Fiacco panico

Fiacco panico

di Iannozzi Giuseppe

Superbo come un Dio
Non seppe perdonare se stesso

Innocente come il Tempo
prima che sia PRIMA e poi DOPO
Non seppe perdonare gli altri

Innocente, davvero troppo
Superbo, davvero troppo

Troppo poco d’entrambe le virtù
Per morire negli occhi di Pan

Fiacco… uomo che vivi della tua maledizione
Ecco per vanità a cosa sei stato condannato

Per vanità d’esser umano
Perché non un qualsiasi altro essere o cosa?

Uomo produci spaventi
ma il Panico non sai ancora dov’è di casa:
dovresti provare a non esistere più
per esser al di là d’un silenzioso spavento

Credo inventerai la Terza guerra Mondiale!

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cultura, Iannozzi Giuseppe, poesia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Fiacco panico

  1. vanessa ha detto:

    Ma cos’è che ti succede?
    Le parole dell’anima si trasferiscono sulla carta e rimbalzano agli occhi.Ma io non ho capito perché scalpiti, perché gridi e che cosa rincorri,
    E’ una luce che risplende, la Poesia, che urla dall’interno per esplodere al di fuori di noi, ora spiegami il perché di questi toni grigi e tristi.

    Bacino ♥ vany

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Ma niente, pomodorino roSSoroSSo. ^__^

    Scalpito?

    Lo sai che non penso che la poesia debba essere o felice o triste. Per me esiste la poesia.
    In questa poesia, in particolare, definisco senza fronzoli la mia poca o nulla fiducia nell’uomo. Non conosco altro essere vivente che ha fatto così tanto contro sé stesso come l’uomo. Tutto qui. E domani è il 27, la Giornata della Memoria.

    Bacioni, Pomodorino roSSoroSSo ♥ ♥ ♥

    orsetto di VaNY

    "Mi piace"

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    Molto bella,mi è piaciuta parecchio perchè incalzante io amo le poesie così…Speriamo di no….
    cinzia
    ..

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non è una gran cosa questa che ho scritto. Lancia però un messaggio d’allarme che temo non si possa ignorare: vedo quello che sta accadendo in Italia e nel mondo e scusa il francesismo ma mi sto cagando nelle mutande. 😦

    Le condizioni per una Terza Guerra Mondiale non mancano affatto. 😦

    Cosa ne penso dell’Italia?
    Penso che Berlusconi abbia sbagliato con Ruby. Ma mi hanno rotto i coglioni tutti quanti a questo punto. E’ solo andato a donne, è grande e grosso, faccia quello che gli pare… basta che questo paese non si areni.
    Mi hanno rotto le palle tutti quanti, destra e sinistra e centro. Tutti dal primo all’ultimo.

    Lo dovevo dire.

    beppaccio

    "Mi piace"

  5. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non ti preoccupare, nel weekend recuperiamo con le puntate del romanzo. Non ti preoccupare. Avrai di che leggere. 😉 Forse troppo. AH AH AH

    Volevo rassicurarti, perché lo so di essere in ritardissimo, ma sono stato nelle curve questa settimana.

    beppaccio

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.