Su l’Avvenire l’inquisitore Salvatore Izzo invoca la censura per Habemus Papa di Moretti. Quel fondamentalismo cattolico che minaccia la libertà di espressione!

Su l’Avvenire l’inquisitore Salvatore Izzo
invoca la censura per Habemus Papa di Moretti
Quel fondamentalismo cattolico
che minaccia la libertà di espressione!

di Iannozzi Giuseppe

Il vaticanista Salvatore Izzo sulle colonne dell’Avvenire: “Il Papa non si tocca: è il Vicario di Cristo, la Roccia su cui Gesù ha fondato la sua Chiesa. Per questo bocciamo al botteghino Habemus Papam di Nanni Moretti. Perché dobbiamo finanziare chi offende la nostra religione? […] Non mi sembra che regga il solito argomento che dobbiamo conoscere per giudicare: non è che debbo saltare giù dal sesto piano per capire che potrei farmi male. Di motivi per non vedere il film di Moretti ce ne è almeno uno fortissimo, quello che ci hanno insegnato le nostre mamme: ‘Gioca con i fanti e lascia stare i santi’. Non è un bello spettacolo vedere scimmiottare la figura del Capo della Chiesa cattolica con la farsa (per quanto garbata essa sia) dell’elezione impossibile di un candidato fragile e bisognoso di aiuto”. Izzo indica i suoi più che mai soggettivi “motivi per non vedere il film”, che si riducono a un ben misero “gioca con i fanti e lascia stare i santi'”.

Izzo è un diavolo in terra contro Nanni Moretti: “Habemus Papa? L’abbiamo già. Non fidiamoci dei critici cattolici, anche se preti, che lo assolvono (con una ben curiosa giustificazione: Moretti poteva essere molto più cattivo). Bocciamolo al botteghino. Saremo noi a decretare il successo di questo triste film, se ci lasceremo convincere ad andare a vederlo, perché il pubblico laico si annoierebbe a morte e infatti diserterà le sale. E’ su di noi che si fa conto per recuperare l’investimento cospicuo che è stato fatto per ricostruire la Sistina in uno studio. Se vogliamo respirare l’atmosfera del Conclave andiamoci direttamente alla Sistina: per i giorni della beatificazione i Musei Vaticani hanno prolungato l’orario di apertura e dimezzato il costo del biglietto. Perché dobbiamo finanziare chi offende la nostra religione? Non mi sembra che regga l’argomento che dobbiamo conoscere per giudicare: non è che debbo saltare giù dal sesto piano per capire che potrei farmi male. Non è un bello spettacolo vedere scimmiottare la figura del capo della Chiesa cattolica con la farsa (per quanto garbata essa sia) dell’elezione impossibile di un candidato fragile e bisognoso di aiuto”.

Habemus Papam è primo al botteghino nel giorno del debutto in sala con 227 mila euro in 380 copie, tra i 250 mila e i 300 considerando le 460 totali. Per Domenico Procacci che con lo stesso Nanni Moretti lo ha prodotto “è un buon segnale per il cinema italiano in generale, un’attenzione del pubblico non solo alle commedie”. Parlando all’ANSA, Procacci dichiara papale papale: “Negli ultimi tempi si è gridato al miracolo per i risultati delle nostre commedie, e io come produttore di Qualunquemente di Antonio Albanese posso certo dirmi contento, ma i dati di Habemus Papam sono incoraggianti proprio perché testimoniano l’esistenza di un pubblico interessato anche ad altro e se nel film di Nanni ci sono spunti di commedia Habemus Papam è anche tanto altro”.

All’inquisitore vaticanista Izzo gli si risponde qui subito e bene: Nanni Moretti con il suo Habemus Papa lo andremo a vedere in sala, non una e nemmeno due volte, ma tre e anche quattro e cinque e sei e sette volte. E stia pur certo l’inquisitore Izzo che ai Musei Vaticani non daremo un solo baiocco bucato. A ‘sto punto che il fondamentalista cattolico Izzo si faccia pure venire quanti travasi di bile vuole, a me non mi cale.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in cinema, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, politica, querelle e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Su l’Avvenire l’inquisitore Salvatore Izzo invoca la censura per Habemus Papa di Moretti. Quel fondamentalismo cattolico che minaccia la libertà di espressione!

  1. capuncione ha detto:

    Non bisogna parlare male della chiesa! Dio s’offende!

    "Mi piace"

  2. vanessa ha detto:

    In un qualche modo bisogna parlarne, sia in bene sia in male, è farsi pubblicità e questa è un’ottima occasione il tuo articolo, la televisione, altri giornali.
    Io non sono curiosa di vedere il film, non mi piace Nanni Moretti, non ho nulla contro di lui, è la sua aggressività ed il suo modo di porsi che non mi va a genio, però come tutto e tutti a moltissimi piace. Ho cmq. già letto la trama del film .
    Ciao ♥ vany

    "Mi piace"

  3. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Legittimo non aver curiosità di vedere Moretti. Se una cosa non ti va a genio non vedo perché dovresti farti del male. Poi chissà, magari se provassi a vedere Moretti, in qualità di attore, magari con altri film, forse scopriresti che ti è pure un cincinnino simpatico, che è poi in fondo un po’ orsetto. 😉

    Dalla trama del film non si capisce granché, anzi niente.
    Il film mostra semplicemente un papa che è umano e che in quanto uomo come tutti noi ha le sue paure e timori. Detto molto all’acqua di rose è così. Non c’è niente di volgare o scandaloso, tutt’altro. Fossi il Papa mi sentirei onorato perché un regista ha messo in evidenza che anche il Papa è un uomo prima che Vicario di Cristo. Forse un giorno la Chiesa capirà. Ci impiega un po’ di tempo la Chiesa a capire… forse troppo… ma tante cose che ieri diceva nemiche oggi invece le porta sull’altare e non per scherzo.

    Buongiorno mio raggio di sole ♥ ♥ ♥

    orsetto bastardiSSimo

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Io non ci credo in Dio, ma se un Dio c’è sono certo che da lassù si sta facendo una grossa risata, perché se Dio c’è è amore e non odio.

    Bentrovato Capitano 😉

    "Mi piace"

  5. vanessa ha detto:

    Buona serata, io vado al burghy a mangiarmi un bel paninazzo con le patatini slurpppp.. con amiche e amici.
    1 Bacetto ♥ vany

    "Mi piace"

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Ti do il permesso di andare a divertirti. Però mi raccomando, non ti ingozzare perché a me le bimbe cicciottelle non è che piacciano granché. ;-))) Quindi vedi un po' tu se vuoi rovinare quel tuo bel sederino che tanto amo pizzicare e usare come cuscino quando il cuore m'è pesante di preoccupazioni. ^__^

    Domani troverai altre cose da leggere, se vorrai, meno pesanti. ♥ ♥ ♥

    SMAAACKKK

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.