Monsignor Mariano Crociata difende Tettamanzi dagli attacchi de Il Giornale. E fa il punto sull’acqua bene di tutta la comunità

Monsignor Mariano Crociata difende Tettamanzi
dagli attacchi de Il Giornale. E fa il punto
sull’acqua bene di tutta la comunità

a cura di Iannozzi Giuseppe

monsignor Mariano Crociata

MILANO – Il segretario generale della Cei, monsignor Mariano Crociata illustrando ai giornalisti i lavori della 63esima Assemblea generale in corso in Vaticano: “E’ un diritto fondamentale permettere ai credenti delle varie religioni, musulmani compresi, di pregare nei loro luoghi di culto”. Ha poi ricordato che la moschea “non è un semplice luogo di culto, ma un luogo sociale, culturale e di incontro ed è quindi giusto tenere conto di questa caratteristiche e delle esigenze che questo luogo risponda nell’utilizzo pratico alle esigenze di vita sociale della nostra nazione e comunità civile secondo la Costituzione e le leggi del Paese”.

L’Arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi, ieri 23 maggio è stato attaccato duramente in un editoriale de Il Giornale. Il quotidiano, di proprietà di Paolo Berlusconi, ha sparato a zero contro Tettamanzi e persino contro buona parte dei cattolici asserendo che Tettamanzi si “da fare per Pisapia”. Il segretario della Cei oggi ha replicato: “I credenti esprimono le loro convinzioni dentro una visione della fede cristiana che guarda al bene comune e non come interesse di parte e dunque esprimono il voto nelle elezioni politiche o amministrative secondo la loro coscienza senza coinvolgere la comunità cristiana, cercando di rappresentare il bene comune dell’uomo nell’uno o nell’altro schieramento. Non ci si può sostituire alla coscienza di nessuno. I fedeli si esprimono responsabilmente scegliendo in base alla propria coscienza cosa meglio risponde al bene comune nella visione cristiana della realtà”.

Crociata, pur non schierandosi in maniera troppo aperta, ha sottolineato: “L’acqua è questione di responsabilità sociale e bene comune, è necessario che vi sia responsabilità verso i beni comuni. E che rimangano e siano custoditi per il bene di tutti. Se si porta l’attenzione su temi quali l’acqua o simili bisogna sempre esercitare vigilanza e responsabilità sociale, avere cura di tutti i beni comuni, perché rimangano e sia salvaguardata la caratteristica di bene di tutti”. In definitiva: “La comunità cristiana non prende parte, non sceglie una parte, ma assume il bene di tutti coloro che cercano di esprimere un voto nell’uno o nell’altro senso, perché la comunità cristiana si dedica al bene comune al di là dello schieramento, senza farsi partigiana ma cercando di accompagnare tutti nella ricerca del bene comune”.



L’orecchio tagliato

Il nuovo romanzo di Iannozzi Giuseppe
è da oggi disponibile su Lulu.com

http://stores.lulu.com/iannozzi

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in i miei romanzi su Lulu, Iannozzi Giuseppe, politica, querelle, rassegna stampa, segnalazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Monsignor Mariano Crociata difende Tettamanzi dagli attacchi de Il Giornale. E fa il punto sull’acqua bene di tutta la comunità

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    in realtà quello che mi stupisce e che mi fa abbastanza schifo in questa storia è come a seconda di quel che dice la chiesa venga reputata giusta la sua intromissione nei fatti dello stato e poi c’è chi urla per uno stato laico… poi naturalmente se un rappresentante della stessa dice cose che fan comodo….inoltre starei molto attento a giudicare le moschee un semplice luogo di preghiera e aggregazione vanno attentamente controllate.
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Crociata ha detto: “la comunità cristiana si dedica al bene comune al di là dello schieramento”. Uno stato laico deve essere in grado di accogliere tutte le confessioni, diversamente non lo è, sarebbe infatti uno stato dittatoriale e null’altro. Non ho mai sentito parlare di uno stato laico che sbatta fuori a calci nel sedere cristiani, ortodossi, evangelisti, musulmani, buddisti… Credi forse che uno stato laico sia una tribù di quattro atei-agnostici?

