morire per 2 € all’ora

morire per 2 € all’ora

Lavorava alla giornata e accettava qualsiasi lavoro pur di portare qualcosa a casa dove l’aspettavano la moglie casalinga e il figlio, disoccupato pure lui. “Si accontentava anche di due euro all’ora”, dicono i conoscenti di Antonio Della Pietra, 51 anni, di Cerignola, il primo a calarsi nella cisterna della morte. Come al solito lui aveva accettato il lavoretto commissionatogli dal proprietario del fondo di San Ferdinando di Puglia, il carabiniere Sabino D’Assisti e suo cognato Sabino Mastrototaro, anche loro finiti in fondo al pozzo e salvi per miracolo. Della Pietra aveva accettato senza battere ciglio, senza preoccuparsi della pericolosità del lavoro, l’importante era tornare a casa la sera sporco, con la schiena spezzata e in tasca una cinquantina di euro. Quando andava bene era così. “Aveva accettato lavori ben più pericolosi e gli era andata sempre bene, brava persona e grande lavoratore, si vede che era arrivata la sua ora”, scuotono la testa i vicini tra rassegnazione e fatalismo.

leggi tutto su La Repubblica.it

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in cronaca, cronaca nera, NOTIZIE, rassegna stampa e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.