progressi delle ultime settimane. Gli Stati Uniti ribadiscono il loro interesse a sostenere gli sforzi europei a sostegno dell’Euro”.

Gli USA, e non solo, guardano con sospetto e preoccupazione all’Italia, che rischia di collassare e di trascinare con sé l’Unione Europea intera. Ma Romano Prodi, ex premier italiano, in una intervista a La Stampa, raccolta da Fabio Martini e pubblicata oggi 8 dicembre 2011: “Intendiamoci, nell’ultimo periodo si sono determinate diverse novità politiche, il positivo discorso della Merkel al Bundestag; ma anche l’intervento delle Banche centrali guidate dalla Federal Reserve, prova indotta che la crisi dell’euro fa paura agli americani, anche perché renderebbe più difficile la rielezione del loro Presidente. Ma purtroppo non è ancora maturato quel cambiamento di metodo comunitario che potrebbe favorire una vera svolta: siamo ancora ai colloqui a due Germania-Francia, che aumentano il malumore dei 15 partner di area Euro e degli altri 25 dell’Unione. Francesi e tedeschi devono smetterla di fare i maestrini. Non è nello spirito europeo dire agli altri: ubbidite”.

Ma Piazza Affari chiude male, anzi malissimo. E il malcontento cresce di giorno in giorno. La manovra Monti è riuscita a ricompattare i sindacati Cgil, Cisl e Uil che per lunedì 12 dicemnbre hanno proclamato sciopero. Bonanni: “Cgil Cisl e Uil si sono ritrovate nel giudizio sulla manovra che è quello di grande ingiustizia. Questa manovra è davvero pesante e iniqua su tutti ma in particolare su alcuni”.
Non era riuscito neanche all’ex governo Berlusconi di riunire insieme e compatti tutti i sindacati; il governo Monti è invece riuscito ad averli tutti contro, grazie a una unica manovra finanziaria: ben triste risultato.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in economia, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, NOTIZIE, politica, politici, querelle e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.