    Io sorveglierei, e non per scherzo o provocazione, molto ma molto di più le chiese cattoliche: tra pedofili incalliti (l’ultimo tragico caso ci viene portato da Don Gallo, sieropositivo e che ha fatto… Dio… Dio lo fulminasse all’istante a quel diavolo), antenne del Vaticano che dispensano leucemia, fanatismo e fondamentalismo pro vita, etc. etc., vedi che c’è davvero bisogno di controlli forti e ben marcati. Uguale discorso vale per le attuali moschee presenti sul territorio italiano e per quelle che saranno.

    beppe

    "Mi piace"

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    guarda che stato laico io intendevo nessuna intromissione dal vaticano e chi vuole cacciare qualcuno? e da quando si crede che la chiesa si schieri per il bene al di fuori da ogni schieramento? ahahahahahahahah rido ma mi viene da piangere solo ipocrisia potrei anche leggere che nella prossima camera o senato sarà giusto avere un rappresentante del vaticano se convenisse..lasciamo stare va..
    notte
    cinzia

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sì, lo so, ridi. Sorrido anch’io. Siamo entrambi grandi e vaccinati per sapere che tra parole dette e realtà dei fatti c’è di mezzo qualche cosa ben più grande del mare. In ogni caso, la Costituzione della Repubblica italiana stabilisce che “lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani”.

    Non credo leggeremo mai una cosa del genere. Al momento è fantapolitica.
    Cerchiamo solo di rispettare il credo altrui. Una moschea non sarà la fine del mondo, servirà invece a formare quella aggregazione che a Milano ancora manca: ovviamente la futura moschea, se ci sarà, dovrà sottostare alle leggi italiane, su questo punto credo siamo tutti d’accordo.

    ‘Notte, Cinzietta

    beppe

    "Mi piace"

  5. tuA ha detto:

    sono d’accordo con te Beppe
    sei molto informato sull’argomento e mi fido del tuo punto di vista
    ma è vero quello che dici su Don Gallo?

    "Mi piace"

  6. vanessa ha detto:

    Questa cosa che voglio farti capire…e non c’entra l’acqua

    Gesù disse ai suoi discepoli: «Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano. A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l’altra; a chi ti leva il mantello, non rifiutare la tunica. Dà a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo. Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro…
    (dal Vangelo di Luca 6,27-38)

    Queste parole di Gesù sembrano più un romanzo di fantascienza che proposte per un mondo reale.
    Eppure ogni volta che le ascolto, se da un lato mi sento giudicata perché non riesco a viverle mai in pieno (a volte non le vivo affatto!), dall’altro lato sento che ho bisogno di queste parole perché mi mettono dentro un senso di speranza.
    Ho bisogno di credere che sia possibile un mondo nuovo dove violenza, vendetta, giudizio ed egoismo non ci siano più.
    Non c’è nulla di più umiliante di qualcuno che ti tratta bene quando lo hai trattato male. Non avevi mai pensato che porgere l’altra guancia significasse sperare in un futuro privo di violenze.
    Questi Monsignori che appaiono sui giornali che predicassero e facessero opere di bene, che non apparissero sulle tv e sui giornali, che pensassero a non acuire gli animi, ma a smorzarli odio i preti saccenti che non sanno neppure cosa sia il bene il male, la vita o la morte, e la povertà e l’indifferenza.Odio i preti pedofili che rubano la purezza e le favole ad un fanciullo odio chi predica bene e razzola male odio chi mangia troppo e non dà a chi ha fame.
    Ora tornando all’incipt l’invito a porgere l’altra guancia potrebbe essere meglio compreso come un invito non rispondere mai alla violenza con altra violenza lessicale o manuale. Ci ricorda questo tratto di vangelo che spesso l’amore e la comprensione (che non hanno nulla a che fare con la stupidità o la passività) sono gli unici “strumenti” che possono spiazzare gli stronzi.
    Buon pomeriggio! ♥ vany

    "Mi piace"

  7. tuA ha detto:

    perchè ho l’impressione che Vany sia OT..????!!!!!!!

    "Mi piace"

  8. vanessa ha detto:

    Si carissima tua, molto spesso io sono OT.

    King a proposito di OT

    Il tuo contributo con bonifico bancario presso Intesa Sanpaolo S.p.A.
    intestato a GIUSEPPE IANNOZZI
    causale IO SOSTENGO LA LIBERTA’ DI INFORMAZIONE.

    Alla fine, lo sai che costa più fare il bonifico che l’euro da te richiesto!?
    bye ♥ vany

    "Mi piace"

  9. tuA ha detto:

    e perchè a te Beppe non ti butta fuori???????????
    a me ha dato l’ultimatum
    perchè Beppe c’è disparità di trattamenti per i tuoi lettori?

    "Mi piace"

  10. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    tuA, forse non mi sono spiegato. Dunque ti dirò papale papale che ne ho piene le scatole dei tuoi commenti che sono dei non-commenti. No, Vany non è in OT. e quando lo è lo è o per dire comunque di qualcosa relativo ai post presenti sul blog e magari a cui io ho tolto la possibilità di commentare, o perché come tutti le piace farmi un saluto.
    Capiamoci, un saluto al mattino, anche uno alla sera, in OT, da parte di tutti, non mi danno assolutamente fastidio.
    Tutt’altra cosa è riempirmi i post di un fiume di OT ora mielosi ora isterici.

