il 13 febbraio o i nuovi puritani

il 13 febbraio i nuovi puritani

di Iannozzi Giuseppe


13 febbraio

Mi hanno detto che scenderai in piazza,
che guiderai squadre di donne coi pantaloni,
che non risparmierai slogan e puttanate

Ti ricordo ancora nuda un milione d’anni fa
Gridavi “l’utero è mio e me lo gestisco io”
Non arretravi d’un passo e non avevi molto addosso,
solamente il tuo coraggio di donna,
ma la carica della polizia non ti faceva paura

Mi hanno detto che hai sù un cappotto pesante
d’un bel rosso acceso e la falce e il martello
Non canti più di metter fiori nei cannoni
Sicura nei tuoi pantaloni il tredici febbraio
entrerai in Chiesa con la tua bella faccia comunista
Alla fine il Signore ha accolto anche te
fra le sue amorevoli braccia, ed era questo che volevi?
Tutto questo perché non hai brindato con il papi?

Mi hanno detto che è un po’ di tempo
che non la dai, che non la dai, che non la dai
Ma un milione d’anni fa eri tua veramente
e non tra le colonne dell’Avvenire
Un milione d’anni fa… un milione d’anni fa…

Un altro amore

Cercherò un altro amore
Ho dipinto il cielo di blu
e nel mare mi son tuffato
rischiando d’affogare
tra menzogne e delfini
Cercherò un altro sole

Ho rasato la mia testa
come quella d’un monaco
Mi guardo allo specchio,
mi dico che sono a posto
Non ho bisogno di altro
Mi lascio l’odio alle spalle
col suo grosso bagaglio di sbagli

Ti lascio la mia penna d’oca
e l’inchiostro blu, il flauto di legno
che non ho mai imparato a suonare
e la mia collezione di farfalle

Sono rimasto in attesa
fiutando la notte
regolando la mia rabbia
con quella dei lupi affamati
Cercherò di far battere…
di far battere forte ancora…
il cuore, il cuore…

Son caduto

Son caduto
Ho battuto forte il sedere
Non ti dico il dolore
Tutta colpa della cera
Son volato a gambe all’aria
Una figura ma una figura!
Qualcuno avrebbe riso
se solo avesse potuto
Ma nessuno ha visto
quando il mio bel culetto
ha baciato il duro
durissimo pavimento
Del mio patimento
non un cane s’è accorto

Dolorante
con la voglia di bestemmiare
non oso
sapendo che ti darei un dolore

Ho fatto il cattivo
e forse son stato punito
Avevo la testa fra le nuvole
e all’improvviso
mi son trovato lungo disteso
In quel momento
ho desiderato che mi vedessi
Dovevo esser buffo
grande e grosso e kappaò

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in Iannozzi Giuseppe consiglia, opinionismo, politica, satira, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a il 13 febbraio o i nuovi puritani

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    Buongiorno Beppaccio,vuoi la verità? Io non ho capito cosa cavolo vanno a fare in piazza. A difendere la loro dignità ho letto.Difenderla da cosa? da quello che succedeva, succede e sempre succederà?In ogni strato sociale cambia solo con chi si va a letto. Perchè si sentono coinvolte? Poi magari loro (in senso generale) o gli uomini che parteciperanno hanno l’amante che le/li aspetta in una camera in albego? Cavolo c’entra sta rottura di scatole del Berluska che fa festini con la nostra dignità??? Perhè il punto vero è solo questo il resto fandonie per rendere sta manifestazione “seria…” Ci “ruberanno ” slogan di cui neanche conoscono il significato……Bella Beppe e molto bella anche un altro amore.
    Ora vedo se riesco ad entrare da Vany
    un bacio grande
    cinzia

    "Mi piace"

  2. vanessa ha detto:

    No, non commento!
    Non si sa più che cosa pensare, ma una cosa sì la si può dire è ormai tutto tragicamente burlesco direi una vera e propria carnevalata.
    E lo sono tutte le figure politiche quelle che denigrano e quelle che fanno, non si capisce + nulla.
    E’ tutto così grottesco, se non cominciano a rispettarsi un l’Italia andrà a rotoli.
    Buongiorno, Buona domenica!
    vany

    "Mi piace"

  3. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Cinzietta, io nemmeno l’ho capito che ci vanno a fare in piazza. Dicono a difendere la loro dignità. Ma B. se ha fatto ha fatto a casa sua. E’ tutto in “se”. E’ chiaro che è una manovra politica, anzi un lasciarsi manovrare dai media. Questo non è scendere in piazza. E’ fare i buffoni in piazza. Sono sempre stato contro il puritanesimo, per cui se B. vuol fare che faccia. Avrei capito si fosse scesi in piazza contro B. e la sua politica che non mi vede per niente d’accordo, ma scendere in piazza per “la dignità” è una fuffonata. Un po’ mi fanno sorridere. Per il caso Marrazzo non un cane che sia sceso in piazza per difendere i diritti delle trans, che sono morte e stipate in una cella frigorifera ad aeternum con la scusa dell’autopsia.

    Sono disgustato.
    Se si vuole scendere in piazza lo si faccia sul serio e non come buffoni.
    In Egitto sono scesi in piazza e hanno combinato qualcosa. In Italia si sceglie di andare in piazza per fare i buffoni e lasciarsi monopolizzare dai giornali.

    Vany è un amorino, mi impapocchia sempre ma è per questo che le voglio un bene infinito.

    Bacione, Stregaccia

    beppaccio

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Sottoscrivo in pieno, Scoiattolina adorata: manca il rispetto e senza di questo l’Italia andrà sempre più a rotoli.

    Voglio il bacio, Scoiattolina. Il bacio ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    P.S.: Leggi tra i commenti di biogiannozzi 😉

    "Mi piace"

  5. cinzia stregaccia ha detto:

    e che gliene frega delle trans. Per loro non hanno diritti e tantomeno dignità,di questo sono certa.
    cinzia

    "Mi piace"

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    :-(((
    Devo purtroppo darti ragione.
    Avessero fatto questo casino per il caso Marrazzo sarei stato il primo a scendere in piazza: ci sono delle persone morte, delle persone, e la verità non si sa. Ma guai a toccare Marrazzo, perché ti BIP BIP BIP

    beppaccio

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.