Berlusconi e la tendinite. Svelate le cause del doloroso braccio di ferro!

Berlusconi e la tendinite

Svelate le cause del doloroso braccio di ferro!

di Iannozzi Giuseppe

Berlusconi accarezza Putin con la manoUno dei motivi che hanno spinto i medici a suggerire al nostro amatissimo presidente del Consiglio Silvio Berlusconi l’intervento chirurgico è  da imputarsi a una infiammazione dei tendini del pollice, chiamata sindrome di De Quervain. A spiegarlo sono due esperti di chirurgia della mano che hanno avanzato due ipotesi: la prima, dice il professor Alfredo Schiavone Panni dell’università del Molise, è che siano interessati due tendini estensore e abduttore lungo del pollice, infiammazione che provoca dolore al sollevamento del dito. Escludendo un evento traumatico, spiega Dante Palombi del Cto di Roma, la seconda ipotesi riguarda una infiammazione dei tendini estensori della mano, nel tunnel carpale. In pratica i tendini infiammati si gonfiano e vanno a rubare di brutto lo spazio di un nervo sensitivo e motorio provocando forte dolore. In entrambi i casi l’intervento chirurgico, che si effettua in anestesia periferica o locale o del braccio, consiste nel facilitare il movimento dei tendini liberandoli dalle imputazioni. L’intervento non era più procrastinabile, il premier rischiava difatti che i nervi gli si spezzassero di netto in due.

In questi ultimi anni di governo il premier Berlusconi non si è mai risparmiato. Sempre fazzoletto alla mano,  non ha mancato mai di nettare la testa pelata dell’amicone Vladimir Vladimirovič Putin, né di spolverare la sua. Senza poi contare tutte le pacche gratuite date sempre sulla spalla destra del fascista rosso Putin. Potrebbe essere questa la causa scatenante della tendinite che ha colpito il premier? E’ possibile. E’ possibile, mannaggia a Stalin! La tendinite ha costretto il nostro beneamato premier ad usare sempre e solo la mano destra, anche negli affari di Stato, come carezzare, gettar l’osso e grattar via le pulci allo scodinzolante fascista rosso suo amico.

Da quanto si è appreso il premier Berlusconi, accompagnato dal portavoce del governo Paolo Bonaiuti, è già arrivato all’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano, dove oggi 11 ottobre (2010) sarà operato alla mano sinistra – e non alla destra come qualche malizioso aveva sostenuto in prima battuta! – dall’equipe del dottor Alberto Lazzerini.
L’operazione sarà portata a termine all’interno di una struttura che si trova a Rozzano, quasi nei pressi di Milano.

Noi tutti preghiamo a mani giunte affinché l’operazione nelle mani del dottor Alberto Lazzerini ci restituisca un presidente operaio alla mano così come il popolo ha imparato a conoscerlo in questi anni di duro braccio di ferro.


promo culturale

Racconti di Giganti e Nani di Iannozzi Giuseppe

clicca sulla copertina e acquista la tua copia

Iannozzi Giuseppe's storefront

http://stores.lulu.com/iannozzi

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in cronaca, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, politica, politici, satira, segnalazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.