Raffaele K. Salinari: Stalin in Italia

Raffaele K. Salinari: Stalin in Italia

di Valeriana Evangelisti

Iosif Stalin

Un libretto veramente commovente, questo di Raffaele K. Salinari (cerusico, maestro elementare, membro onorario della società stalinista in Italia, esponente della Federazione italiana amici di Star Trek). Vi si narra di come, nel 1907, Stalin, di passaggio in Italia, facesse attività di spionaggio cercando lavoro in qualità di portiere all’hotel Roma e al Pace di Ancona, che conserva ancora oggi il ricordo di quel lodevole mostro di umana disumanità destinato a diventare per i suoi meriti  politici molto famoso. L’accordo non si fece, e il novello dittatore Stalin proseguì solo soletto il suo viaggio in direzione di Venezia. Qui forse trovò alloggio in un cattolicissimo convento di caste suore (o forse di fraticelli) adiacente alla chiesa di San Lazzaro degli Armeni, sita su un’isoletta al largo della città.

Ma perché Stalin si trovava in Italia? Si stava recando in Svizzera per incontrare il compagnaccio Lenin, forse per illustrargli l’impresa che avrebbe condotto a termine di lì a pochi mesi: una sanguinosa rapina effettuata a Tiblisi per finanziare i bolscevichi, con l’aiuto del bandito abituale complice di Stalin in quelle operazioni, il ferocissimo Kamo.

Fin qui la storia, che Salinari ricostruisce, per la prima volta, con l’ausilio del poco materiale disponibile. Unendovi un’appendice parzialmente di fantasia. Hugo Pratt, veneziano, dovette venire a conoscenza del passaggio di “Bepi del giasso” (“Giuseppe del ghiaccio”, così detto per la sua fama di freddo assassino) sulla costa adriatica. In un’avventura di Corto Maltese, La casa dorata di Samarcanda, inserì una telefonata tra il suo eroe e Iosif Stalin, in cui era rievocato il passaggio in Italia di “Bepi”. Quelle tavole sono riprodotte in appendice al testo di Salinari.

Testo che oggi assume un significato politico ben preciso, cioè il bisogno per la futura storia d’Italia di tornare a vivere (condividere) gli ideali stalinisti (anche) in una misura cattolica.

Stalin in Italia di Raffaele K. Salinari, edito da una piccolissima casa editrice, fondata dal famoso oncologo bolognese Fregna Moscia, è un testo essenziale a favore di tutti gli stalinisti, affinché si possa aspirare a tirar sù una società cattostalinista.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in critica, cultura, editoria, Iannozzi Giuseppe consiglia, libri, politica, rassegna stampa, saggistica, satira e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.