Candidiasi genitale

Candidiasi genitale

di Iannozzi Giuseppe

soffrì e soffrì come un cane
per via d’una candidiasi genitale
presa al volo ma chi lo sa quando
per colpa di chi e come

sorrise alla Candid Camera
convinto ci fosse un errore

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in Iannozzi Giuseppe, poesia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Candidiasi genitale

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    Prego? questa non l’ho capita
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non hai capito neanche questa. Uffa. 🙂

    Uno che è un “puttano”, che se la fa sia con uomini che con donne pur di raggiungere il suo scopo, si becca la candidiasi genitale, che è malattia degli organi sessuali. Ma non ha idea di chi gliel’abbia attaccato, essendo che è andato a letto con praticamente mezzo mondo. Si limita così a sorridere, alla Candid Camera, credendo che il referto medico sia uno scherzo: non crede difatti d’aver una tale malattia. Si illude. Si illude d’essere innocente, quindi non colpevole, di non aver cercato di raggiungere il suo scopo andando a letto con cani e porci; però la morte alla fine arriverà anche per lui, lenta e inesorabile, nonostante tutti i letti da lui frequentati in cambio d’un favore.

    Una invettiva, contro i “puttani”, contro gli arrampicatori sociali.

    beppaccio

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.