La Chiesa valdese benedice le coppie gay. Ma c’è il “no” di Luca Malan senatore Pdl

La Chiesa valdese benedice le coppie gay
Ma c’è il “no” di Luca Malan senatore Pdl

a cura di Iannozzi Giuseppe

Valdesi con triangolo rosa

TORINO – Inaugurato oggi a Torre Pellice il Sinodo delle chiese valdesi e metodiste. Presidente del Sinodo Marco Bouchard, magistrato e membro della Chiesa valdese di Torino.

Tra i temi all’ordine del giorno anche la “benedizione” delle coppie omosessuali. Quello delle coppie omosessuali sarà uno dei temi all’ordine del giorno del Sinodo, in particolare per quel che riguarda benedizione e matrimonio, che per le religioni protestanti non è un sacramento.

Al corteo per la benedizione degli omosessuali hanno preso parte diversi pastori e parecchi laici; tutti hanno indossato un triangolo rosa, simbolo con il quale venivano identificate le persone omosessuali internate nei campi nazisti.
Gli ideatori dell’iniziativa spiegano: “Un’iniziativa per denunciare l’indifferenza e l’arretratezza del nostro Paese rispetto al riconoscimento dei diritti civili delle persone omosessuali, nonché gli atti di omofobia”.

Tra coloro che hanno sfilato con il triangolo rosa la pastora Letizia Tomassone, che ha poi tenuto il sermone dell’inaugurazione e Michel Charbonnier che è stato consacrato oggi con l’antica confessione di fede del 1655.

Hanno partecipato al culto numerosi ospiti italiani e stranieri, rappresentanti di diverse chiese evangeliche e organismi ecumenici dell’Europa, degli Usa e dell’Africa. Presente anche il vescovo di Pinerolo, mons. Piergiorgio Debernardi, membro della Commissione per l’ecumenismo e il dialogo della Cei.

Non tutti sono però d’accordo. Lucio Malan, membro della Chiesa di Luserna San Giovanni nonché senatore militante nel Pdl, lancia un appello, sottoscritto da altri trentotto membri soltanto. Lucio Malan, pagando una pagina sul settimanale Riforma, lancia il suo allarme urlato e di chiaro stampo retrogrado: “Per la fedeltà alla nostra Confessione di Fede si chiede massima prudenza per non nuocere, con scelte imprudenti, all’unica missione della Chiesa: essere testimoni di Gesù Cristo fino alle estremità della Terra e cooperare per far risplendere la Luce nelle tenebre”.
NO OTLa Moderatora Maria Bonafede gli ha risposto sottolineando che la questione nasce “da domande concrete, di fratelli e sorelle membri delle nostre chiese, che chiedono la benedizione della loro unione: non è insomma un dibattito teorico o astratto ma un confronto con uomini e donne che condividono la nostra fede in Gesù Cristo”.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in attualità, cronaca, Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, notizie italia, rassegna stampa, sessualità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La Chiesa valdese benedice le coppie gay. Ma c’è il “no” di Luca Malan senatore Pdl

  1. cinzia stregaccia ha detto:

    e Gesù si rivolta nella tomba..ops scuote la testa “alla destra del Padre.”
    cinzia

    "Mi piace"

  2. Iannozzi Giuseppe ha detto:

    Non credo che si rivolti tra le nuvole del cielo elette a sua tomba da un misterioso dio. In ogni caso l’unico a rivoltarsi qui è Ratzinger. Cristo andava con le donnine allegre e si dice che facesse pure con la Madda e che ci abbia avuto pure dei figli.
    Ti sei mai chiesta perché i vangeli accettati dalla chiesa cattolica sono solamente 4?

    Bene, ti sei data la risposta.

    beppaccio

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.