L’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto – di Iannozzi Giuseppe

L’unico Benito buono è quello
a testa in giù a Piazzale Loreto

di Iannozzi Giuseppe

Il primo bacio che mi hai dato, l’ultimo che hai ricevuto
non sono serviti a salvare né una farfalla né uno scorpione
Non è una bassa questione di opinioni diverse; non credere
che un morto legato per i piedi a testa in giù non sia più
pericoloso; non credere che la lingua penzolante di Giuda
non possa più spargere tra i Getsemani il cattivo seme
Tieni gli occhi ben aperti, c’è sempre chi ha pronto il coltello
C’è sempre chi per convenienza vuole impiccarti innocente
con le tue stesse budella alle porte dell’Urbe fregandosene
di religione fratellanza comunione

Gli psicanalisti straparlano e piangono sangue come certe
ridicole statue di Santi condannati tra calendari e conventi
Il bue e l’asinello sono stati macellati per il loro fiato caldo
Il ranocchio verde sta pacifico crocifisso con la lingua di fuori,
qualcuno si fa il segno della croce, qualcuno invece bestemmia
E’ così bello, così bello quel simpatico ranocchio, fa tenerezza!
Peccato ci sia quel pretaccio in nero con la sua cazzo di Bibbia
Tutto questo, tutto questo è così mitico, così fottutamente mitico,
possibile che non te ne renda conto? Le pornostar fanno a gara,
si spogliano in gran fretta, si spruzzano d’acqua le magliette,
si baciano con la lingua, senza pudore: un vero miracolo in rosso
Divino! Possibile che solo tu abbia ancora la faccia tosta di voler
fare la suora di clausura fino a quando non ti serviranno più
gli assorbenti, per l’amor di Dio?

L’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto
L’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto
L’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto

Testamento biologico o profilattici più sicuri per tutti
Fingere (d’essere o non essere) non costa nulla; questo solo,
questo l’attuale dilemma, lo scandalo che cuce le bocche
Porci maiali orwelliani e prepotenti in seno alla Chiesa
uniti in coito infernale fanno finta di darsi botte da orbi
sulle prime pagine dei giornali: non mi dire che sei disposta
a prestar loro fede! Ti prego, non mi sorridere così,
come se fossi all’oscuro di tutto

L’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto
(Il primo bacio che mi hai dato, l’ultimo che hai ricevuto
non sono serviti a salvare né una farfalla né uno scorpione)
L’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto
(Il primo bacio che mi hai dato, l’ultimo che hai ricevuto
non sono serviti a salvare né una farfalla né uno scorpione)
L’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto
(Il primo bacio che mi hai dato, l’ultimo che hai ricevuto
non sono serviti a salvare né una farfalla né uno scorpione)

Il primo bacio che mi hai dato, l’ultimo che hai ricevuto
non sono serviti a farmi cambiare opinione
che siamo tutti bastardi compromessi in un modo o nell’altro
Il primo schiaffo che mi hai stampato dritto in faccia,
la prima carezza che ti ho lasciata impressa sulla faccia
non sono serviti a farti perdere l’illusione che basta poco
per sembrare più buoni, che basta non cercar il pelo nell’ovo
Ma tu, amor mio, non hai mai capito che dell’apparenza
me ne fotto; è per questo che siamo arrivati a questo punto
Indietro non si torna più, indietro no, non si torna più

Il primo bacio che mi hai dato, l’ultimo che hai ricevuto
Il primo schiaffo che mi hai stampato in faccia
La prima carezza che ti ho lasciata impressa sulla faccia
E io continuo a gridare a mio rischio e pericolo
che l’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto
Che l’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto,
che l’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto

Tu continua pure a imbottirti di assorbenti la ferita in mezzo alle gambe
ma non servirà: forse non lo sai, ma il fascista non ti guarda in faccia
e nemmeno in mezzo alla cosce, ti penetra e basta, ti penetra e basta
Ti penetra e non ti lascia nemmeno il tempo per un ultimo urlo di sangue
Ti penetra e non ti lascia nemmeno il tempo per l’ultimo urlo…
Ti penetra e non ti lascia nemmeno il tempo per l’ultimo urlo…

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a L’unico Benito buono è quello a testa in giù a Piazzale Loreto – di Iannozzi Giuseppe

  1. vanessa ha detto:

    Esistono e sono sempre esistite persone sicure di sé e come pesci spada a primavera seminano inganni, torture, odio accumulando tanto delirio d’onnipotenza da fare sentire tutti ebeti.
    Forse dovremmo essere tanti Roky ,sai quello dei film..di Sylvester Stallone , per poter rompere la faccia agli psicotici come il personaggio da te citato in questa rumoreggiante pagina.

    Bacetto ♥ vany

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Rumoreggiante pagina. ^__^ Solo tu, Vany, potevi trovare un aggettivo così azzeccato. 😉

    E’ vero, è rumoreggiante questa prosa poetica, è contro il fascismo e ciò che ha rappresentato e che purtroppo ancora oggi rappresenta per molti perché il fascismo è ancora in voga e applicato da tante teste calde: basta leggere i giornali, nella cronaca nera, per rendersene conto.

    Penso semplicemente che ci dovrebbe essere una maggiore educazione civile, a partire dalle scuole e dalla famiglia per far sì che il fascismo non risorga. Purtroppo questo non si fa, ed ecco così che vengono su schifezze come CasaPound et similia.

    Bacioni, Nocciolina VaNY ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  3. vanessa ha detto:

    Coucou,bonjour mon petit sucre, passe une bonne journée !
    ♥ vany

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Anche se sono un porcellino, però tanto simpatico e caruccio come puoi ben vedere, non è che una leKKatina me la daresti? Ho bisogno d’una tua leKKatina per svegliarmi bene. ♥ ♥ ♥ 

    orsetto maialino di VaNY

    "Mi piace"

  5. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Dormi bene, dolce FatYna VaNY

    ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  6. cinzia stregaccia ha detto:

    molto bella “pagina rumoreggiate” come questo tuo post..il fascismo inte come abito mentale non sparirà mai…
    cinzia

    "Mi piace"

  7. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Purtroppo temo tu abbia ragione. Come dicevo in un precedente commento, rispondendo a Vany per “Scandalo fascista” il fascimo non è una esclusiva della destra, è bene sottolinearlo, è anche una cosa sporca della sinistra.

    Ma io spero comunque che un giorno il fascismo sia esso nero o rosso possa scomparire dalla faccia della terra; se ciò non dovesse accadere le conseguenze saranno nefaste.

    Bacione

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.