L’Authority per le garanzie nelle comunicazioni: diffida per il Tg1 di Minzolini e un richiamo per il Tg4 e Studio Aperto

Una diffida per il Tg1 di Minzolini
E un richiamo per il Tg4 e Studio Aperto

a cura di Iannozzi Giuseppe

Una diffida al Tg1 oggi sotto la direzione di Augusto Minzolini, mentre per il momento un semplice richiamo al Tg4 e a Studio Aperto per “il forte squilibrio a favore della maggioranza e del governo”. Questa la decisione adottata oggi 21 agosto (2010) dalla commissione servizi e prodotti dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, in base ai dati del monitoraggio sul pluralismo per il periodo luglio-agosto-settembre 2010. L’Agcom fa sapere: “Qualora tale squilibrio perdurasse verranno adottati ulteriori provvedimenti”.

La pronuncia dell’Agcom arriva dopo le ripetute accuse al tg diretto da Augusto Minzolini sia da parte dell’opposizione, sia da parte dei finiani. Accuse che adesso vengono confermate anche dall’Autorità, che punta il dito contro “l’eccessivo squilibrio a favore del governo” berlusconiano. Sbilanciamento ancor più grave nel caso del principale telegiornale del servizio pubblico, il Tg1 con a capo l’uomissimo Augusto Minzolini.

Emilio Fede, isterico, alza i toni in maniera a dir poco contraria alla deontologia: “Dopo 50 anni di giornalismo ai miei livelli non c’è agenzia che mi possa venire a dire come devo fare il mio mestiere. Rispondo alla mia coscienza e non a quella di Agcom, che è un parlamentino politico dove prevalgono anche scelte ideologiche”.

Il consigliere d’amministrazione della Rai Nino Rizzo Nervo, ironizza ma con palese disagio: “Potrei con una battuta dire che l’allievo ha superato il maestro visto che il Tg1 ha ricevuto dall’Agcom una ‘diffida’ e il TG4 solo un ‘richiamo’, ma la decisione adottata dall’Autorità per le comunicazioni deve essere presa molto sul serio perché conferma quanto ho più volte denunciato in consiglio di amministrazione senza ottenere alcun riscontro da parte del direttore generale”.

Fabrizio Morri, capogruppo Pd in vigilanza, spiega che “la diffida a carico del Tg1 conferma che quando l’opposizione denuncia il fatto che quello che era il più autorevole telegiornale italiano da troppo tempo ormai nasconde le notizie o le propone in modo squilibrato si afferma una cosa vera”.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in giornalismo, giustizia, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, notizie italia, rassegna stampa, televisione, TV e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.