    Se devo buttare fuori qualcuno lo decido io, io e soltanto io, mi hai capito tuA.
    Continua così, un altro commento di questo tenore e mio malgrado ti metto nella lista nera. Mi dispiace ma anch’io ho una soglia di sopportazione che è bene non superare.

    "Mi piace"

  11. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Be’, spero che non si tratti proprio di un euro e basta. 😉 E’ più che altro una formula metaforica per dire “basta poco, pochissimo”.
    Non ho mai fatto il bonifico di un euro. ^___^ Però m’è toccato farlo per qualcosa come 45 centesimi, roba da non credere. Però l’ho fatto, non potevo fare diversamente onde evitare una molta esagerata. O___o

    ♥ ♥ ♥ Bacione,

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  12. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    No, non è in OT. Mi ha fatto però un lungo sermone per farmi capire come lei ha interpretato le parole di Tettamanzi.

    "Mi piace"

  13. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Purtroppo la Chiesa ha sempre fatto della politica in maniera sempre più che vivace e accesa. Crederen che la Chiesa non intervenga nelle discussioni politiche è sognare a occhi aperti. Sono duemila anni che fa politica e non penso proprio che oggi smetterà di punto in bianco. Temo invece che più i tempi si faranno maturi e più la Chiesa detterà legge. Purtroppo ci sono e dicono la loro e volenti o nolenti le loro parole hanno una valenza politica che pesa sulla società e sulle scelte che i cittadini faranno, per cui tanto vale fare buon viso a cattivo gioco e scegliere di stare con chi dice meno fesserie. Non vedo affatto bene la Chiesa nelle questioni politiche, né mi piace che si stiano scomodando preti e monsignori per Milano, per la Moratti o Pisapia. Purtroppo fanno campagna politica, anche se poi dichiarano di non schierarsi.

    Il clero a cui sta a cuore il popolo e i suoi problemi sono davvero pochi; e non sono sicuro che ci siano. I preti pedofili io li impiccherei per le palle, altro che porgere l’altra guancia: tutti ‘sti preti pedofili dove diavolo sono? In galera? No. Il Vaticano cambia loro nome, gli dà un’altra identità e li sbatte altrove.

    Tu, Vany, sei una idealista, ma la politica si fa coi fatti.
    Non ho idea se tra la Moratti e Pisapia uno dei due sia tanto cristiano da saper porgere l’altra guancia. Quello che so però è che non auspico la vittoria della Moratti: troppi scandali gravano sul suo passato recente e non, e la politica che ha fatto per Milano non mi piace affatto. Credo sia ora di cambiare, di provare a cambiare: forse Pisapia riuscirà a far meglio, forse no. Ma deve avere la possibilità di cambiare la faccia di Milano, di una città che è purtroppo oggi in mano ai più beceri leghisti e berlusconiani interessati che alla povera gente non guardano neanche per sbaglio.

    Bacioni ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  14. vanessa ha detto:

    Suvvia caro King lascia le persone come sono, è bello quando una persona è presente non la intimorire .

    E per il resto del tuo discorso…. hai sempre ragione, ma noi siamo stanchi di essere giovani seri,
    o contenti per forza, o criminali, o nevrotici o nati vecchi.
    Vogliamo ridere, essere innocenti, aspettare qualcosa dalla vita.
    Non vogliamo essere subito senza sogni per colpa di tante persone malvage è già dura di per sè la vita.

    Buonanotte! ♥ vany.

    "Mi piace"

  15. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sì, d’accordo, tanto lo sai che non avrei fatto niente. Sbraito come gli orsi e poi basta, finito. 😀

    Tu hai ragione e chi dice di no, la vita è difficile di per sé e c’è chi ce la fa sempre più complicata: ahinoi bisogna però debellare il Diavolo dalla terra, un Diavolo tutto umano, affinché si possa arrivare a un ideale di democrazia reale per tutti e di giustizia.

    Bacione e LeKKatina ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  16. tuA ha detto:

    chi è il Diavolo?

    "Mi piace"

  17. cinzia stregaccia ha detto:

    scordati di debellare il diavolo sarebbe come debellare l’umanità . Triste? da battere la testa al muro? concordo…se esiste comunque è colpa nostra….a volte si sbraita e non si agisce nessun riferimento a chi ha qui commentato…forse..
    Un grande bacio Vany ma grande grande
    ciao Beppaccio
    cinzia

    "Mi piace"

  18. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Io non vedo nessun diavolo.

    "Mi piace"

  19. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Il diavolo è l’uomo. Chiamalo diavolo, chiamalo male, ma sempre dell’uomo parliamo.
    Potremmo essere più sinceri con noi stessi innanzitutto, sarebbe un grande passo in avanti, e il diavolo avrebbe vita molto più difficile.

    Perché a me no il bacione? 😉

    Concordo, Vany merita un bacione grande grande ♥ ♥ ♥

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.