Sila Sahin nuda su Playboy L’ira del mondo musulmano – foto

Sila Sahin nuda su Playboy
L’ira del mondo musulmano

a cura di Iannozzi Giuseppe

Sila Sahin, modella turca, posa nuda sull’edizione tedesca di Playboy. Ed è subito caos infernale nel mondo islamico. Il Daily Mail riferisce che nel paese d’origine di Sila Sahim si è scatenato l’inferno, una polemica più che mai accesa che ha coinvolto anche la sua famiglia, che le ha tolto il saluto. Sila Sahin, nata a Berlino nel 1985, modella di grande fama in Germania, sino a ieri era stata vista come un esempio di moralità. Dopo le foto su Playboy per la bella modella musulmana nuda il mondo islamico le si è rivoltato contro.

Sul suo sito, Sila Sahin spiega: “Mi sono spogliata per sentirmi libera una volta per tutte. Queste foto sono una novità dopo tutte le restrizioni che ho vissuto nella mia infanzia. E’ difficile con mia madre che è furiosa, così come con i miei cugini e i miei zii. Spero che in futuro capiscano e mi perdonino”.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in eros, fotogallery, gossip, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, querelle, rassegna stampa e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Sila Sahin nuda su Playboy L’ira del mondo musulmano – foto

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    è stupenda!!!!! e nessuno deve perdonare nulla tanto meno gli integralisti e i benpensanti..contenta lei contenti tutti .
    cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sì, è stupenda, è fuor di dubbio. ^__^”’ Una vera Dea scesa in Terra. E guai a chi osasse toccarla anche solo con un fiore.
    Non ha da chiedere perdono a nessuno, sono pienamente d’accordo.

    beppaccio

    Mi piace

  3. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    @ PAPI

    Pubblico io il tuo commento ma non lo sbocco perché non intendo dare libero accesso a questo blog a un personaggio come te. Diciamo pure che non mi piaci per niente.

    “Ed è subito caos infernale nel mondo islamico”

    Il caos infernale è solo nella tua testa. Se 1 miliardo e 500 milioni di persone (tanti sono i musulmani nel mondo), facessero “un caos infernale”, sarebbe davvero il finimondo e tutti se ne accorgerebbero. Inoltre in Turchia, non so se ci sei mai stato, per le strade vedi ragazze con minigonne girotopa, e in tv hanno canali simili a MTV con ragazze anche loro mezze ignude che ballano al suono di musica rap turca. Insomma, il tuo articoletto mi sa tanto di “wishful thinking” islamofobo…

    Infatti è proprio come dici tu, si divertono davvero un mondo a lapidare le donne, a tenerle in schiavitù, a seppellirle in un burqa, etc. etc.

    Per favore, non mi fare il muezzin. Tanto non prego manco morto. E non saranno quattro minigonne occidentali a fare della Turchia un paese libero.

    Mi pare che il caos infernale sia a colpi di bombe, direi che se ne è accorto tutto il mondo, solo tu no. Non te ne fossi accorto anche l’Itaia borbanderà la Libia. E se non te ne fossi accorto c’è stato l’11 settembre: non lo dimenticare mai.

    Ultimo appunto: sono contro i fondamentalismi, da qualsiasi parte essi vengano.

    Ciao ciao

    Mi piace

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Ah, ecco delle donne turche… in minigonna ovviamente.

    Prova un po’ a leggere Orhan Pamuk e le sue denunce invece di lasciarti abbacinare dalla pubblicità preconfezionata per gli occidentali boccaloni. Giusto un consiglio.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.