Cesare Battisti il brigatista rosso morto… suicida!

Cesare Battisti il brigatista rosso morto… suicida!

Perché questo fotomontaggio? Non è forse la fine che lui, il terrorista rosso dei PAC, ha fatto fare alle sue vittime? Questo fotomontaggio per ricordare a Cesare Battisti e a chi lo sostiene che il sangue versato non si cancella con un colpo di spugna. Per ricordare all’opinione pubblica che questo mostro di crudeltà ha minacciato più volte di suicidarsi piuttosto che tornare in Italia, un ricatto inaccettabile e che però il Brasile ha accettato trasformando un vile assassino in un impossibile rifugiato politico, in una vittima della democrazia italiana. (iannozzi giuseppe)


promo culturale


Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in cronaca, segnalazioni e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Cesare Battisti il brigatista rosso morto… suicida!

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    Così non si fa!!! lì per lì ci ho creduto ed ho esultato (non è da brava persona? chi se ne frega) poi ho pensato ma sul televideo non c’è scritto..(ok la mattina alle 5,30 io leggo il televideo allora? ahahah ) e mi è venuto il nervoso pensando anche che si sta “pensando” alla sua scarcerazione. Ora prego tu spiegare me questo post ahah
    Buona domenica beppaccio
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sì, è un fotomontaggio.
    L’ho messo sù proprio perché, come hai ben evidenziato, presto Cesare Battisti il terrorista rosso che né sinistra né destra sono riusciti a ripotare in Italia, sarà libero come uccel di bosco. Ma non è che in galera stia male, tutt’altro: è più libero in galera che fuori, questo perché ben protetto e con tutte le comodità, mica come un pezzo di merda qualunque che buttano la chiave, no, Cesare Battisti dal carcere brasiliano scrive libri, conosce personalità brasiliane, riceve ospiti… insomma se la spassa alla grande.

    Quante e quante e quante volte Battisti ha minacciato – non che qualcuno gli abbia mai veramente creduto – che piuttosto di tornare in Italia si sarebbe ammazzato? Un ricatto bell’e buono, un ricatto da assassino vigliacco qual è e resterà sempre.

    In Italia, non dico nome editori per non fargli pubblicità, si sta facendo di tutto per far passare Cesare Battisti per una vittima e un santo. La cosa non mi sta affatto bene. Mi fa vomitare. Mi fa vergognare d’essere italiano. Si sta cercando di confondere le acque, anzi “il sangue” versato da Cesare Battisti. Battisti è uno sporco assassino e tale rimarrà nella STORIA e non per altro sarà mai ricordato.

    Perché questo fotomontaggio? Non è forse la fine che lui, il terrorista dei PAC, ha fatto fare alle sue vittime? Questo fotomontaggio per ricordare a Cesare Battisti e a chi lo sostiene che il sangue versato non si cancella con un colpo di spugna. Per ricordare all’opinione pubblica che questo mostro di crudeltà ha minacciato più volte di suicidarsi piuttosto che tornare in Italia, un ricatto inaccettabile e che però il Brasile ha accettato trasformando un vile assassino in un impossibile rifugiato politico, in una vittima della democrazia italiana.

    "Mi piace"

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    sei proprio incavolato non ti sei neanche firmato..e capisco e concordo su tutto tutto
    cinzia

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Scusa, mi sono dimenticato di firmare. Sì, decisamente incazzato. La cosa non mi va affatto giù, porco diavolo. Adesso lo vogliano spacciare per vittima della democrazia italiana. Io mi chiedo con che faccia si puo’ arrivare a questo. I pazzi e gli assassini li fanno andare in paradiso, ma ti rendi conto?

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.