Wojtyla e Pinochet. L’Associazione “Madres de Plaza de Mayo” chiede in una immensa preghiera che Dio non perdoni lei signor Giovanni Paolo II

Wojtyla e Pinochet. L’Associazione “Madres de Plaza de Mayo”
chiede in una immensa preghiera che Dio
non perdoni lei signor Giovanni Paolo II

a cura di Iannozzi Giuseppe

Grassetti, corsivi, sottolineature sono state inseriti in maniera redazionale al fine di consentire una più agile e focalizzata lettura del documento che qui si riproduce.

Il titolo del presente articolo è puramente arbitrario.

[ g.i. ]


Buenos Aires 23 febbraio 1999

Signor Giovanni Paolo II,

Molti giorni abbiamo impiegato per assimilare la richiesta di perdono che Lei, Giovanni Paolo II, ha reclamato per il genocida Pinochet.

Wojtyla e Pinochet

Ci rivolgiamo a lei come ad un cittadino comune perché ci sembra aberrante che dalla sua poltrona di papa nel Vaticano, senza conoscere né aver sofferto in carne propria il pungolo elettrico (picana), le mutilazioni, lo stupro, si animi in nome di Gesù Cristo a chiedere clemenza per l’assassino.
Gesù fu crocifisso e le sue carni furono straziate dai giuda che come lei oggi difende un assassino.

Signor Giovanni Paolo, nessuna madre del terzo mondo che ha dato alla luce un figlio che ha amato, coperto e curato con amore e che poi è stato mutilato e ucciso dalla dittatura di Pinochet, di Videla, di Banzer o di Stroessner accetterà rassegnatamente la sua richiesta di clemenza.

Noi la incontrammo in tre occasioni, però lei non ha impedito il massacro, non ha alzato la sua voce per le nostre migliaia di figli in quegli anni di orrore.
Adesso non ci rimangono dubbi da che parte lei stia, però sappia che sebbene il suo potere sia immenso non arriva fino a Dio, fino a Gesù.

Molti dei nostri figli si ispirarono a Gesù Cristo, nel donarsi al popolo.
Noi, l’Associazione “Madres de Plaza de Mayo” supplichiamo, chiediamo a Dio in una immensa preghiera che si estenderà per il mondo, che non perdoni lei signor Giovanni Paolo II, che denigra la Chiesa del popolo che soffre, ed in nome dei milioni di esseri umani che muoiono e continuano a morire oggi nel mondo nelle mani dei responsabili di genocidio che lei difende e sostiene.

Diciamo: NO LO PERDONE SEÑOR A JUAN PABLO II°.

Asociación Madres de Plaza de Mayo
Associazione Madri di Plaza de Mayo

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in controinformazione, Iannozzi Giuseppe, politica, storia - history e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Wojtyla e Pinochet. L’Associazione “Madres de Plaza de Mayo” chiede in una immensa preghiera che Dio non perdoni lei signor Giovanni Paolo II

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    tanto tempo fa e non credo di sbagliare facesti un post simile sul tuo vecchio blog…rileggerlo fa ancora venire tanta rabbia
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Ricordi bene, era anche sul vecchio blog.

    La beatificazione di Wojtyla c’è stata. E a breve sarà fatto santo, anche se per il popolo già lo è. Ma l’informazione non può essere di parte, per cui è giusto dare voce anche ai lati bui di Wojtyla e del suo pontificato, perché la verità non deve essere taciuta mai in nessun caso.

    beppe

    "Mi piace"

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    giustissimo
    cinzia

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.