Julianne Moore si sveste per Bulgari e Giorgio Orsoni neosindaco di Venezia applica la censura

Julianne Moore si sveste per Bulgari e Giorgio Orsoni
neosindaco di Venezia applica la censura

di Iannozzi Giuseppe

Julianne Moore si sveste per Bulgari e il neosindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, ha pensato bene di censurarla. Orsoni è stato eletto sindaco della città alle amministrative del 2010 grazie a una coalizione di centro-sinistra. Dall’8 aprile 2010 ha preso il posto del filosofo e accademico Massimo Cacciari, che con la fine del mandato di sindaco ha lasciato la politica attiva in quanto deluso dalla brutta piega presa dal Partito Democratico.

Nella campagna pubblicitaria della Bulgari, Julianne Moore appare parzialmente coperta da una borsa e da due tigrotti, per il resto è nuda; ma  però non si vede niente di più di qualche triangolo di pelle. La campagna pubblicitaria della Bulgari che vede protagonista la bella attrice americana è in realtà molto soft, giusto un accenno di erotismo ma di gran classe.


L’affissione della pubblicità era stata programmata sulla facciata di palazzo Ducale. Giorgio Orsoni ha fatto subito rimuovere il cartellone, giudicando la bella Julianne Moore inadeguata per piazza San Marco ritenendo inoltre offensiva la pubblicità nei confronti di quei turisti che visiterebbero la vicina basilica.

Bulgari contribuisce al restauro del palazzo storico insieme ad altri sponsor. L’iniziativa del neosindaco puzza un po’ tanto di bigottismo medioevale.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in attualità, cronaca, cultura, eros, fotogallery, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, notizie italia, politici, riflessioni, società e costume e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Julianne Moore si sveste per Bulgari e Giorgio Orsoni neosindaco di Venezia applica la censura

  1. mario ha detto:

    che dire?, certe immondizie anche del tutto prive di buon gusto stanno attorno a Venezia ad ammorbare acqua, cielo e laguna; eppure ci si scandalizza meglio – e più facilmente – per un bel corpo esposto artisticamente a fini pubblicitari. se fosse stato un Canova, o se fosse stato un macabro martire trafitto dalle frecce, sarebbe passato tutto inosservato.

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Venezia è sempre stata una città ambigua, per cultura e passaggi di cultura.
    Ci sono tante mostruosità che a Venezia girano a piede libero, come i leghisti di Bossi, eppure nessuno che dica niente.
    Ci sono pubblicità orrende che la tappezzano, eppure nessuno dice niente.

    Si è tornati nel Medioevo delle inquisizioni. Oggi a farle sono i politicanti e la Chiesa che è maestra. Non si può più vedere un triangolino di pelle che subito qualche bigotto tuona e minaccia l’inferno, tranne poi finire a letto con qualche trans. Il caso Marrazzo non ci ha insegnato un cazzo.

    Non ti preoccupare. Gli islamici dicono che i loro bambini hanno paura del crocifisso. Le mamme italiane invece parlano dell’uomo nero, cioè del burqa che spaventerebbe i loro bambini. Siamo in pieno oscurantismo, non solo qui in Italia ma nel mondo intero. Domani anche Canova verrà messo fuorilegge.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.