L’espiazione di Gaja Cenciarelli

L’espiazione di Gaja Cenciarelli

IL LIBRO:

Giacomo Garzelli, esperto d’informatica emigrato in Inghilterra, scopre casualmente di riuscire a modificare il passato alterando la stringa di un programma. E ne approfitta per espiare.

L’AUTRICE:

Gaja Cenciarelli (Roma, 1968) è laureata in lingue e traduce dall’inglese narrativa e saggistica. È specializzata in letteratura irlandese, dei paesi anglofoni e in scritture femminili. Fa parte della redazione de La poesia e lo spirito. Suoi racconti sono apparsi sulle riviste Accattone e Carta, su Nazione Indiana e in alcune antologie già pubblicate e in via di pubblicazione. Ha pubblicato due libri: Il cerchio (Edizioni Empirìa, 2003), ed Extra Omnes. L’infinita scomparsa di Emanuela Orlandi (Zona, 2006). Nel 2009 ha ideato Auroralia, un progetto nato sul web, basato sulla contaminazione visivo-letteraria e ispirato a una foto di Jerry Uelsmann, che successivamente è diventato un’antologia pubblicata da Zona. Sta lavorando ad altri tre libri. Il suo blog è www.sinestetica.net.

L’INCIPIT:

Chiamatemi Ismaele.
Dicono sia l’incipit più spettacolare di tutti i tempi.
In effetti, nella storia di Giacomo di eventi straordinari – nel senso di insoliti – ce ne sarebbero. Ma nessuno si prenderebbe il disturbo di leggerli se la sua storia non avesse un incipit gagliardo. Quindi, per favore, chiamatelo Ismaele. Anche perché, a onor del vero, il colore preferito di Giacomo è sempre stato il bianco.
Due settimane prima, infatti, era andato in ufficio con un paio di pantaloni corti e bianchi, malgrado il tempo.
E non era tutto.
Si era completamente depilato le gambe e le braccia tanto che quando era arrivato, fermandosi con espressione indifferente sulla soglia – un’indifferenza la sua, che gongolava: su, avanti, guardatemi. Non sono uno spettacolo succulento? – le sei centraliniste del piano terra gli avevano visto chiaramente la pelle d’oca. Non gli avevano dedicato più di cinque-sette secondi d’attenzione – il tempo massimo che si concedevano per una distrazione. Poi, diligenti, erano tornate alle cuffie. A dir la verità, gli erano parse più infastidite che incuriosite da quel fuori programma. Ma anche questo l’aveva messo in conto.

Espiazione 2.0 – Gaja Cenciarelli – Senzapatria editore – Copertina: Disegno a china di Mario Bianco5 euro

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, comunicati stampa, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe consiglia, letteratura, libri, narrativa, promo culturale, romanzi, segnalazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.