Umberto e Renzo Bossi attaccati da mosche e mosconi

Umberto e Renzo Bossi attaccati da mosche e mosconi

di Iannozzi Giuseppe

Umberto e Renzo Bossi circondati dalle mosche

“I governi tecnici sono come l’anguria: verdi fuori e rossi dentro”. A Ponte di Legno, Umberto Bossi si sfoga a bocca aperta. “Le angurie hanno i semi, che devi sputare, e noi continueremo a sputarli”, ha specificato il Senatùr.

“Io ho ottenuto di portare a casa tutto quello che si può portare democraticamente. Per le spallate non è il momento… il Nord deve fare due passi; il federalismo e il decentramento. Certo, poi il Nord può fare tutto e dato il suo peso a livello europeo, se chiede l’autonomia, hai voglia a non dargliela. Io penso che se scatta la scintilla Berlusconi andrà in piazza e questa volta andrà con molte persone. Al Sud è difficile andare. Ho dato la concessione per aprire una sede della Lega in Calabria e due giorni dopo c’era uno della ‘ndrangheta”.

Per tutto il tempo dello sfogo il Senatùr ha dovuto lottare contro un imprevisto fastidioso e concentrato attacco di mosche e mosconi. Renzo Bossi, di fronte a un simile spettacolo, è riuscito solamente a rimanere a bocca aperta. Umberto Bossi ben più navigato del figlio in fatto di politica e leghismo celtico, pure lui a bocca aperta ha invece preferito buttare giù il moscone amaro e far finta di niente.

Informazioni su Iannozzi Giuseppe

Iannozzi Giuseppe - giornalista, scrittore, critico letterario - racconti, poesie, recensioni, servizi editoriali. PUBBLICAZIONI; Il male peggiore. (Edizioni Il Foglio, 2017) Donne e parole (Edizioni il Foglio, 2017) Bukowski, racconta (Edizioni il Foglio, 2016) La lebbra (Edizioni Il Foglio, 2014) La cattiva strada (Cicorivolta, 2014) L'ultimo segreto di Nietzsche (Cicorivolta, 2013) Angeli caduti (Cicorivolta, 2012)
Questa voce è stata pubblicata in Iannozzi Giuseppe, NOTIZIE, notizie italia, politica, politici, satira e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.