Alessia Mancini fuori da Miss Italia grazie anche alle bassissime chiacchiere di stampo omofobo di Selvaggia Lucarelli

Alessia Mancini fuori da Miss Italia
grazie anche alle bassissime chiacchiere
di stampo omofobo di Selvaggia Lucarelli

di Iannozzi Giuseppe

Alessia Mancini, indicata dalla blogger Selvaggia Lucarelli, come “la trans”, è in lacrime. E’ stata difatti esclusa dalla competizione di Miss Italia.
Che bisogno aveva Selvaggia Lucarelli di dire di Alessia Mancini che sarebbe una trans? A quale titolo?
La risposta è purtroppo sin troppo semplice: cattiveria, invidia e omofobia.

La manifesta cattiveria della blogger Lucarelli non può considerarsi nemmeno un gossip, perché la Lucarelli ha sparato nel mucchio delle sessanta partecipanti a Miss Italia con gli occhi bendati. Si è divertita a diffondere una notizia bassamente falsa, senza avere in mano il benché minimo indizio. Quella della Lucarelli è una cattiveria di pessimo gusto. Ingiustificabile e molto pericolosa perché carica di selvaggia omofobia.

Scrive Selvaggia Lucarelli sul suo blog: “E insomma, la voce è più che insistente e io ve la spiffero in assoluta anteprima: la storia che a Miss Italia ci sarebbe una concorrente trans in effetti dicono sia vera. E il nome che gira è quello della numero 53, Alessia Mancini (omonima della nota showgirl), una tizia la cui altezza desta già qualche sospetto: è alta 1,84. La ragazza, sempre secondo le voci, sarebbe operata, avrebbe cambiato il suo nome all’anagrafe ed è stata eletta Miss Lazio il 23 agosto. Non fosse che Marrazzo non è più presidente della ragione Lazio sarebbe anche lecito pensare ad una raccomandazione”.

Con queste sue e solo sue considerazioni di stampo solipsistico, la blogger Lucarelli ha dunque sparato in pieno petto contro Alessia Mancini. E quand’anche la partecipante fosse una trans, la blogger Lucarelli ha tirato fuori il peggio di sé, la sua omofobia, più che mai evidente, tant’è che è arrivata al punto di asserire che “sarebbe anche lecito pensare ad una raccomandazione” non fosse per il fatto che oramai Piero Marrazzo non è più presidente della regione Lazio.

Un tempo qualcuno giudicava le persone con un metodo alquanto bizzarro: in base ai tratti somatici diceva se uno era un assassino, un poco di buono, o un innocente o un santo. Cesare Lombroso, attraverso quella che per lui era la fisiognomica, si vantava di poter ricostruire caratteri e tendenze sociali delle persone. Oggi la fisiognomica di Lombroso ha un valore uguale a zero nella scienza moderna. Purtroppo, tanti deficienti della new age, che si spacciano per santoni e psicologi, si illudono ancor oggi di poter dire di una persona in base ai suoi tratti somatici. E’ quello che ha fatto la Lucarelli, né più né meno, portando  avanti un discorso di vera e propria discriminazione e pregiudizio razziale.

NO OTAlessia Mancini può adesso sol più sperare in un ripescaggio. Da evidenziare che la concorrente stessa aveva smentito le voci sul suo conto: “Ci sono persone cattive e invidiose che vanno a caccia di gossip e diffondono cose totalmente inventate. Non sono una trans”.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in cronaca, gossip, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, querelle, riflessioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Alessia Mancini fuori da Miss Italia grazie anche alle bassissime chiacchiere di stampo omofobo di Selvaggia Lucarelli

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    piccola idiota stupida…e altrettanto chi si è lasciato condizionare da ciò che ha detto.
    cinzia

    "Mi piace"

  2. arance di ribera ha detto:

    Che peccato……Davvero una bella ragazza che aveva tutti i requisiti per vincere.
    Davvero dispiaciuto.

