Per Berlusconi giudizio immediato. E’ il primo caso al mondo. Colano a picco le azioni Mediaset

Per Berlusconi giudizio immediato
E’ il primo caso al mondo
Colano a picco le azioni Mediaset

di Iannozzi Giuseppe

In una nota firmata dal presidente dell’ufficio del Gip di Milano, Gabriella Manfrin si legge: “In data odierna il giudice per le indagini preliminari Cristina Di Censo, ha depositato il decreto con cui si dispone ai sensi degli articoli 453 e seguenti del codice di procedura penale, giudizio immediato a carico dell’onorevole Silvio Berlusconi”.

Il prossimo 6 aprile l’udienza del processo a carico del premier Silvio Berlusconi, accusato di concussione e prostituzione minorile. A giudicare il premier sarà un collegio composto da tre donne, i giudici della quarta sezione penale di Milano Carmen D’Elia, Orsolina De Cristofaro e Giulia Turri. L’avvocato Piero Longo: “Non ci aspettavamo nulla di diverso. Già ci sono nel processo Mills; benissimo, le donne sono gradite e qualche volta anche gradevoli”.

Silvio Berlusconi, per il momento, si trincera in un silenzioso NO COMMENT.

La notizia è stata tragica per Mediaset: le azioni del gruppo televisivo cedono l’1,7% a4,765 euro e viaggiano in fondo al Ftse Mib.

E’ il primo caso al mondo, perlomeno tra i paesi a regime democratico: mai prima d’oggi 15 febbraio 2011 un Capo dello Stato era stato accusato di concussione e prostituzione minorile e quindi portato alla sbarra. La notizia ha subito occupato la prima pagina (online) dei maggiori quotidiani del mondo: dal Times a Le Monde, da El Mundo a CCNWorld, ed ancora The Wall Street Journal, El Pais, Financial Times, Expressen, BBC, Der Tagesspiegel.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in economia, giustizia, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, notizie italia, politica, politici e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Per Berlusconi giudizio immediato. E’ il primo caso al mondo. Colano a picco le azioni Mediaset

  1. vanessa ha detto:

    Vorrei essere cattiva e scrivere tante cose, ma so che il bel tacere non fu mai scritto, e so pure che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, che le bugie hanno il naso lungo ed il rumore degli specchi grattati stride forte.
    Temo che le donne oltre ad essere dolcissime possono anche essere spietate, mi piacerebbe solo sapere una piccola dose di verità , ma forse chissà….ritengo tanto triste
    questo periodo politico di dx e sn.
    Buonanotte e dolci sogni! ♥ vany

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Come ho più volte ribadito non penso che B. sia andato propriamente a letto con Ruby, ma quand’anche fosse non me ne potrebbe fregar di meno: sono affari suoi.
    Il problema è semmai un altro: ha fatto uscire di prigione una persona non seguendo la legge e nessuno è al di sopra della legge in una democrazia, nemmeno il premier. Dura lex sed lex. Ha portato nella sua casa una ragazzza che era ancora minorenne… La sedicente opposizione, che non disdegna di allearsi persino con Umberto Bossi pur di salire al potere, sta indubbiamente cavalcando lo scandalo, lo sta ampliando. Berlusconi ha sbagliato, ma se l’opposizione pensa di scalzare Berlusconi con questi mezzi si sbaglia di grosso: il confronto deve essere politico e non deve essere uno scontro di gossip che mirino a creare confusione all’interno delle istituzioni. Per Berlusconi ci sarà il processo il 6 aprile. Comunque vadano le cose credo che non sarà questo a farlo cadere. Ribadisco che il confronto deve essere politico, e non basato su altro che con la politica non ha niente a che fare. Non a caso Napolitano non ha sciolto le camere.

    Non mi piace questo governo, ma ho il terrore di un D’Alema bis. Non ci tengo affatto a passare dalla padella nella brace. Ricordo bene il governo D’Alema e le sue porcate, così come ricordo bene Prodi e compagni. Ho il terrore di finire dalla padella nella brace. Questo per dire che destra e sinistra, oggi come oggi, fanno schifo in egual modo. Ci fosse uno che si salvi. Uno, per la miseria.

    ♥ ♥ ♥ Facciamo sogni felici insieme, Gattina mia bella, così indifesa, così graffiante 😉

    leKKatine leKKatine leKKatine

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.