Urlo, un film scritto e diretto da Rob Epstein e Jefrrey Friedman

Allen Ginsberg interpretato da James Franco

“Un film che è poesia. Che è la poesia di Allen Ginsberg, niente di più niente di meno.”

iannozzi giuseppe


Urlo, un film scritto e diretto da Rob Epstein e Jefrrey Friedman,
presentato al Sundance Film Festival e alla 60ma edizione del Festival di Berlino,
in lizza per l’Orso d’Oro

NO OT

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in arte e cultura, cinema, critica, cultura, Iannozzi Giuseppe consiglia, poesia, promo culturale, segnalazioni, spettacoli, video e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Urlo, un film scritto e diretto da Rob Epstein e Jefrrey Friedman

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    ci sono delle frasi in questo trailer che mi hanno colpito…ok mi hai convinto 🙂
    cinzia

    Mi piace

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Questo film narra la nascita di Howl (Urlo) di Allen Ginsberg. E il processo per oscenità imbastito nel 1957.
    Inutile dirti che oggi Allen Ginsberg è finalmente stato riconosciuto come uno dei massimi poeti americani.

    Se non hai letto Urlo, almeno “Urlo” di Ginsberg, mi sa che devi provvedere e di gran lena.

    Chiaramente il film è già stato bollato dalla tua “destra” osceno. Un film, che è incentrato anche contro il processo per oscenità subito dal poeta Ginsberg nel 1957, oggi viene detto osceno: ancora oggi viene detto osceno dall’ignoranza della destra.

    «Ho visto le menti migliori della mia generazione distrutte dalla pazzia, affamate nude isteriche, trascinarsi per strade di negri all’alba in cerca di droga rabbiosa, hipsters dal capo d’angelo brucianti per l’antico contatto celeste con la dinamo stellata nel macchinario della notte, che in miseria e stracci e occhi infossati stavano su imbottiti a fumare nel buio soprannaturale di soffitte a acqua fredda galleggiando sulle cime delle città contemplando jazz…» – (incipit di “Urlo” – Allen Ginsberg).

    beppaccio

    Mi piace

  3. cinzia stregaccia ha detto:

    mi stai irritando..rimaniamo sulle opinioni personali senza frasi inutili tipo “la tua destra” Io non ho la mia destra e tu lo sai ,ho un cervello se te lo fossi scordato hai fatto un grande errore. non ragiono secondo” la mia destra” o secondo “la mia non sinistra” In quanto all’ignoranza non ne farei un discorso di parte politica.
    cinzia

    Mi piace

  4. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    E allora di chi è ‘sta destra?
    Mia no.
    Tua no.
    Di chi, allora?
    Purtroppo non è mia la colpa se la destra dà addosso a un film definendolo osceno perché parla di poesia; perché parla di omosessualità; perché parla d’amore e lo fa senza ipocrisie. Il film “Urlo” è una produzione indipendente, niente che abbia a che vedere con Hollywood e i repubblicani.

    Ti sto irritando?
    Bene, vuol dire che ho ragione. 😉

    Meglio che vai al cine a vederti il film prima che lo tolgano dalle sale.

    ‘Notte, Stregaccia

    beppaccio

    Mi piace

I commenti sono chiusi.