Striscia la Censura filocomunista. Il Gruppo Espresso non intenderebbe rinunciare alle sue due veline

Striscia la Censura filocomunista
Il Gruppo Espresso non intenderebbe
rinunciare alle sue due veline

a cura di Iannozzi Giuseppe

14 marzo 2011Striscia la notizia in onda su Canale 5 dopo il Tg5 delle 20,00, con una provocazione bella forte ma onesta e giusta, ha deciso di rinunciare al concorso estivo Veline 2011 ed ha proposto alla Rai di cancellare la prossima edizione di Miss Italia: “Eliminiamo le ragazze dal cast se la Rai cancella dal palinsesto la prossima edizione di Miss Italia”.
Per Striscia la Notizia il concorso di bellezza è un “programma dove la donna per antonomasia è militarizzata”.


Inoltre Striscia la Notizia chiede al Gruppo Espresso di rinunciare alle sue due veline: il settimanale D-La Repubblica delle donne e il mensile Velvet, dove la “dignità delle donne è ridotta da sempre ad attaccapanni”.

Sempre il Tg satirico informa: “Se entro settembre niente sarà cambiato, Striscia la Notizia si vedrà costretta a riconfermare le Veline (Costanza e Federica) in carica quest’anno”.

Poche ore dopo la proposta-provocazione di Antonio Ricci, l’ufficio stampa di Striscia la Notizia comunica che l’agenzia Ansa ha “censurato” il loro comunicato omettendo di fatto tutte le testate del Gruppo Espresso citate nel comunicato del Tg satirico.

Su La Repubblica, sui blog collegati al Gruppo Espresso, si fa un gran casino intorno “a questo non è un paese per vecchie” difendendo ad oltranza ma a tutto favore d’una mera apparenza – è bene sottolinearlo – il diritto delle bambine (ovvero delle donne) a non essere mercificate. Si scende persino in piazza affinché le donne non siano più considerate dai media e dalla società degli oggetti sessuali utili solamente a reclamizzare prodotti di ogni sorta; ci si indigna per ogni pezzetto di pelle scoperta (nuda) che i sempre attenti lettori di sinistra (?) scoprono con morbosa attenzione sherlockiana su giornali patinati e non; e poi sono i media di centrosinistra i primi a spogliare la donna della sua dignità per darla in pasto a dei giornaletti che definire monnezza è ahinoi fargli in ogni caso complimento sin troppo generoso.

Tipico esempio del nuovo Velvet, magazine del Gruppo Espresso, che nasce per essere prima letto e poi indossato dalle donne  – che , secondo il modello proposto dal magazine, dovrebbero essere  almeno almeno un po’ anoressiche, con labbra siliconate e d’un bel rosso infernale, pelle bianca come uova di serpente e non da ultimo avere lunghi capelli d’un bel colore tizianesco. La pubblicità che invita le donne a “leggere” Velvet è più che mai eloquente ahinoi.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in controinformazione, giornalismo, gossip, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, notizie italia, rassegna stampa, segnalazioni, società e costume, spettacoli, TV e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Striscia la Censura filocomunista. Il Gruppo Espresso non intenderebbe rinunciare alle sue due veline

  1. vanessa ha detto:

    E’ un po’ di tempo che girano queste notizie… vedrai che alla fine tutto si ridurrà in un fuoco di paglia e sarà sempre come è ora, purtroppo o x fortuna.
    Buongiornooooooooo!! ♥ vany

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    In pratica si continuerà a rimanere in questa terra dei cachi seppelliti fra comunisti e capitalisti entrambi senza vergogna. Non mi sembra una gran bella prospettiva, Amorino. ♥

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  3. Gloria ha detto:

    Salve a tutti!!!la mia opinione è che le veline di questo programma sono troppo esagerati,hanno detto che sono solo veline de paracomedia,(due ragazze che sono seminude,la videocamera solo ci fa vedere tette e culo)ragazze che ballano quasi come striper dance a le 9 di sera!!!Sono contro de le veline,sono troppo esagerate,anche umiliante per le donne, non cè un unico programma con due ballerini maschi!!! è GIUSTA QUESTA COSA??????? Un saluto!!!!

    "Mi piace"

  4. Sandra ha detto:

    SONO CONTRO LE VELINE!!!sono umilianti per le donne e molto esagerate!!!!anche le donne guardiamo la T.V non solo i uomini!!!!!!!

