Cesare Battisti ammette: “Se me l’avessero ordinato, avrei ucciso”

Cesare Battisti ammette che se glielo
avessero chiesto avrebbe ucciso ancora

a cura di Iannozzi Giuseppe

Il fascista rosso Cesare Battisti parla attraverso la tv del quotidiano brasiliano Folha per dire che se glielo “avessero ordinato avrei ucciso”: “In Italia c’era quasi una guerra civile. Se me l’avessero ordinato, avrei ucciso. Per fortuna non è mai successo, e non ho mai pensato fosse una via d’uscita. Ero molto giovane, e come tanti dopo il ’68 abbiamo ritenuto che potevamo sistemare il mondo con le armi. Ma calma, non siamo stati noi i primi a prendere le armi, sono stati i regimi, gli Stati, che hanno iniziato a usare le armi e a uccidere. Il movimento rivoluzionario ha accettato la provocazione e ha risposto con le armi”.

Senza freni il terrorista giustifica la violenza: “Quando iniziano a uccidere il tuo migliore amico, e hai 20 anni, reagisci con le armi: proprio quella è stata la strategia dei regimi e dei poteri dell’epoca. Loro non avevano nessun altra chance di distruggere i movimenti culturali ricchissimi di quei tempi se non con la provocazione delle armi. La rivoluzione oggi è uno scherzo. Avevo 16 anni quando sono entrato nella militanza, non sono più la stessa persona. Se oggi continuassi ad essere un rivoluzionario sarei un’idiota. Lei pensa che mi abbiano lasciato così, senza sapere cosa sto facendo? Il pericolo maggiore sarà quando il mio caso si raffredderà”.
Battisti vorrebbe vivere in Brasile, come se niente fosse mai successo: “Non sono mai stato un terrorista. Vorrei solo sistemarmi, avere una casa, un posto dove mettere i libri, il computer, la mia vita, sedermi, iniziare a riflettere e lavorare”. Non nega che se oggi lui è libero, sul suolo brasiliano e basta però lo deve agli amici: “Grazie ai compagni e amici, alle collette dei gruppi di appoggio di diversi paesi. Non so quanto potrà durare”.

L’ho già detto. Lo sottolineo per l’ennesima volta: sarebbe forse il caso di impegnarsi con severo rigore affinché il fascista rosso oggi rifugiato in Brasile non riceva più il becco d’un quattrino da chi oggi lo fa santo. E’ questa, a mio avviso, l’unica strada perseguibile affinché il fascista rosso cada una volta per tutte col culo per terra restandoci secco.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in controinformazione, cronaca, dichiarazioni, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, NOTIZIE, politica, politici e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Cesare Battisti ammette: “Se me l’avessero ordinato, avrei ucciso”

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    vorrei far parte ei servizi segreti..
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Io ha detto:

    Io invece gradirei molto mettere le mani in faccia a questo signore…

    Senza tanti giri di parole…
    Un oretta insieme, io e lui…

    E vedi come te lo concio!!
    Maledetto, farabutto, senza palle…

    "Mi piace"

  3. Io ha detto:

    E vorrei aggiungere anche i miei complimenti al brasile, ai loro governanti e anche ai citadini!!
    Ora avete una bella personcina di cui andare fieri… Complimenti

    Ma, alla fine… Cosa ci si poteva aspettare da un popolo di trans e mignotte ??!?

    "Mi piace"

  4. cinzia stregaccia ha detto:

    trovo decisamente inqualificabile questa tua ultima frase Io. le trans sono persone come tutte le altre e quanto a mignotte guardiamo nel nostro giardinetto va che è meglio…. . Il popolo brasiliano,la maggior parte è contro la decisione presa dal governo…informati prima di sparare a zero cavolate!!!!
    cinzia

    "Mi piace"

  5. cinzia stregaccia ha detto:

    perchè non ti scagli invece contro gli Italiani che lo difendono???????
    cinzia

    "Mi piace"

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E’ solo una mia supposizione, credo Io volesse dire contro il governo di Dilma, che come sappiamo è una ex terrorista. Non penso avesse intenzione di riferirsi al Brasile intero.

    beppe

    "Mi piace"

  7. cinzia stregaccia ha detto:

    perchè popolo,cittadini significa governo di Dilma? Trans e mignotte significa governo di Dilma?
    cinzia

    "Mi piace"

  8. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Il governo brasiliano ha tradito gli accordi tra Italia e Brasile, questo è un dato di fatto. I cittadini non ne possono niente, non sono loro a comandare e mi par di capire che Dilma non piaccia proprio.

    beppe

    "Mi piace"

  9. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Mah! Credo non risolveresti niente, tranne forse finire in una qualche prigione brasiliana. E ti converrebbe per uno come Battisti? Io dico di no.

    Beppe

    "Mi piace"

  10. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sì, dovresti però essere il capo dei servizi segreti, altrimenti se fossi solo uno dei tanti, una volta che si accorgono che gli sei scomoda sta pur sicura che ti farebbero fuori. Se vuoi stare nei servizi segreti allora assicurati d’essere a capo di detti servizi.

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.