Maniscalco. Poeta. Scommettitore

Maniscalco. Poeta. Scommettitore

di Iannozzi Giuseppe

E si vede che oggi non avrò niente d’importante da raccontare. M’avevano assicurato sulla loro anima che un diamante è per sempre: avevano mentito. E’ bastato un giorno di noia perché il diamante che m’ero regalato insieme alla sua lucentezza andasse in mille inutili frantumi. Però i poeti – tutti – continuano a far poesia: la menano sull’incudine la poesia, poi stemperano ferri roventi nell’acqua. Far poesia è lavoro assai simile a quello del maniscalco, questo l’ho imparato da una lunga pezza, ed è una delle poche certezze che non uso mettere sotto agli zoccoli dei tanti cavalli – che vedo – lanciati a far mostra di sé per un galoppare zoppo. Ho sparato ad un pony stamattina: ma non mi sento colpevole, così credo che domani pomeriggio andrò all’ippodromo. E che la Fortuna m’assista. Ma può prendermi anche sotto i suoi zoccoli ferrati se proprio non le riesce di far di meglio per me.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, Iannozzi Giuseppe o King Lear, letteratura e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.