Cristiana Alicata. Verrai a trovarmi d’inverno – Hacca edizioni

Cristiana Alicata

Verrai a trovarmi d’inverno

Hacca edizioni
Formato: romanzo
Pagine: 288
Prezzo: 14,00
ISBN: 978-88-89920-58-9
Anno: marzo 2011
Acquista

Dell’ordinaria gestione del dolore di cui ciascuno di voi sa, per quanto lo si occulti e non si nomini, la famiglia di cui racconta Cristiana Alicata in questa storia, è una specie di almanacco virtuoso. Una sorta di apologo esemplare su come, dalle assenze e dalle perdite, sempre fioriscano la forza, la sorpresa, l’incontro, la conoscenza di sé e del mondo. Per quanto tardi accada, faticosamente, inaspettatamente, seguendo vie tortuose e non proprio desiderate, non esattamente quelle che potendo scegliere avreste scelto, va così: vince la paura chi la attraversa, sconfigge il dolore chi sa guardarci dentro. Si illumina chi ha imparato a vivere al buio e ha pensato, persino, che fosse quella la regola. Una luce fioca alla quale abituare lo sguardo come nelle case di Pantelleria, così scure che accecano. È poi una storia di sentimenti delicatissimi e fragili, di normalità di confine tutta da conquistare, di nomi da restituire alle cose e agli eventi, da nominare per la prima volta o rinominare da capo. Una famiglia esemplare cresciuta sulle rovine di due famiglie impossibili, famiglie mai nate, abortite prima di esistere. Due uomini, i loro figli bambini. Due fratelli che non sono fratelli, due amici che non sono amici, due donne che hanno partorito i figli e non possono essere madri, un bisogno di amore che il ragazzo Mattia chiama amore, un amore che non si può dire perché la ragazza Elena non sa, la ragazza Viola che non vuole e non può. Nella tranquilla scansione dei giorni, in un ristorante che apparecchia ogni sera, crescono come se il mondo fosse cominciato in quella cucina e lì finisse i due bimbi come fratelli, figli di soli padri e di un tempo vicino ma remoto, rovente e devastante.

dalla bandella di Concita De Gregorio

Cristiana Alicata (1976) è ingegnere, milita attivamente nel PD e combatte per il riconoscimento dei pieni diritti della comunità lesbica, gay e transessuale. Ha pubblicato il romanzo Quattro (Il Dito e La Luna, 2006) e un racconto nell’antologia Principesse Azzurre da Guardare (Mondadori, 2007).

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, comunicati stampa, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe consiglia, letteratura, libri, narrativa, segnalazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Cristiana Alicata. Verrai a trovarmi d’inverno – Hacca edizioni

  1. vanessa ha detto:

    Già sentito parlarne e letta la recenzione di Concita.
    Bye Vany

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Come??? Già sentito parlarne.
    E dove, da chi?
    Adesso mi dici dove hai sentito parlare di Cristiana Alicata e che cosa hai sentito.

    Rispondi, per favore.

    beppe

    "Mi piace"

  3. vanessa ha detto:

    Ho sentito che Cristiana Alicata, 34 anni, una militante politica del Partito Democratico (candidata non eletta alle ultime regionali) e un’attivista del movimento lesbico, gay e transessuale. Ha scritto altri libri, ma ora ti lasco.
    Buongiorno! ♥ vany

    "Mi piace"

  4. cinzia stregaccia ha detto:

    è anche su fb io ci sono capitata sai con i tam tam c’è anche “lo stesso post”
    cinzia

    "Mi piace"

  5. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Bene, molto bene. Il feedback è importantissimo per chi fa promozione culturale. Significa che la voce gira e che del libro se ne parla.

    In ogni modo di questo lavoro di Cristiana Alicata ne parlerò a breve anche io, in veste di critico. Nell’intanto la bella introduzione di Concita De Gregorio penso sia un ottimo invito alla lettura.

    beppe

    "Mi piace"

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Be’, ma allora sai soltanto questo e quello che hai potuto dedurre dalla pur sempre molto bella nota introduttiva di Concita De Gregorio. Non ti preoccupare perché a breve, a molto breve, ne parlerò anche io qui su queste pagine del romanzo di Cristiana Alicata. Lo sto leggendo e ti posso dire, ex abrupto, che è un lavoro davvero notevole.

    ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  7. cinzia stregaccia ha detto:

    bene…l’introduzione mi è piaciuta ma aspetto la tua critica
    ciao
    cinzia

    "Mi piace"

  8. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non dovrai aspettare molto.
    Ne parlerò a breve. Io sono sempre qui al posto mio.

    L’introduzione di Concita De Gregorio non poteva non essere giusta e bella. Grande penna la sua.

    beppe

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.