    "Mi piace"

  3. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    L’omofobia è ancora troppo radicata in Italia (e non solo). Lo so, il concorso è una stupidata. Ma è grave, gravissimo che della gente possa indicare qualcuno e dirlo trans facendo quella che è soltanto una sporca analisi lombrosiana, ovvero fondata su un benemerito niente. Ed è inaccettabile che si faccia dell’omofobia per dire quella è una trans, quella non lo è. Io ho visto soltanto sessanta ragazze, punto e fine. Chi ha creduto di vedere una trans e di considerarla diversa, be’, è deficiente, di bassa cultura, calato dentro al pregiudizio borghese di stampo fascista-stalinista-cattolico.

    beppe

    "Mi piace"

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non è ancor detto.
    C’è il ripescaggio, per quel che vale, sperando che gli italiani non siano così tanto stupidi da credere alle stronzate messe in giro da certa gente.

    "Mi piace"

  5. cinzia stregaccia ha detto:

    HAI PERFETTAMENTE RAGIONE!!!! E IL MAIUSCOLO E’ VOLUTO!!! QUANDO CAMBIEREMO QUANDO….
    cinzia
    p.s. aggiungici mi girano ad elica le…

    "Mi piace"

  6. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non oso far previsioni. Quando cambieremo?
    So solo che di questo passo ci vorranno secoli, perché di fatto ragioniamo come uomini dell’anno 1000 e spesse volte con un pregiudizio assai peggiore e superiore della civiltà Greca e Romana.

    Girano ad elica anche a me. Ma chi ha fatto il danno pare non sia intenzionato proprio a chiedere scusa, foss’anche solo per formalità. E’ di questa gente che bisogna avere paura, perché grazie a gueste persone l’Italia arretra su tutti i fronti.

    beppe

    "Mi piace"

  7. sgrz ha detto:

    una ragazza immolata sull’altare del gossip più bieco. che schifo!!!

    Il giallo della miss trans tra l’inciviltà e l’ipocrisia della nostra scoietà

    "Mi piace"

  8. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    No, non immolata. E’ stata una cattiveria di stampo razzista e omofobo. Credi forse che Selvaggia Lucarelli abbia fatto Mea Culpa? No, gliene frega niente. Ti dirò di più, la Lucarelli scrive: “Che sia una bufala o no, questa faccenda del trans a Miss Italia sta provocando una serie di reazioni alquanto strane, eccessive, buffe.
    SE NON FOSSE VERO infatti non si capisce il perchè di questo clima così cupo e melodrammatico. Voglio dire, non è che gira voce che una Miss sia una trafficante d’armi o un’adepta dei Bambini di satana. Io fossi lì a Miss Italia e qualcuno se ne uscisse con una cavolata del genere potrei al limite cadere dalle nuvole, poi farmi una bella risata e presentarmi stasera con album fotografici in cui sorrido bambina col grembiulino rosa o col mio fidanzatino del liceo a cui direi in diretta nazionale: “Spiega a questi qui cosa facevamo nella tua renault 4 dopo scuola e se ti sembravo un uomo…”.

    E’ stata lei, la Lucarelli ha sparegere la velenosità che Alessia Mancini era una trans. A ruota, chi se non Roberto D’Agostino poteva riprendere la porcata della Lucarelli per amplificarla? Ecco i responsabili. Ma loro sono innocenti, fra un po’ si fanno santi. Anzi, si sono già autoeletti santi, perché il danno l’hanno fatto e subito dopo si sono detti innocenti e di più, anzi hanno persino colpevolizzato la Mancini che poverina che doveva fare se non replicare a mezzo stampa che le hanno fatto una cattiveria e che lei trans non è?

    Questa è l’Italia. Questo è il giornalismo d’accatto che abbiamo.

    E’ uno schifo. Oggi contro Miss Italia. Domani per occultare o stravolgere notizie gravi e serie colpendo gli italiani tutti, buoni e cattivi.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.