Il caso Marrazzo. Molte ombre e poca luce. Un instant ebook di Iannozzi Giuseppe al prezzo simbolico di 1€

Sono trascorsi due anni da quella notte brava (di via Gradioli) per l’ex governatore del Lazio Piero Marrazzo. Oggi 15 agosto 2011 Marrazzo rilascia una intervista fiume a Concita De Gregorio, subìto pubblicata dal quotidiano La Repubblica. L’ex governatore del Lazio cerca di giustificarsi. Marrazzo ammette d’aver sbagliato e chiede scusa: “Sconto il mio errore come è giusto”. Ma, sinceramente, non è abbastanza: chiedere scusa è facile, troppo facile sia in qualità di ex governatore del Lazio sia da uomo pubblico.

prezzo simbolico 1 €

Ebook, Formato, PDF per Adobe Digital Editions

Acquista: http://www.lulu.com/product/ebook/il-caso-marrazzo-molte-ombre-e-poca-luce/16550762

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in controinformazione, cronaca, e-book, editoria, editoria digitale, giornalismo, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, libri, NOTIZIE, politica, politici, promo culturale, segnalazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Il caso Marrazzo. Molte ombre e poca luce. Un instant ebook di Iannozzi Giuseppe al prezzo simbolico di 1€

  1. Dany ha detto:

    anche x questo sono curiosa….. ma il libro me lo danno subito?

    bacio

    dany68

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sì, subito subito. E’ un ebook in formato pdf.

    beppe

    Mi piace

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    letto 🙂 incredibile che scuse possono trovare gli uomini per giustificarsi beccati in certe occasioni..comunque a parte questo molto interessante..troppe cose che ancora devono venir fuori..sempre si abbia voglia di farlo…spero che presto tu possa scrivere “un aggiornamento” sullo schifo,quello vero…di questo fatto.
    bacione
    cinzia

    Mi piace

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Marrazzo sta tentando, grazie anche all’aiuto della De Gregorio, di rifarsi una carriera: adesso è ancora in Rai, ma dietro le quinte a preparare documentari. Niente di che, però nell’intanto un lavoro ce l’ha. Nell’intervist che ha rilasciato dice, lo dice lui ed è bene sottolinearlo, che sono in tanti a chiedergli della politica e se rientrerà nel mondo della politica. Or come ora, personalmente, non vedo davvero come potrebbe rientrare dentro un qualsiasi partito: sulla vicenda ci sono, come hai potuto ben leggere, più moltissimi punti oscuri e luce poca, praticamente niente. Questo è un instant book, ma ripercorre le fasi principali della vicenda nel corso di due anni. Il giorno che la polizia l’ha beccato era con Natalie e stava tirando droga, e si era recato a casa di Natalie con l’auto blu. Tutto questo è già di per sé sufficiente a smontare la carriera di chiunque. Purtroppo non è che la faccenda sia finita così: sui gusti non si discute, per cui posso anche credere che Marrazzo creda che che le trans siano delle donne all’ennesima potenza; e però la contraddizione forte fortissima c’è, perché subito puntualizza di non essere omosessuale. Mah!

    Troppe morti misteriose, sulle quali la luce non è riuscita ancora ad entrare in questo caso. Gli aggiornamenti ci saranno, così si spera, perché il serio rischio è che ad un certo punto le indagini si possano arrestare.

    Seguiamo il caso. L’ultima notizia che si ha è quella dell’intervista fatta dalla De Gregorio, una intervista che non fa luce e che a mio avviso non ci dice niente che non sapessimo già. In ultimo, come già saprai, anche la moglie l’ha lasciato, anche se ieri, due anni or sono, difese il marito.

    Bacione

    beppe

    Mi piace

I commenti sono chiusi.