357

357

di Iannozzi Giuseppe

Un cacciatore di taglie non ha la vita facile, potete immaginarlo, per cui bando alle ciance. Sotto un cielo di pioggia e sangue la mia Colt 357 Magnum aspettava con impazienza nella fondina che la prendessi in mano per scaricarla dei proiettili in eccesso!
Ero sulle tracce d’un vecchio bastardo, un criminale di guerra mezzo fascista, mezzo stalinista. Nessun governo sapeva quanti crimini gli si dovessero accollare, ma tutti concordavano sul fatto che andava fatto fuori. Nessuno avrebbe pianto per quel figlio di puttana.

Aleksander Chikatilo, la mia preda, non poteva passare inosservato: troppo brutto persino per sua madre. Se volete farvi un’idea del suo aspetto vi basti pensare a un orco cornuto, a un mostaccio devastato da vistose cicatrici. Questi era Aleksander, il bastardo da far fuori.
Gli sono stato alle costole per dei mesi, e alla fine l’ho beccato in un posto equivoco, in un albergo a ore. Anche un simile mostro, prima o poi, commette un passo falso.

Dà fastidio farsi beccare a letto con una puttana. Ma dà ancor più fastidio baciare la 357 e ad Aleksander gli ho schiaffato tutta la sua lunga canna in bocca, mentre sotto di lui la femmina starnazzava come una gallina a cui stessero per tirare il collo. Non era lei che m’interessava, anche se devo dire che era un gran tocco di femmina, bionda, con delle perfette morbide curve da far invidia a un angelo.
Il mio uomo gli ha staccato un pompino da paura alla mia 357 Magnum, con l’ingoio per giunta. Il suo cervello del cazzo si è per buona parte sparso sulle tette della puttana, come una gelatina strapazzata. La bionda ha avuto un attacco isterico o un orgasmo. Non so dire di preciso, ma per quanto terrorizzata potesse essere, scommetto che non dimenticherà tanto presto il brivido che le ho procurato. Per lei doveva essere la prima volta con un morto.

Ho lasciato il corpo di Aleksander Chikatilo con il suo cazzo moscio ancora ficcato nella figa della femmina, e mi sono chiuso la porta della camera del Motel alle spalle. La mia non è una vita facile, ma Dio ha creato sé stesso creando le donne e tanto fa.


aquistando un libro aiuti anche a sostenere questo blog


anteprima del libro

Acquista
acquista il libro

Iannozzi Giuseppe's storefront
http://stores.lulu.com/iannozzi


donate

sostieni questo blog e la libertà d'infromazione

Sostieni questo blog, sostieni la cultura e la libertà d’informazione.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, explicit content, gialli noir thriller, Iannozzi Giuseppe, letteratura, narrativa, racconti, racconti brevi, segnalazioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a 357

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    le donne come appuntamento col destino?
    buongiorno Beppaccio mi scoppia la crapa.
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Le appuntamento con Dio in persona più che con il destino. Essendo che Dio si è creato a immagine e somiglianza delle Donne, le Donne sono Dio e Dio ha voluto che il criminale gli morisse davanti agli occhi.

    Ti scoppia la testa? E come mai?

    Smaaackkk

    beppe

    "Mi piace"

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    preferisco chiamarlo destino..
    cavolo ne so è da stanotte manco pasticca ha fatto nulla 😦
    bacio
    cinzia

    "Mi piace"

  4. tuA ha detto:

    il caldo non lo hai mai tollerato
    peggiora sicuramente il mal di testa
    quando vai in vacanza? hai bisogno di rilassarti
    devi incominciare a stare di più a contatto con la natura
    è una terapia che aiuta
    lo vedo su di me: adesso che sto in campagna ho meno mal di testa

    "Mi piace"

  5. tuA ha detto:

    lo sai?
    mi hai rifatto ripensare a quella ormai diventata famosa scena del crimine dei coniugi casati stampa…^_^
    però lì la vittima era anche lei…
    il brigadiere che ha fatto il sopralluogo ha visto un rivolo di liquido bianco che scendeva dalle sontuose tette della signora Anna….subito la mente gli è volata sulle porcellinate….forse anche a te????? ^__^
    lo sai Amore cos’era??????
    silicone!!!!!
    Camillino voleva un seno perfetto…e con i suoi soldi già negli anni ’70 ha spedito la sua dolce metà….in america a rifarselo…

    "Mi piace"

  6. tuA ha detto:

    il mio calendario oggi recita….
    il santo del giorno: San Lanfranco
    il proverbio del giorno:
    se hai per amico un orso prima o poi ti serve il soccorso…. °__°

    "Mi piace"

  7. cinzia stregaccia ha detto:

    come fai a sapere che non tollero il caldo?.va beh in ogni caso grazie dei consigli ma io proprio tenpo per andare in campagna non ce l’ho.
    Ciao tuA
    cinzia

    "Mi piace"

  8. tuA ha detto:

    ok, stai lavorando
    però promettimi di non stare troppo al pc
    anche se ci rimetto io se non stai al pc…
    mi manchi tanto quando non ci sei
    però devi pensare anche un po’ a te

    "Mi piace"

  9. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Mah! Che c’entra il mal di testa con il racconto una volta spero che tuA me lo spieghi.

    "Mi piace"

  10. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    In OT, come sempre del resto.

    "Mi piace"

  11. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Bastaaaa con questi OT. Basta o l’emicrania mi viene di sicuro, ma per colpa tua.

    "Mi piace"

  12. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Okay, chiamalo destino. 😉

    Prova con due. 😀

    bacione

    beppaccio

    "Mi piace"

  13. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sì, solo che le donne sono nel mio racconto Dio.

    beppaccio

    "Mi piace"

  14. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Ancora in OT.

    Te lo ripeto ancora: basta con gli OT.

    E non sono il tuo amore.

    "Mi piace"

  15. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Abbi pietà di me, basta con gli OT. Tanto non rispondo agli OT, ficcatelo in testa.

    "Mi piace"

  16. cinzia stregaccia ha detto:

    devo provare con destino Dio o con due pasticche??? scherzo dai :))))
    bacione Beppaccio a domani
    cinzia

    "Mi piace"

  17. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Meglio con due pasticche mi sa. ^__^

    A domani. Vedi di riprenderti, perché domani ci sarà tanto materiale nuovo da leggere: la mia recensione criitica al libro di Gaja Cenciarelli, un mio nuovo racconto, forse delle poesie, e altro ancora. Tanto materiale che metterò online nell’arco della giornata.

    Bacione augurandoti che questa possa esser per te una notte riposante e balsamica.

    beppaccio

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.