Berlusconi il Gheddafi italiano che solo ieri baciava l’anello del rais (E una foto di Berlusconi islamico)

Berlusconi il Gheddafi italiano

che solo ieri baciava l’anello del Raïs

a cura di Iannozzi Giuseppe

Milano, 23 maggio 2011 – Prima di leggere il nuovo delirio berlusconiano, guarda fotogramma per fotogramma Berlusconi che bacia l’annello dell'(ex) amico Gheddafi.

Berlusconi: “A Milano c’è un clima da guerra civile. A Milano c’è un clima preoccupante in politica: in questa fase elettorale si sono verificate situazioni assolutamente preoccupanti, abbiamo avuto una quasi invasione di militanti provenienti da tutta Italia a sostegno dell’estrema sinistra e di Pisapia.

Milano è stata invasa da bandiere rosse con la falce e il martello come non si vedeva da molti anni. La Moratti, appena va ad incontrare i cittadini viene sistematicamente insultata. Io stesso, quando vado in giro e si conoscono in anticipo i miei spostamenti, vengo seguito da una banda di ragazzotti, che me ne dicono di tutti i colori. Poi ci sono stati altri episodi, le scritte contro di me, e sono state bruciate le bandiere del Pdl.

Se Milano diventasse la Stalingrado d’Italia credo che farebbe male ai milanesi e a tutta Italia. Una sinistra come questa non è una sinistra socialdemocratica, ma una sinistra estrema. Credo che le manifestazioni di violenza di questi giorni siano lì a dimostrarlo e a preoccupare tutti.

L’esito del ballotaggio, qualsiasi esso sia, non avrà assolutamente nessun peso per quanto riguarda la continuità del governo fino alla fine della legislatura e nessun peso per quanto riguarda le riforme che questo governo, finalmente, con questa maggioranza potrà assolutamente approvare.

Ci sono già a Milano dipartimenti delle opere pubbliche e del provveditorato scolastico, penso che non ci sia nessuna difficoltà sul fatto che alcuni ministeri possano venire a Napoli e in altre città anche del Sud e così potranno essere in grado di lavorare conoscendo da vicino le situazioni.

Credo (riferendosi alla sinistra italiana – n.d.r.) che debbano veramente pensare se conviene consegnare la città all’estrema sinistra che è vicina ai centro sociali, ai violenti, ai facinorosi.”

Ennesimo delirio che ahinoi non abbisogna d’alcun commento.

Berlusconi il Gheddafi italiano

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in dichiarazioni, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, politica, politici, satira e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.