    "Mi piace"

  5. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Vero, sono umilianti e non solo per le donne ma anche per chi come guarda alle donne e vuole una vera donna e non una sciacquetta che sculetta. Purtroppo le veline di Striscia non sono le uniche veline. Mi guardo bene dall’essere un moralista, ma il troppo stroppia e a forza di vedere ragazze mezzo nude in tivù e sui giornali, adoperate per promuovere ogni cavolata, dico che lo abbiamo voluto noi, perché è questo che il pubblico, la maggioranza del pubblico reclama. Il problema non sono le veline di Striscia, sono tutte le veline che ci sono su reti Rai e non a ogni ora del giorno. Aggiungici la Marcuzzi che sponsorizza lo yougurt per andare di corpo e dimmi tu se questa è dignità: io mi sento offeso e ti assicuro che certi passaggi televisivi ma anche certi inserti sui giornali mi fanno passare l’appetito. Ma è inutile attaccare Striscia. I giornali – che pare appoggino l’opposizione – hanno settimanali che definire porno è un eufemismo. Settimanali, riveste per donne, siano essi d’una sedicente sinistra o destra, portano commercializzano le donne. Tuttavia non ti preoccupare, ce n’è anche per noi uomini: hai mai provato a comprare una sedicente rivista per uomini? Tutti superpalestrati, tutti Big Jim nel migliore dei casi.

    Il monkey business ci ha ridotti tutti, maschi e femmine, a dei bambolotti gonfiati di botox e steroidi.

    Mi chiedo che fine hanno fatto i veri uomini, come Charles Bukowski.

    Viviamo tempi bui, un nuovo medioevo, di tecnologie usa&getta e di nudità superflue. Però parrebbe che il pubblico sia questo che desidera. Finirà anche questo nuovo medioevo prima o poi.

    "Mi piace"

  6. Sandra ha detto:

    Ianozzi,ok sono dacordo en monkey businees!!1pero non e una cosa che ci fanno vedere!!Si inizia censurando le cose che vediamo,come striccia la notizia!!come il giornale!!come le publicita!!srticcia afecta tanto a la popolazione,allora mi sembra giusto comincare da le veline casi pornostar!ya che srticcia dovrebbe dare un buon esempio,tuttavia srticcia è molto ipocrita!!!!!SONO CONTRO LEVELINE!!dopo aver simosso le veline e ciò che serve come esempio per continnuare anche con il girnale e le publicita!!!!!FUORI LE VELINE NON è GIUSTO!!!!O INSERIRE ANCHE UN UOMO

    "Mi piace"

  7. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non è solo Striscia.
    Prova a mettere la Rai: tetti e culi spacciate per corpi di ballo. Possibile che solo io li veda?
    Per intenderci, la porcheria è tanto su Rai3 quanto su Canale5.
    Non si può pensare di portare avanti una campagna per i diritti delle donne se è l’opposizione, o sedicente tale, la prima a proporre pornografia.

    Questo Velvet ad esempio è del Gruppo Espresso, che si batterebbe (anche) per la dignità delle donne. Alla faccia della dignità. Qui ci si ammazza di seghe. Pardon, di porcheria.

    L’opposizione che tale si dice non cerchi di censurare la destra con stupidi giochetti accusandola di velinismo quando è lei la prima a fare della donna un vile oggetto.

    "Mi piace"

  8. Sandra ha detto:

    certo!!!è la televisione italiana tutta è cosi!!io sono spangola e la non è cosi tanto esagerato!No ne solo stricca pero fa parte!!non sono daccordo con le veline neanche con la rai!!!!non sono dacordo de la imajine che a la donna qui in italia!!!La prima volta mi ha sorpreso vedere de le ragazze molto provocanti a dare inizio a un programa televisivo!!! a me piace striccia pero non sono dacordo con avere due veline femine!!non credo che ne avia bisogno di avere quelle veline!!!!quella velvet è parte de la merd… de la ipocresia y la falsedad!!1Un Saluto

    "Mi piace"

  9. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Televisione e giornali sono tutti uguali.
    Sono d’accordo, l’esagerazione qui in Italia è la norma purtroppo. 😦

    Fosse per me farei un bel repulisti, ma siamo in democrazia, perlomeno così si dice, per cui ci dobbiamo tenere Striscia – che non mi dispiace affatto, molto meglio di tanti programmi d’una finta sinistra che elegge radical chic ogni coglione che gli fa comodo – con le sue veline e la Rai con i sui culi e tette al vento pagando per giunta il canone. Alla faccia del servizio pubblico.

    "Mi piace"

  10. Sandra ha detto:

    Si sono dacordo,si deve cambiare striccia de cambiare tuta la televisione italiana!!non solo striccia,perche allora diventa solo una cuestione di politica come il solito!!!!!

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.